Bernardelli: in quale Stato di diritto il governo requisisce la proprietà privata? Solo l’indipendenza ci rende liberi!

UOMO-CONTRO-LO-STATO

di ROBERTO BERNARDELLI – Gorino…. Ficarolo… Ma anche altri Comuni sono insorti contro il “sequestro” di proprietà private per farle occupare da stranieri che non sappiamo se siano profughi, se siano migranti per ragioni economiche entrati senza titolo perciò clandestini o altro. L’ultima battaglia in ordine di tempo si è consumata in provincia di Rovigo. E il braccio di ferro ha avuto un esito, ovvero la revoca da parte della Prefettura della requisizione dell’hotel ‘Lory’  che dal 15 novembre scorso ospita in via temporanea 15 immigrati richiedenti asilo. Modo elegante per non scrivere clandestini, perché non è politicamente corretto. La decisione è stata presa dal prefetto di Rovigo Enrico Caterino. Era ora! Il proprietario della struttura, Luigi Fogli, ha infatti trovato un accordo provvisorio mentre il Comune di Ficarolo si impegna a trovare nuovi alloggi per la sistemazione dei migranti, una volta che questi lasceranno l’albergo, mentre resta escluso l’arrivo di nuovi richiedenti asilo nel paese.

Cosa ci insegna questa lezione? Non solo che non viviamo in uno Stato di diritto, che la proprietà privata può essere requisita da un momento all’altro. Ma soprattutto ci dice che se il popolo dice basta, se i cittadini si sollevano contro il potere, possono vincere la battaglia contro l’autorità che si impone con ingiuste leggi. Questo ci dice che nulla è immutabile e che quindi anche questo Stato e la nostra condizione di sudditi non è eterna. Basta avere il coraggio di ribellarsi. La rivoluzione è questa e arriva dal basso, dalle nostre case. Gorino, Ficarolo e altri casi che purtroppo ancora verranno, sono il seme di questa libertà che si sta risvegliando. Ma solo l’indipendenza ci renderà liberi.

Presidente Indipendenza Lombarda

Print Friendly

Articoli Recenti

3 Commenti

  1. Castagno 12 says:

    L’ostinazione di GIANCARLO e della quasi totalità del popolo italiano fa anche tenerezza.
    I PIU’ NON VOGLIONO RICONOSCERE CHE LA CLASSE POLITICA ITALIANA E’ BEN DEGNA DEL POPOLO CHE RAPPRESENTA.
    SONO DA MANDARE A CASA GLI UNI E GLI ALTRI.
    Il popolo, anche bene informato circa i PRIVILEGI DELLA CASTA E LA QUANTITA’ DI DANNI da questa procurati, ha sempre continuato a VOTARE, a LEGITTIMARE I SUOI COMPONENTI.
    A parole, il popolo faccia pure l’indignato e prenda le distanze, ma i fatti confermano la stretta parentela POPOLO / POLITICI.
    La Costituzione in vigore ha privato il popolo della sua legittima Sovranità. I Padri Costituenti l’hanno negata.
    Di questo “SCIPPO” sono stati informati moltissimi italiani come pure i Movimenti, i FRONTI, le ASSOCIAZIONI che a parole dicono di opporsi al Sistema.
    NESSUNA DENUNCIA, NESSUNA PROTESTA, ANCHE IN OCCASIONE DI QUESTO REFERENDUM S I L E N Z I O A S S O L U TO !
    Il corso della Storia è inarrestabile. Per altre genti, non è difficile avere più forza, più determinazione degli italiani, POLITICI E POPOLO ACCUMUNATI, UNO VALE L’ALTRO: SI SONO INCONTRATI E SI SONO CAPITI.
    Anche oggi altri arrivi di invasori = LA PREPOTENZA – TOLLERATA – STA OPERANDO LA SOSTITUZIONE.
    E’ sottinteso che l’Indipendenza porta la LIBERTA’, la segnalazione è ovvia.
    Domando: “Qualcuno avrebbe già fornito al popolo indicazioni concrete circa le modalità per ottenerla ?”
    E’ il popolo che deve procurarsi l’INDIPENDENZA CHE CERTAMENTE NON PUO’ ESSERE FORNITA DAI POLITICI E DAL SISTEMA MONDIALE CHE CE L’HANNO TOLTA.
    ECCO PERCHE’ SIAMO SISTEMATI !

  2. Giancarlo says:

    Quando anche gli ultimi milioni di italiani si convinceranno che questa classe politica non è degna di loro e di noi, allora ci sarà la rivoluzione.
    Prima sarà pacifica come già sta avvenendo in varie parti d’italia……poi se le autorità continueranno ad andare per la propria strada, allora è facile prevedere che sarà violenta.
    Questo non è un incitamento alla violenza, ma la semplice constatazione logica di avvenimenti umani che anche nella storia più recente o meno sono avvenuti puntualmente quando il potere è fine a sé stesso.
    Il prossimo referendum è il banco di prova per il popolo italiano.
    O sarà capace di far sentire la propria voce alta e forte o perderà ancora ulteriore potere contro la casta politica ma non solo quella.
    Ho fiducia che questa volta saremo tutti uniti in una battaglia giusta e che i signori a roma dovranno prenderne atto e cambiare totalmente il loro modo di agire e legiferare.
    O si farà l’interesse del Popolo o niente pace sociale !!!
    Sarebbe ora che lo capissero prima che sia troppo tardi anche per loro………………
    WSM

  3. Fil de fer says:

    Parole sante caro Bernardelli !!
    Siamo arrivati anche a questo in questo bel paese…………….
    Questo governo se ne deve andare ed in particolare l’ALFANO di turno……il quale è a tutti gli effetti il responsabile primo di questa immigrazione e non tiene conto assolutamente delle frontiere italiane, dei cittadini italiani e della loro sicurezza. Quanto sono stati bravi ad arrestare i Serenissimi per una dimostrazione pacifica, lo ripeto pacifica……e dimostrativa…..poi sfociata in una feroce repressione con 10 anni di carcere e anni e anni di tormento. Qunado gli fa comodo difendono lo stato anche a sproposito…..quando gli fa comodo non gliene frega nulla dello stato e dei propri cittadini.
    Sono delle pecore…..per non prendere querele come fa Sbargi…. sono persone che prima le mandiamo a casa e prima salviamo il salvabile.
    Lo ripeto per i sordi o non vedenti : NON HO NULLA SUI PROFUGHI E IMMIGRATI IN GENERE, ma ho tutto contro questi politici menefreghisti , buonisti del caz…., senza ideali, etica, competenza etc..e.tc.. sono solo lì per occupare una poltrona e far valere i propri..” desideri”.
    W IL NO CONTRO QUESTO GOVERNO !!!!
    il resto è tutta nebbia per i gonzi italioti che credono ancora di vivere in un paese ” normale” !!!
    Certo che di gente senza cervello l’italia ne è piena purtroppo !!!!
    WSM

Lascia un Commento