Bossi a Cermenate: il partito così va alla malora

di ALTRE FONTI

Umberto Bossi ieri sera alla festa della Lega a Cermenate è tornato ad attaccare Roberto Maroni. Il presidente-fondatore ha ribadito tutte le sue riserve su come il suo successore ha impostato la gestione del Carroccio.

’’La Lega l’ho fatta e non ho nessuna intenzione di distruggerla, una soluzione si trovera’’, ha voluto chiarire Bossi davanti a un centinaio di militanti. ’’Ma dobbiamo ascoltare bene la base’’ ha aggiunto, altrimenti ’’il partito va in malora’’ e del resto ’’i risultati elettorali sono quelli che sono’’. Questa volta, però, il Senatur ha trovato anche chi gli ha risposto direttamente, proprio davanti ai militanti: è stato Matteo Salvini, segretario della Lega Lombarda e vice segretario federale di Maroni, che era presente alla festa ed era seduto allo stesso tavolo dell’ex leader. ’’Te lo dico a nome di miglia di militanti – ha detto Salvini – il nemico è fuori, smettiamola di fare polemiche dentro e di martellarci le palle’’. A Bossi, Salvini ha riservato dei ringraziamenti perché quando aveva 17 anni, ha ’’fatto la tessera della Lega perché ho visto in tv lui che parlava di Nord’’. Ma adesso, ha concluso, bisogna guardare avanti e rimanere uniti, ’’il nemico non è Umberto Bossi ma non si chiama nemmeno Roberto Maroni. Il terzo Reich è a Bruxelles e non a Lozza o Gemonio e i militanti non meritano di aprire il giornale alla mattina e leggere delle nostre beghe interne’’. Bossi ha ascoltato l’intervento di Salvini seduto al tavolo fumando il sigaro e non ha replicato l’intervento del vice segretario della Lega, in molti passaggi più applaudito del suo.

da: www.laprovinciadicomo.it

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

10 Comments

  1. mario brescia says:

    speriamo continuino ad azzuffarsi così la lega sbraca del tutto , i culi di pietra non hanno più poltrone e se ne vanno fuori dalle balle. così sulle ceneri potremo sperare di costruire qualcosa di buono

  2. Unione Cisalpina says:

    il Kaprone di Gemonio pensa ai suoi 800.000 “€uri” di pizzo (od affitto partito) ke la lekka nodde sua non vuol + pagargli … 😀

    • Miki says:

      La scorta nuoce a chi non ce l’ha: mica sarai di quelli che crede agli 800.000 euro di medicine all’anno (alla faccia dell’ipocondria!).
      Non e’ che si chiamano tutti scili&puoti che con i picciriddi con la coppola ci vanno a braccetto: se combatti un certo sistema (bene o male ma lo combatte) corri anche dei rischi. A volte dei grossi rischi.
      Per esempio di trovarti a cena al tuo tavolo un c. come Salvini.
      (c sta per “centauro” ovviam..)

  3. FRANCO says:

    Cara Lucia, sono un militante e permettimi alcune puntualizzazioni:
    1 – Umberto Bossi è e rimane il più Grande politico del nostro tempo
    2 – La Lega ha combattuto tre battaglie tutte perse, Secessione, Devoluzione e Federalismo fiscale
    3 – Bossi ha commesso inoltre l’errore di mettere il figlio (subito alla regione) e è caduto come un piccione nella gestione finanziaria del partito.
    4 – Causa le battaglie perse, il figlio e il caso Belsito, il capo aveva perso la fiducia e la credibilità della MASSA dei padani
    5 – A causa di tutto ciò la Lega era ridotta al minimo sindacale e stava scomparendo
    6 – La maggioranza dei militanti (di cui io faccio parte) ha ritenuto indispensabile cambiare registro (mantenendo temporaneamente in panchina il capo) per cercare di rilanciare in credibilità il movimento
    7 – Per fare ciò era anche necessario un progetto e si scelse ” La Macroregione del Nord” con il quale (da cadaveri che eravamo) abbiamo conquistato la regione più importante la nostra Lombardia
    8 – Oggi possiamo parlare sia di Padania che di Prima il Nord. Il primo slogan parla solo ai Leghisti il secondo parla a tutti i cittadini del Nord.
    9 – Gli obiettivi non cambiano tanto che in Veneto a breve si farà un “referendum per l’indipendenza” e nessuno si sogna di dire a ZAIA di non farlo.
    10 – Nel panorama politico nazionale è in atto un continuo trasformismo dei partiti e noi con grande ORGOGLIO siamo il partito più vecchio.
    11 – Oggi dopo il lavoro di Maroni il movimento è rigenerato e pronto a sferrare un nuovo attacco al CENTRALISMO ROMANO e EUROPEO.
    12 – L’attacco lo si faccia con la macroregione, con i referendum di indipendenza lo si vedrà al momento.
    13 – Il messaggio che Salvini dice al capo è questo
    14 – LUCIA PER VINCERE LA GUERRA SERVE UNITA’ E’ QUETO CHE SALVINI DICE AL GRANDE BOSSI.

    • druides says:

      Tutto visti. Peccato che, via una badante ne é arrivata un’ altra. In regione Lombardia gli affaristi incapaci di fare un lavoro qualunque sono più di prima e se mai fosse possibile anche peggio. Le regole di trasparenza sono sistematicamente gabbate. Esempio il consigliere indagato per appropriazione indebita (68000 €) é ancora al suo posto.
      Anzi, è pure socio d’affari con altri illustri leghisti e rispettive consorti.
      Altro che putridume di fine impero, qui abbiamo a che fare con scaltri ladri di idee e di sogni.

    • Miki says:

      Si ma ammesso di prendere per buoni tutti i 14 punti (e alcuni contengono inesattezze anche macroscopiche): abbiamo apprezzato il nuovo corso “incravattato”. NON e’ piaciuto: non ha portato i voti dei moderati (delusi pdl in primis) e ha fatto fuggire a gambe levate quelli della vecchia guardia che traevano godimento a grigliare l’orso, e a bere l’idromele come usa tra i Celti. In parole povere: UN TRACOLLO; e non solo nei voti. Anche nella speranza di liberta’ di un insieme di popoli che si e’ visto, in 150 anni, importare know-how e bombe (palestro,georgofili) come un qualunque paese liberato dagli usa. Ergo come direbbero oggi i Leghisti doc del nuovo corso: “che volemo ffa’?” Andiamo avanti a suicidarci o ragioniamo tutti insieme con un altro Segretario, e soprattutto su nuovi metodi di fare politica meno paludosi e piu’ convincenti? A lei..

  4. Lucia says:

    Salvini parla ,parla, parla…..e fa il prepotente quando ha una claque che lo sostiene. e quando si trova davanti qualcuno oggettivamente troppo debole fisicamente per zittirlo quando spara caz..ate e riprendersi il partito finito in mano non di un “trota”, pesce d’acqua dolce pacifico e onorato,con nessuna intenzione neanche di diventare “il delfino” del padre, ma di un branco di “pescicani” per non dire “tonni” destinati comunque a finire nelle reti delle tonnare e incapaci di lottare ma solo capaci di squittire come topi in trappola.

    E Salvini è in grado di spiegare ad una povera elettrice come me, ignorante delle segrete cose della lega,di quali gravi colpe si sono macchiati i figli di Bossi,se non quella di essere appunto i figli di Bossi e se anche loro si possono considerare Giovani padani o no.
    Salvini non ricorda quando alle manifestazioni Renzo Bossi se ne stava alla larga e veniva invitato invece dai leghisti ,non dal padre,e magari proprio da Salvini stesso a salire su un palco,dove veniva esibito come un trofeo .?
    E lo faceva molto malvolentieri (Testimonianza diretta a Milano)
    Salvini sa dirci che fine hanno fatto la squadra di calcio della Padania,il giro ciclistico della Padania,le associazioni Umanitaria Padana,le associazioni universitarie,ecc ecc,? Carnevalate,vero?

    Salvini non capiva,a diciassette anni, quando fece la tessera della Lega,che Bossi parlava di Padania e non del Nord.?
    Crede di avere fatto chissà cosa perché ha trovato dei soldi da dare ai padri e alle madri separate?
    Crede di essere originale quando parla della Europa,alla cui greppia comunque mangia in abbondanza,proposto e sostenuto da Bossi. ?Non ricorda che a questa Europa Bossi fu l’unico ad opporsi anche contro il parere di molti leghisti della domenica, preoccupati di attirarsi le critiche della stampa che conta e di essere definiti antieuropei.?
    Salvini non sa che è proprio grazie a Bossi e ai sacrifici sostenuti dalla sua famiglia,tenuta sotto tiro per una parola,per uno starnuto,per una fotografia rubata,controllata a vista dai ruffiani se lui ora si pavoneggia e fa il gradasso circondato dalla approvazione dei media solo quando si permette di essere cafone e maleducato e meschino con Bossi?
    Usque tandem,Bossi,darà copertura politica a questa gente?
    La lega è stata volutamente distrutta per togliere di mezzo una forza politica che avrebbe catalizzato voti e consenso.Ed è stata distrutta dall’interno.La lasci perdere.

Leave a Comment