Bobo Maroni e la Chiesa del Nord degli Ultimi Giorni

di FLAVIO POLI

Si narra che, l’apostolo Paolo, illuminato sulla via di Damasco, fece il suo esordio letterario con la “Lettera ai Corinzi”. In maniera tecnologicamente evoluta, Maroni annuncia al popolo che il “verbo”, sarà disponibile nel suo libro previa offerta alla “Chiesa del Nord degli Ultimi Giorni”. Libro che, nel titolo, tanto ricorda il discorso del 1963 di Martin Luther King davanti al Lincoln Memorial di Washington. Non intendo fare paragoni. Paolo, narrano le cronache, ha ottenuto il paradiso per il suo credo. M. L. King, ha dato la vita per il suo ideale. Il dreamer padano invece, siede a Roma e rivendica per se il consolato di Lombardia al fine di proteggere i sudditi dalle angherie di Roma.

Alla luce di ciò, oggi siamo in grado di svelare il segreto della parola d’ordine Prima il Nord. Lasciare cioè la sedia di Roma per il trono di Lombardia. Sappiamo delle “battaglie” intraprese da Paolo e M. L. King. Del terzo, le cronache ci portano le sue. Ha liquidato con un bacio il suo predecessore (metodo già utilizzato in passato), ha usato la scopa per cacciare i peccatori (anche questo già utilizzato in un tempio), ha cercato di convertire le classi imprenditoriali ed economiche del Nord, infine ha tuonato contro il governo dei tecnici e dei banchieri. L’estate scorsa ha lanciato la “disobbedienza fiscale per l’Imu”, peccato che gli stessi sindaci leghisti gli abbiano fatto il vuoto attorno rendendosi indisponibili ad attuarla.

Poi è stata annunciata una grande battaglia contro il patto di stabilità, nuovamente chiamando a raccolta i sindaci di ogni parte politica. Una battaglia però è stata vinta, con un proprio emendamento approvato in Parlamento, ha ottenuto che ai Comuni è data facoltà di disdettare il rapporto con Equitalia, sottoscrivendo il rapporto con altro esattore. E ancora, la raccolta di firme attraverso le iniziative: “12 progetti concreti per far ripartire il Nord”, “Modifica art. 116, 117 e 119 della costituzione” e “Rifondazione di un’Unione Europea e adesione all’euro”. Ultimo atto, ma non per merito, ha contribuito a fare cadere la giunta Lega-PDL della Lombardia, proponendo agli ex alleati di ri-allearsi per le prossime elezioni regionali con lui candidato governatore . Anche questo metodo è stato utilizzato in passato, in particolare nelle diatribe tra DC e PSI per la carica di primo ministro.

Non dimentichiamo il curriculum, discreto tastierista, ministro degli interni giurando fedeltà alla costituzione italiana e per oltre 25 anni ai vertici del partito senza neppure notare azioni che hanno portato disgrazie giudiziarie e scandali nel suo partito. Tanto era doveroso dire. E noialtri !? Alcuni, in occasione delle prossime elezioni regionali, hanno proposto una lista unica per tutti i movimenti indipendentisti. Personalmente credo prima sia necessario che alla prossima riunione a Padenghe, partecipino tutti i movimenti indipendentisti. Sarà un’occasione per discutere, litigare e magari abbandonare atteggiamenti personalistici che a nulla servono alla causa e coordinarsi per una serie di azioni comuni sul territorio. Diversamente, restando arroccati sulle proprie posizioni “rancorose”, il rischio, se non già la certezza, è quella di andare ad infoltire le fila della “Chiesa del Nord degli Ultimi Giorni” pur non appartenendo a tale movimento.

*Unione Padana Alpina

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

14 Comments

  1. Pinella says:

    Scusino ma loro sanno perche Lussana non e’ ancora direttore della Padania ? Anche oggi non c’è il suo nome.

  2. Albert says:

    Sarà un’occasione per discutere, litigare e magari abbandonare atteggiamenti personalistici che a nulla servono alla causa e coordinarsi per una serie di azioni comuni sul territorio. Diversamente, restando arroccati sulle proprie posizioni “rancorose”, il rischio, se non già la certezza, è quella di andare ad infoltire le fila della “Chiesa del Nord degli Ultimi Giorni” pur non appartenendo a tale movimento.
    Ma Flavio Poli, il rancoroso, sa quello che scrive. Lui e gli altri 4 gatti rabbiosi dove credono di andare cercando di sputtanare l’unico partito che, nel bene o nel male, ha qualche possibilità di modificare questa m…a di stato?

  3. ginesio says:

    Bob è il nuovo Dukakis! Grande Salvini…..una propaganda come la tua affossesrebbe pure superman!

  4. carpenè says:

    amici! la Lega copia pure Alberto Sordi per prendere in giro Formichini formichella!!!! GUardate qui Salvini in questa magnifica interpretazione! (mai che abbiano una idea loro….)

    http://www.youtube.com/watch?v=3WDGnxLmzyc

  5. ritanna says:

    Dove è finito il duro e magnifico Sante? Dove il pungente e icastico Sciadurel? Amici fatevi vivi…qui sembra pieno di gente nuova e molto informata ma non così ficcante come voi che con una battuta fulminate un gigante!

  6. stelladelmattino says:

    Se pur in ritardo questo giornale incomincia finalmente a dire la verità sul nano sassofonista, adesso ci aspettiamo un qualche articolo sulla sua groupie beneventana e sui raggiri con cui ha piazzato amici della band e parenti (un po’ come Bastone e Salvino che han sisteato sorelle e fidanzate).
    Solo gli extraterrestri possono salvare questo carroccione in putrefazione, ecco perchè tanto spazio all’ufologia su radio banana.

    • ruvido says:

      Grande stella! Rivela, rivela, sono in tanti ormai a scoperchiare le pentole e far uscire il profumino di quello che hanno cucinato in Bellerio. Siete la ricchezza di questo giornale…anche se qualcuno non lo capisce…ma sai quanti masticano amaro? E facci pure qualche rivelazione su maneggi in Rai della preferita Bianchi Clerici….

    • tere says:

      Stella del mattino ? piuttosto incubo della serata
      alle 11 di mattina si è tutti a lavorare … e tu? che fai?
      tante critiche ma pare tu mangi gratis

  7. Don Ferrante says:

    Nel curriculum di Maroni, Lei dimentica la sua giovanile militanza marxista-leninista e conseguente frequentazione di Democrazia Proletaria !

    Mi permetto inoltre di ricordarLe che Maroni ha titolo per rappresentare la Chiesa Cattolica Apostolica Romana.
    Dal 2008 è Cavaliere dell’Ordine Piano, il primo ordine cavalleresco della Santa Sede, istituito da Pio IX !
    Ne furono insigniti anche Ciampi, Ciano, Cossiga, Radetzky, Hailé Selassié, Mussolini, Frattini, Letta….

    In ginocchio, militonti !

  8. Albert Nextein says:

    Maroni a suonare l’Hammond.
    Via dalla politica.
    Lega morta.

Leave a Comment