Bernardelli: i tre morti di Milano e la resa del piccone

di REDAZIONE

Tre morti a Milano, “Non so più se li dobbiamo considerare un atto di guerra verso l’inettitudine dello Stato o se sembra più un atto di terrorismo, verso la democrazia e la civiltà”, commenta Roberto Bernardelli mentre le agenzie lanciano la macrabra notizia della terza vittima del ghanese, la cui furia omicida ha stroncato a colpi di piccone tre uomini che si sono spenti uno dietro l’altro. “C’è un problema e si chiama clandestinità – spiega Bernardelli a margine della trasmissione su Telelombardia dedicata al dramma ambrosiano -. Quando le maglie larghe della legge aprono le porte del cimitero per l’insipienza dei legislatori e per l’arroganza buonista dei “padrini” degli ingressi a prescindere, bisogna fermarsi e cambiare subito la legge. A iniziare dalla follia di consentire l’appello quando viene respinta la richiesta di asilo. A partire dalla Bossi Fini, che non è un totem, a partire dalla politica degli scarsi respingimenti, che lasciano la metà degli irregolari a casa nostra. A partire – chiude il presidente dell’Unione padana – dalla politica ereditata da Roberto Maroni di scaricare solo sui Comuni l’onere dell’accoglienza senza garantire una verifica dell’impatto sociale. Il fatto che i cittadini del quartiere abbiano accolto con poco favore gli esponenti del Carroccio in visita, la dice lunga sulla necessità di far seguire alle parole politiche di reale garanzia per i cittadini”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

7 Comments

  1. Adriano Giuliano says:

    Coloro che votano sinistra meritano questo e altro.
    Per i morti e feriti che votarono centro destra mi dispiace ma se votarono sinistra se la sono cercata.
    Secondo me, come in Australia; contratto di lavoro ben altrimenti niente.

    • luigi bandiera says:

      Adriano,

      hai visto su DMAX come sono organizzati alle frontiere lì in Australia..??

      Non li vanno mica a prendere…

      PSM

  2. luigi bandiera says:

    SPIACENTE, il problema non e’ la CLANDESTINITA’ MA L’INVASIONE..!!!

    Se non la capiamo saremo qua a chiagnere morti in continuazione… e domani a dover abbandonare la nostra presunta patria o terra con tanto di IUS SOLI CHE STANNO PASSANDO AGLI INVASORI.

    MONE AL KUBO KOSI’ SI TROVANO SOLO DA STE KAX DI PARTI O BANDE..!!

    SALAM

  3. elio says:

    se ai cittadini del quartiere che senz altro hanno votato pisapia va bene così per possono pure …….tutti

  4. Austriacante says:

    Si ci hanno dichiatato guerra! Invadono il nostro Paese e se non avverra’ una rivolta da parte di chi e’ invaso…. sara’ fatta una grande PULIZIA ETNICA CONTRO I POPOLI ITALICI…..

  5. ingenuo39 says:

    il presidente dell’Unione padana. Belle parole: adesso che cosa fa’ di concreto per porre fine a queste situazioni che la gente è stufa di subire? Non è che sono le solite parole di un politico che corre il rischio di essere dimenticato dai suoi elettori? Si accettano risposte sincere.

Leave a Comment