Bond Italia legati a interventi sul patrimonio artistico. Chiolo: Vendiamo la nostra arte, il turismo ci fa credito

di Angelo Alessandri – L’altro giorno ascoltando il tg News24 di Telecity non ho potuto fare a meno di soffermarmi sulle dichiarazioni di Nunzio Chiolo, amministratore di Conafi Prestitò, che da più di trent’anni opera nel mercato della finanza.
Davanti all’annuncio del governo di stanziare 400 miliardi di euro per la ricostruzione del dopo Covid, Chiolo alla conduttrice propone la sua soluzione.

“Io lancio una idea, un suggerimento – dice -L’Italia è lo 0,5% del territorio mondiale ma abbiano l’85% delle ricchezza artistiche del mondo. E tutte le ricchezze si devono preservare. Visto che in Italia mai nessuno ha acquisito o richiesto interventi strutturali massicci per la salvaguardia del patrimonio, perché non pensare alla possibilità di poter emettere un bond Italia di 500 miliardi di 30 anni, da pagare attraverso un ticket per tutti i turisti che vengono in Italia a guardare le nostre bellezze? Un ticket di  25 euro a persona, tanto per dare una idea. produrrebbe secondo i dati Istat che nel 2017  ha registrato 480 milioni di turisti, ebbene, produrrebbe la bellezza di 15 miliardi l’anno, così da pagarsi in autonomia il bond.   Che cosa vedono in Germania? in Olanda? E cosa vedono invece in Italia i turisti? Pensiamoci”.

Come dire, l’uovo di colombo. Avere in casa le risorse e andare sempre in Europa col cappello in mano. Condivido.

Print Friendly, PDF & Email

1 Comment

  1. Come idea non male, ma quanto tempo ci vorrebbe per racimolare i miliardi che servono a salvare la nostra economia ???? Troppi e quindi è di difficile attuazione proprio per la tempistica. Qui servono soldi freschi e soprattutto senza fare debiti di sorta.
    Trascrivo la e-mail inviata a Gentiloni e quella alla LAGARDE.
    GENTILONI: TESTO ”
    Da: Giancarlo Rodegher
    Inviato: martedì 7 aprile 2020 14:51
    A: cab-gentiloni-contact@ec.europa.eu
    Oggetto: MES – EUROBOND CORONABOND ? nulla di tutto ciò !!!!!!!

    La vita non serve se non si serve.
    Queste le parole importanti di Francesco e che ricalcano tutta la vita terrena di nostro Signore Gesù Cristo.
    Ora, tutti sappiamo come funzionano le cose qui in Terra. Le banche e le grandi finanziarie sono diventate le padrone del mondo stampando esse stesse l’euro. Banche private di privati.
    E’ sicuro che il dopo pandemia sarà una catastrofe mondiale a livello economico se non si avrà il coraggio, ma che dico l’accortezza e la lungimiranza di fare una cosa inedita, eccezionale come eccezionale è la pandemia che stiamo subendo.
    Arrivo al punto che interessa spero a qualcuno che legge e sappia trarne ispirazione concreta sul da farsi.
    Poiché è assurdo che in un momento come questo gli stati ( I popoli) e le imprese debbano indebitarsi per un evento così difficile, non sappiamo ancora per quanto tempo durerà la pandemia, è, sarebbe doveroso ,concretizzare le parole di Francesco in fatti concreti e senza fare debiti di sorta.. La vita non serve se non si serve.
    Allora perché la BCE, FMI, L’U.E. non procedono a stampare euro ( gli stati alla malora pagheranno i costi della stampa) senza mezze misure……valuto in ca. 1.OOO/1.500 miliardi quanto necessario per imprese, famiglie, lavoratori, etc..etc… e consegnarli alla bisogna agli stati i quali li distribuirebbero senza che ciò costituisca DEBITO ???????????!!!!!!!!!!!!!!
    Sembro un ingenuo, ma non lo sono. Anzi sono sicuro che dovrebbe essere l’unica soluzione da fare per, come si dice, tagliare la testa al toro. A mali estremi, estremi rimedi o no ?
    La seconda pandemia sta per arrivare, ma nessuno, tanto meno questi banchieri hanno capito con chi hanno a che fare.
    La speranza che capiscano è sempre presente, MES, EUROBOND, CORONABOND…non servono a nulla se dobbiamo gravare ancora una volta gli stati, i Popoli e le loro imprese con provvedimenti che tirerebbero per le lunghe, anni e anni il venirne fuori in maniera decente.
    Siccome i signori dell’euro pensano solo alla luna e non alla terra è ovvio che si opporranno come si opporranno agli eurobond……ma allora se non vogliono condividere i debiti tutti quanti come mai nessuno porta avanti l’unica soluzione
    che risolverebbe le cose più velocemente di qualsiasi altra?
    Se ne avvantaggerebbero tutti. E’ una tantum……non per sempre……!!
    Sono io un ingenuo o sono loro degli stolti.
    Mi arrogo di poter dire che sono loro gli stolti.
    La Signora Merkel, Schaubel, gli olandesi e chi altro, farebbero bene il loro mestiere se fossero anche più lungimiranti.
    In gioco non c’è solo l’Italia ma l’intera europa che imploderà su sé stessa a furor di Popoli.
    Giancarlo Rodegher
    Verona
    ( anni 72, Ex dirigente ed ex imprenditore nel settore della logistica)
    Se possibile l’autorizzo a consegnarla a tutti gli importanti ministri presenti alla riunione di oggi, ma so già che è una speranza che andrà delusa. Ora chi di dovere è stato informato e non potrà dire di non averlo saputo !!!!!!!!!
    Faccia presente che l’Europa , oggi non farà la storia, ma la fine di sé stessa.
    ————
    LA GARDE Testo : “Alla Presidente della BCE Sig.ra LAGARDE.
    Mi permetto scriverLe questa mia perché ho l’impressione che l’U.E. sia come un cieco che cammina lungo un burrone non protetto.
    Sento discussioni a non finire quando si può risolvere tutto molto semplicemente purchè si agisca intelligentemente e non stupidamente come certi paesi di vista molto corta vorrebbero.
    Capisco quasi tutto, ma nel caso della pandemia a cause estreme, estremi rimedi.
    La BCE è o non è la Banca Centrale Europea?
    Dunque che la stessa autonomamente stampi carta moneta in miliardi di euro, valuto in almeno 1.500/2.000 miliardi e vengano dati agli stati europei in misura adeguata, senza mezze misure e senza creare debito. AL MASSIMO gli stati paghino tutti i costi per la stampa e la distribuzione. Stiamo parlando di un piano simile al piano MARSHALL ( E.R.P) avvenuto alla fine della seconda guerra mondiale. Senza un atto del genere l’Europa si sta scavando la fossa. Mi scuso per il termine, ma è adeguato alle relative conseguenze.
    Oppure creare una CASSA INTEGRAZIONE PER GLI S TATI EUROPEI SENZA CREARE DEBITO IN CASI ECCEZIONALI come questo del corona virus.
    Sottovalutare cosa potrebbe accadere alle economie di tutti gli stati europei sarebbe un errore madornale e disastroso e porterebbe l’U.E. verso un radicale cambiamento sia di impostazione che di regole. Sarebbe inevitabile poiché i Popoli non possono essere raggirati in eterno ed oggi sono più svegli che mai.
    La saluto cordialmente e Le auguro di prendere le decisioni giuste poiché è Lei a dover decidere.
    —————-
    WSM

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Senzasconti, Rigano e Usuelli in collegamento ad Antenna 3 con Bernardelli

Articolo successivo

Reddito di emergenza, il reddito di Michelazzo: mangio e vado a spasso