Boni, il Nord sta a Bobo come Salvini sta all’autonomia…

gli_sgommati_alfy_bobo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

di DAVIDE BONI – Voglio esprimere un pensiero, una riflessione riguardo l’uscita di Maroni, che sente il bisogno di un partito del Nord. Purtroppo per il buon “Bobo” la richiesta da parte sua. seppur condivisibile, c’è bisogno di un Movimento politico al Nord, per la non risolta questione Settentrionale , non è accoglibile per svariati motivi . Il Primo, l’ex governatore, promotore del referendum per l’Autonomia del 22 Ottobre 2017, non ha brillato in iniziative Autonomiste e/o di rivendicazione nei confronti di Roma. (Ricordo solo il trattenimento del 75% delle tasse in Lombardia o l’abolizione del bollo Auto, che non hanno avuto seguito). Secondo, la creazione di un partito con la denominazione riferita a Nord, lui che è iscritto alla Salvini Premier, non ha senso. È di qualche giorno fa la cancellazione, in Lombardia dei simboli riferiti al Nord, considerati superati (militanti compresi) e Maroni è membro autorevole del partito sovranista di Salvini; basterebbe a questo punto chiedere un Congresso alla Salvini Premier, con la separazione delle cariche istituzionali e politiche, insomma o Segretario o ministro. Quindi non sto a criticare l’attuale segretario della Salvini Premier, il quale è coerente con il suo disegno (e io apprezzo sempre la coerenza), ed è padre padrone di un partito di Centrodestra personale, infatti nel idem sentire popolare, il popolo vota Salvini non la lega (con buona pace di tutti).

Detto tutto ciò, l’operazione mediatica del buon Bobo, a me pare solo in operazione per accreditarsi al Segretario della Salvini Premier, di tornare a contare qualcosa, ma senza altri reali intenzioni . Un po’ come dire sono qui, e se serve non cambiare nulla lo so fare anche io. Terzo e non ultimo, ricordo un “barbaro sognante” che fu ispiratore della notte delle scope, che oggi si rende conto di non far parte del giro che conta e potrebbe finire anche lui “scopato”. Perdonate la franchezza, nulla di personale è solo politica. Quarto e chiudo basta guardarsi in giro, in Lombardia, Veneto, Piemonte, in tutto il Nord insomma, ci sono e stanno crescendo Movimenti Autonomisti , Federalisti e Indipendentisti (compreso Grande Nord, naturalmente) che crescono animati da ideali (non alla ricerca di posti, non ne hanno l’ambizione e la forza), basterebbe rivolgersi lì, caro Bobo; consigliandoti però , di non chiederne la leadership,un ex ministro degli interni piace poco a chi rivendica la Libertà . Ossequi Padani. #daestaovest#GrandeNord #PrimailNord

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. Vaudano says:

    Lessi il suo libro, “Il mio Nord”, in cui descriveva tutto quello che avrebbe fatto se fosse diventato governatore della Lombardia.
    Poi lo è diventato, però…

  2. mumble says:

    Dopo la presa di posizione del Presidente, ora quella di Boni.
    Bravissimi. La raccomandata dell’uomo delle scope è stata rispedita al mittente.
    Aggiungo solo che anche Zaia è della stessa pasta dell’uomo delle scope.
    Ieri è stato pubblicato sulla sua pagina social un video intervista in cui lo pseudo venetista Zaia dichiara e si dichiara completamente d’accordo con la linea nazionale del partito nazionalista di Salvini.
    Zaia è ancora peggio di Salvini e Maroni, peché simula di essere l’ultimo autonomista rimasto nel partito di Salvini e invita gli autonomisti a raccogliersi presso di lui, ma è invece uno dei peggiori e più pericolosi nazionalisti italiani.
    Cari Veneti, state attenti a Zaia, uomo di Roma (ex ministro romano, non a caso)…..

Leave a Comment