Boom di nuove imprese in Ticino, la maggioranza sono di italiani

di REDAZIONE

I presupposti per costituire un’azienda in Svizzera sono al momento da considerarsi ottimi. L’ammontare delle costituzioni durante il primo semestre del 2012 è di 20’015 unità. Nello stesso periodo del 2011 esse ammontavano a 20’207. Ciò equivale ad una diminuzione dell’1 percento. Nei confronti dei sei mesi precedenti invece, vale a dire il secondo semestre del 2011, è da segnalare un aumento delle registrazioni di nuove imprese del 2.9 percento.

Un dato di particolare interesse è quello riguardante il Canton Zurigo, che sembra aver perso di attrattività per i nuovi imprenditori. Tenendo conto della sua forza economica e della popolazione, Zurigo rimane il Cantone che il maggior numero di costituzioni, raggiungendo quota 3’339 unità nel primo semestre di quest’anno, ovvero il 16.7 percento del totale. Anche nel Canton Ginevra il numero di nuove costituzioni ha subito un calo importante, con un meno 10,6 percento. Il Canton Lucerna, al contrario, ha fatto segnare un aumento del 10,5 percento, raggiungendo quota 915 nuove registrazioni. Il Canton Svitto, seguendo il suo esempio, contribuisce con un aumento del 6,6 percento.

In Ticino, l’ aumento è del 28.1%. Uno dei motivi di questo sviluppo è da ricondurre alle differenti aliquote d’imposta previste per le aziende nei diversi Cantoni. Un onere d’imposta più basso, risulta essere un criterio di decisione importante per i giovani imprenditori. Questo non vuole però dire, che l’azienda sarà poi attiva nello stesso Cantone in cui è domiciliata” ci confida Michele Blasucci, CEO di STARTUPS.CH.
“Il particolare aumento di nuove registrazioni nel Canton Ticino (+28,1% per arrivare a 1’457) non è invece da attribuire ad un vantaggio dal punto di vista delle contribuzioni, bensì dalla severa situazione di politica fiscale in Italia, che spinge gli imprenditori della penisola ad emigrare oltre confine, in Svizzera”.

Tra gli imprenditori stranieri, i più numerosi sono tedeschi – Nel primo semestre del 2012 sono state costituite all’incirca 800 nuove aziende tramite la piattaforma online di STARTUPS.CH. Sulla base di questi dati, si può affermare che i giovani imprenditori hanno in media 37 anni e che sono principalmente di sesso maschile. Tuttavia, la quota delle imprenditrici segue una tendenza positiva, che porta ad un aumento dal 22,5 al 23,5% percento del totale durante il corso del primo semestre del 2012.
Dal punto di vista della nazionalità degli imprenditori lo scenario si presenta come segue: nel corso del primo semestre del 2012 il 63,7 percento di tutte le nuove aziende registrate in Svizzera sono state costituite per mano di imprenditori Svizzeri, l’11,3 percento da cittadini tedeschi e il 4 percento da cittadini provenienti dall’Italia. Nel 2010, secondo l’ufficio federale di statistica, i nuovi imprenditori con cittadinanza Svizzera costituivano il 77,6 percento del totale, i tedeschi il 3,3 mentre gli italiani il 3,6 percento.
La maggior parte delle nuove aziende si presentano come registrate ditte individuali o Sagl.

Fonte: www.tio.ch

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. sciadurel says:

    abitando vicino, confermo l’aumento di aziende che si stanno trasferendo in Svizzera, sopratutto, sentendo gli operatori, sono in moltissimi che si stanno informando

  2. i nostri politi son talmente malati MENTALMENTE, ke ancora non si son accorti ke ” HANNO ROTTO I COGLIONI ” … ke ? s’accorgeranno solo quando si renderanno conto ke per mangiare dovranno guadagnarsi la pagnotta andano a LAVORARE ??? appena sbokkerà= si vomiterà la FANCULIZZAZIONE GLOBALE

Leave a Comment