Boldrini: iter veloce per leggi su ius soli e voto agli immigrati

di REDAZIONE

L’impegno a calendarizzare la discussione della proposta di legge di iniziativa popolare ‘L’Italia sono anche io’ – 230 mila firme per il diritto di cittadinanza ai figli degli immigrati nati in Italia e per il diritto di voto amministrativo agli stranieri chi lavorano qui da cinque anni – e’ stato assicurato dal Presidente della Camera Laura Boldrini nell’incontro appena conclusosi, a Montecitorio, con le associazioni promotrici dell’iniziativa.

”Mi impegno, certamente: e’ un lavoro che va fatto con i gruppi, nella condivisione. Questo tema – ha detto Boldrini – non deve essere lasciato nel cassetto. Anche il Presidente Napolitano lo ha ricordato piu’ volte recentemente, e ora che il Parlamento lo ha rieletto spero che voglia ascoltare le sue parole”. ”Mi unisco ai tanti che credono che nella crisi si possono aprire spiragli per andare avanti – ha aggiunto Boldrini – e lo si puo’ fare solo con piu’ coesione, quindi nell’ampliamento dei diritti degli immigrati: dobbiamo portare avanti questa battaglia di civilta’, il nostro Paese lo fara’, e’ rimasto un po’ indietro ma correra’ bene: le forze politiche in modo bipartisan potranno dare le risposte giuste”.

Boldrini auspica, inoltre, che il regolamento della Camera sia modificato per rendere piu’ rapido e incisivo l’iter delle proposte di legge ad iniziativa popolare assicurando che siano discusse in tempi rapidi e con il controllo del percorso parlamentare da parte di chi le ha depositate. La campagna ‘L’Italia sono anche io’ – che ha depositato le firme alla Camera il sei marzo del 2012 – e’ stata promossa da Acli, Arci, Asgi, Caritas, Centro Astalli, Cgil, Libera, Uil, Migrantes, Legambiente, ReteG2, Sei Ugl, Tavola della Pace e coordinamento enti locali per la pace, Terra del fuoco, Emmaus Italia, Fcei, Le citta’ del dialogo, Lunaria, Razzismo brutta storia, Cnca, Comitato primo marzo. I numerosi rappresentanti della campagna hanno parlato con la Presidente della Camera nella sala della biblioteca e piu’ volte le hanno ripetuto di contare molto sul suo appoggio.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

37 Comments

  1. fabio ghidotti says:

    il “voto amministrativo” non esiste!!!
    Tutte le elezioni sono amministrative, perchè producono la designazione di “amministratori della cosa pubblica” (anche i deputati di un parlamento lo sono).
    Tutte le elezioni sono politiche, perchè si sceglie sulla base di programmi che hanno una qualche impronta ideologica.
    La distinzione tra presunte elezioni amministrative “locali” e presunte elezioni politiche “nazionali” è un sofisma imperialista. Sottintende una presunta sacralità dello Stato, e quindi è un concetto arcaico.
    Far votare qualcuno solo per le “amministrative” significa quindi discriminarlo, altro che “accoglienza”!
    Il voto è uno solo, ed è espressione della cittadinanza, spetta perciò solo ai cittadini. Chi non è cittadino non vota. Punto.
    L’unico dibattito serio su questo tema è a quali condizioni e dopo quanto tempo concedere la cittadinanza agli immigrati. Ringrazio Diego Tagliabue per il suo intervento su questo punto.

  2. Antonino Trunfio says:

    L’ho querelata. Dove ? all’unica questura dove ha un senso farlo con una come la comtessina boldrini mazzanti vien dal mare : ALLA BUON COSTUME.

  3. asdfg says:

    Silvio, stacca la spina prima che questi infami ci portino allo sfascio etnico e sociale.

  4. luigi bandiera says:

    FAMO KOME HAN FATO GLI ISRAELIANI, MERIKANI e qualke altro: FACCIAMO UN BEL MURO DI CINTA..!!

    PSM

  5. Luca L'Insubre says:

    Annessione alla Svizzera. Subito.

  6. Franco says:

    Acli, Arci, Asgi, Caritas, Centro Astalli, Cgil, Libera, Uil, Migrantes, Legambiente, ReteG2, Sei Ugl, Tavola della Pace e coordinamento enti locali per la pace, Terra del fuoco, Emmaus Italia, Fcei, Le citta’ del dialogo, Lunaria, Razzismo brutta storia, Cnca, Comitato primo . marzo.Boldrini e c. A costoro che vogliono lo “ius soli” e la cittadinanza suggerisco di adottare tutti gli stranieri che esistono in italia e mantenerli a loro spese. Io non ci sto!

  7. Roberto says:

    Ci siamo sempre dilungati in discussioni senza fine chi era leghista e adesso è un ex che spara a zero contro chi comunque non voleva e non vuole che comandino gli altri a casa nostra, e adesso ci stanno soffocando senza nessuna nostra reazione

    • Miki says:

      “un ex che spara a zero contro chi comunque non voleva e non vuole che comandino gli altri a casa nostra”
      Hai ragione: non voglio che Bobolo comandi in Ln. Devo essere proprio razzista..

  8. Diego Tagliabue says:

    Basta con la Bossi-Fini!!!

    Vogliamo il modello tedesco:

    1) cinque permessi di soggiorno, di diversa durata, per extracomunitari (Aufenthaltsduldung, Aufenthaltsgestattung, Aufenthaltsberechtigung, befristete Aufenthaltserlaubnis, unbefristete Aufenthaltserlaubnis)

    2) nessun diritto di voto per extracomunitari

    3) obbligo di conoscere il Tedesco e di superare un test culturale con 33 domande, per ottenere la cittadinanza… dopo otto anni di permanenza in Germania senza precedenti penali.

    Chi ha varato questa legge “rassista” e “fassista”? I rossi (SPD) e i verdi (Grüne) nel periodo di cancellierato di Schröder!

    • Miki says:

      Il punto 3 mi piace particolarmente: se applicato ai taliani residenti in Padania rischia di fare una strage..
      Secessione

  9. massimo trevia says:

    io amavo l’Italia….questa?spero si sfasci!!!!!!!!!!!veri italiani,cristiani,liguri,padani….sveglia!!!!!falsi cristiani,masochisti vari,:crepate!!!!! p.d.l. che hai i voti:non tradire!!!!!!io voto lega….
    massimo trevia .alassio

  10. lory says:

    qui non ci salviamo più!, i politicanti destri e sinistri sono una banda di farabutti sono la solo per i loro tornaconti quelli della lega hanno imparato da loro,l’unico problema della Boldrini è la cittadinanza per gli stranieri………….

  11. Brennos says:

    con buona pace di tutti gli “ex leghisti” che col loro voto a 5 stelle hanno permesso alla sinistra di vincere le elezioni….

  12. Gino says:

    Quando queste leggi nefaste saranno state approvate sarà possibile raccogliere delle firme per dei referendum che le abroghino?
    Se si formerà qualche comitato io ci sono, andrei volentieri a fare il mio dovere al banchetto di raccolta.

  13. ermanno says:

    va fermata subito

  14. Nicoletta says:

    Ma la Boldrini (con rispetto parlando, mi spiace scrivere sconcezze) dove vive?
    Conosce davvero i problemi di chi è costretto a vivere in questa dannatissima Italia?
    Se queste sono le priorità del nuovo governo ci aspettiamo a presto il matrimonio gay, come se non ci fosse niente di più serio di cui parlare.

    Forza Lega, dì qualche cosa di leghista sull’invasione degli stranieri!

  15. Albert Nextein says:

    E chi se ne frega.
    Iter accelerato per ridurre di 100 miliardi subito la spesa pubblica , e ridurre di 100 miliardi il furto fiscale, questo non si fa?
    Tutti in malafede.
    Buoni solo a vendere parole.

  16. beo modeo says:

    Governatore Zaia adesso prima il senegal,congo,eritrea,albania,romania,poi il nord libero anzi il veneto libero.

  17. evergreen says:

    Da perfetto extracomunitario, quale sono, infatti, l’Itaglia non mi appartiene,
    né mi apparterà mai, s’eppure sia costretto a vivere in una realtà
    confinante non riconosciuta, mi permetto di inorridire di fronte a talune
    sparate dei miei confinanti che danno la misura su quale sia il livello di
    democrazia raggiunto in quel paese. Che 230.000 firme siano
    rilevanti e rappresentative del 61 milioni di cittadini, potrebbe
    solamente essere interpretata come l’ultima battuta di spirito in stile Crozza, ma
    purtroppo non è così, allora non si comprende come una minoranza possa dettare
    legge su di un tema tanto importante, andando ad imporre delle regole in casa d’altri,
    non chiedendo né il permesso, né il parere dei legittimi cittadini.
    D’altronde non si comprende come una minoranza come il sel che rappresenta
    solo il 3% possa avere ottenuto la terza carica del paese delle banane.
    Evidentemente vi è un problema di rappresentatività e di supremazia, se una minoranza riesce ad imporre le proprie leggi su di una maggioranza.
    Ma vi è anche un problema che credevamo fosse stato relegato nel passato remoto, ma che invece è vivo e vegeto, ed è il totalitarismo di stampo bolscevico. Quando poi nella giornata mondiale della libertà di stampa s’invoca una legge per mettere il bavaglio su quei siti indipendenti che rappresentano la unica voce del popolo non controllata dal regime, allora il cerchio drammaticamente si chiude con tutta la sua nefandezza.

    • GeertWilders4president says:

      1 – Beato te che sei straniero. Almeno non di devi vergognare d’aver sangue italiano (come purtroppo tocca a me)
      2 – Hai ragione. Di sicuro un siniostroide ti darebbe del traditore, mentre ciò che dici io lo chiamo ‘buonsenso’ (però è anche vero che io non sono di sinistra)

  18. Miki says:

    Aci,Anas,Aiscat,Autostrade…
    Insomma tutto tranne che interpellare quei fessi che il territorio lo abitano da qualche secolo. E’ proprio uno ius solA,come tutto cio’ che arriva da Roma.
    Padania Libera.
    Secessione

  19. Aquele Abraço says:

    Ma sì, dai, facciam votare anche i clandestini, che saranno tutti regolarizzati e poi mantenuti da quei pochi che ancora hanno un lavoro. Il grande sogno italiano si sta materializzando e il messia moltiplicherà pani e pesci per tutti. Orsù, appressiamoci tutti alla mensa del signore.

  20. lory says:

    la boldrini è una parassita con l’aggravante razziale nei confronti degli autoctoni .

  21. Luca says:

    Devo essermi perso qualcosa: quand’è che la gente si è espressa a favore di queste iniziative con un voto democratico? Ah già, dimenticavo che in Italia decidono tutto quei signori seduti in parlamento. E c’è chi ha il coraggio di chiamare questa robaccia “democrazia”…

  22. alberto says:

    sicuramente una priorità… l’ italia va a passo spedito verso l’ autodistruzione

  23. luigi bandiera says:

    Dimentikavo:

    W il komunismo e di DX e di SX e di CENTRO..!!

  24. luigi bandiera says:

    ORMAI SIAMO FUORI MENOKA COMPLETAMENTE..!

    W l’iddalia, meglio, l’ISLAFRITALIA..!! (da anni che lo scrivo, mi ero anche stankato di scriverlo).

    PSM

  25. Ernesto Furioso says:

    Ecco bravi!!!.
    Sono queste le leggi di cui hanno drammaticamente bisogno gli italiani.
    Continuate così mi raccomando…..
    (modalità ironica off)

  26. Gianni says:

    forse a questa qui sfugge che la maggior parte dei cittadini stranieri è contro lo ius soli perché vuole preservare la propria cittadinanza d’origine. Infatti, visto che il 70% dei Paesi non ammette la doppia cittadinanza, ti costringerebbero a perdere il passaporto d’origine. stai a vedere che lo ius soli si trasforma nello strumento che convince gli immigrati a tornare nei propri Paesi d’origine…

    • GeertWilders4president says:

      Non credo. Di certo ai musulmani (forti credenti dell’ideologia s’estrema sinistra dei ‘cittadini del pianeta terra) la cosa non li toccherebbe. Tanto loro si ghettizzano comunque da soli ricreando il loro statarello vecchio di 1400 anni con tanto di shariah.

  27. Roluand says:

    Se sono queste le prioritá…..allora siamo messi proprio bene…

Leave a Comment