BIOLOGICO, ITALIA LEADER DELLA PRODUZIONE IN EUROPA

di REDAZIONE

”Il biologico e’ una parte importante del nostro sistema qualita’. Siamo leader a livello produttivo in Europa, con oltre un milione di ettari dedicati all’agricoltura biologica e con quasi 50.000 operatori. Si tratta di un comparto che puo’ ancora crescere, perche’ c’e’ una domanda sempre piu’ qualificata a livello nazionale ed internazionale”. Lo ha dichiarato il ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Mario Catania commentando i dati Mipaaf-Sinab sulla produzione biologica in Italia, presentati in occasione della fiera Sana di Bologna, dove il ministero e’ presente con uno stand istituzionale.

“Siamo fortemente impegnati, insieme a tutto il sistema di controllo e certificazione specifico per il biologico – aggiunge Catania – per aumentare le garanzie sulla qualita’ delle produzioni biologiche. A giorni infatti, tra le diverse misure che abbiamo messo in campo, diventera’ operativa l’informatizzazione per la gestione dei dati di settore, che semplifichera’ il carico burocratico per le aziende e migliorera’ l’efficacia dei controlli”. Dall’analisi dei dati forniti al Mipaaf dagli Organismi di Controllo (OdC) operanti in Italia al 31 dicembre 2011, sulla base delle elaborazioni del Sinab – Sistema d’Informazione Nazionale sull’Agricoltura Biologica, risulta che gli operatori del settore sono 48.269, in aumento dell’1,3% sul 2010. La superficie interessata, in conversione o interamente convertita ad agricoltura biologica, risulta pari a 1.096.889 ettari, con un decremento rispetto all’anno precedente dell’1,5% circa.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

3 Comments

  1. lucilla ardissone says:

    gia il fatto che sia fatto in italia mi preoccupa. non mi fido dell’italia. Tutto in italia è corrotto. dalla terra inquinata, ai produttori disonesti, ai controllori corrotti, preferisco tutto cio che viene dall’estero

  2. gigi ragagnin says:

    l’idea, di per sé, è buona. che la cavalchi l’allega d’ammarononi (ex allega d’abbozzi) meno …
    finchè Ammaroni non caccerà il dentista non se ne parla neppure.

  3. mr1981 says:

    A livello qualitativo non c’è nessuna differenza tra un prodotto dell’agricoltura biologica e quello tradizionale. Parlando dei danni che apportano alla natura ci siamo, da una parte abbiamo i pesticidi, dall’altra l’utilizzo di organismi estranei che distruggono quelli autoctoni, vedi gli esempi della metcalfa nordamericana e delle coccinelle cinesi (Harmonia axyridis).
    La bufala del biologico serve solo a mitigare i sensi di colpa di certe false anime ecologiste, che così sono disposte a pagare di più…

Leave a Comment