Bitonci: presentato al Senato ddl per diritto all’autodeterminazione

di REDAZIONE

La Lega Nord al Senato ha presentato oggi un disegno di legge Costituzionale per riconoscere al Popolo Veneto il diritto all’autodeterminazione. «Un passaggio che riteniamo obbligato ancor più dopo la massiccia presenza alla marcia che c’è stata oggi a Venezia per chiedere il referendum». Lo annuncia Massimo Bitonci, capogruppo della Lega Nord al Senato e parlamentare veneto. «Nella nostra proposta – spiega – prevediamo che le norme siano stabilite con una legge del consiglio regionale Veneto non sottoposta a nessun controllo da parte dello Stato, neanche in sede di Corte costituzionale. Il Popolo Veneto è una realtà storica millenaria, viva e attuale già giuridicamente organizzata in modo sovrano, in un preciso ambito territoriale ove ancor oggi si parla la stessa lingua, si valorizzano le stesse tradizioni, le stesse abitudini collettive, si difendono gli alti valori della comunità familiare, della nazione, dell’attaccamento al lavoro e alla solidarietà, della legalità e della giustizia nella libertà». «L’autodeterminazione dei popoli – sostiene Bitonci – è un diritto da difendere e a volte, come per il Veneto, una necessità. Vorrei solo ricordare che anche Papa Giovanni Paolo II nel suo discorso per i 50 anni dell’Onu difese questo diritto come massima espressione di libertà e rispetto nei confronti dei popoli, della loro storia e cultura».

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

10 Comments

  1. caterina says:

    doveva pur fare qualcosa, sennò chi si ricorda di lui quando si andasse a votare… si vede che non ha letto tutta la documentazione sull’argomento e come un bambino ha bisogno il permesso di mamma Italia…

  2. MIGOTTO SANDRO says:

    tutto molto bello Sen. Bitonci.
    Non servira’ ad un cazzo ma veramente molto bello.

    magari se lo avesse presentato quando la Lega Nord governava con il PDL era meglio. Ma all’epoca c’era da votare il decreto Roma Capitale e tante altre merde che portano la firma di deputati della Lega.

    Un po’ tardi, non crede? e non voglio neanche indagare sulle reali motivazioni (come ad esempio che la Lega sta sparendo e state cercando di recuperare credibilita’ e verginita’ politica).

    C’e’ bisogno di una grande ventata di aria nuova, di comportamenti, di azioni e di persone che non abbiano nulla a che spartire con gente strapagata per mantenere lo status quo. Abbracciare ed avvinghiarvi ora che non contate piu’ un cazzo al carro dell’indipendenza (peraltro ampliamente sputtanato) non vi giustifichera’ al cospetto della Storia; il piu’ grande Partito “regionalista” europeo in trenta anni di governo e sottogoverno non ha prodotto un beato nulla, se non per i vostri portafogli.

  3. Vox Veritas Vita says:

    Par mi indipendentisti e leghisti xe la stesa roba, careghe e ciacole !!!

    Non voto pì so sto paese, ma se voto de sicuro voto el manco pexo.

    • Roberto says:

      tu sei il troll italiano che ha cambiato finora 10 nick (el doge, cris tasca, danilo mattatore, il serenissimo principe, etc) e che mette solo fumo negli occhi….VAI A LAVORARE

  4. Veritas says:

    Bitonci ha fatto bene a ricordare le parole di Giovanni Paolo II. E infatti, durante il suo pontificaro, la Polonia è diventata federalisra, anche se i nostri giornali non ne hanno parlato….

    • Veritas says:

      Bisogna ricordare frequentemente ai sostenitori dell’unità d’italia che si appellano a tale scopo alla “costituzione”,
      che la stessa NON è mai stata approvata dal popolo con un referendum e pertanto non può avere quel valore assoluto che costoro le vogliono riconoscere.

  5. Jonathan. says:

    Via da Roma, via da Milano… Indipendenza Veneta. E basta credere che dalla Città Eterna possa venire qualcosa per i veneti.

  6. alex75 says:

    Va bene solo x la risonanza mediatica…se ci sara’….
    Ma poi, leghisti, dei quali ho fatto parte x tanti anni, non avete ancora capito che passando x Roma non otteniamo nulla??
    Siate seri, Zaia, Bitonci, Ciambetti, etc; dovete prima staccarvi da Maroni, e poi ignorare Roma, non andare in senato (mo.a!)
    X favore dimostrateci che ci credete davvero nella vostra gente, xke se continuate cosi, veramente dimostrate di voler solo i voti x le poltrone.
    Ma questo giro, anche grazie alla crisi, sarete spazzati via. Adesso potete decidere se entrare nella storia o essere appunto passati come spazzatura.

  7. Roberto says:

    Si si, te lo votano di sicuro…

Leave a Comment