Bernardelli e Reguzzoni: Grande Nord, al primo giorno di raccolta firme è già “plebiscito”

grande nordriceviamo e pubblichiamo

Inizia con il botto la campagna di raccolta firme di Grande Nord per presentarsi alle politiche e alla regionali del 4 marzo. Nel primo giorno di banchetti Grande Nord, il movimento fondato da Marco Reguzzoni e Roberto Bernardelli, ha subito centrato un obiettivo molto significativo: “A Milano abbiamo già raggiunto il numero di firme minime per candidarci alle elezioni politiche” annunciano Bernardelli e Reguzzoni, “Siamo soddisfatti, sembra proprio un plebiscito”.

La raccolta firme proseguirà a Milano e nelle altre città lombarde per le elezioni regionali, e in tutte le province del Nord per presentare le liste a Camera e Senato. “Ma – aggiunge Roberto Bernardelli – da Milano, città che da sempre anticipa le tendenze della politica nazionale, giunge un primo segnale confortante, che ci sprona ad andare avanti con determinazione per difendere e promuovere le istanze del Nord”.

“Milano tornerà ad essere grande Capitale del Nord” commenta il presidente del comitato Grande Nord della Città di Milano Angelo Valentino. “La gente è con noi – conclude Marco Reguzzoni – abbiamo l’ambizione di far tornare grande il Nord, con la spinta del popolo ci riusciremo. Noi non abbiamo avuto paura di confrontarci con la gente per raccogliere le firme, perché sappiamo di essere dalla parte del popolo del Nord abbandonato dalle altre forze politiche”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. caterina says:

    Io che sono indipendentista veneta tifo per tutti quelli che sentono la propria indipendenza come una necessita’ per sopravvivere e realizzarsi… infatti anche agli amici delle Due Sicilie che si dibattono per rinascere faccio lo stesso augurio… non c’e’ salvezza se non si recuperano I valori sedimentati in secoli di storia e rappresentano il meglio di quello che ogni popolo deve valorizzare di se’ e farne I punti di forza… ricchissimi come siamo, ci hanno ridotti a pezzenti sbeffeggiati dalla miriade di furbi a duecentomila e oltre senza nessun merito se non una poltrona da politico o burocrate nell’Italia ridicola di oggi ben rappresentata nella continua tragicommedia televisiva.

  2. giancarlo says:

    E’ da sperare che in futuro altre ” sigle” indipendentiste si aggiungano a GRANDE NORD.
    Nel VENETO farebbero bene tutti i movimenti indipendentisti a trovare una quadra e finalmente creare un unico movimento indipendentista Veneto.
    Chiunque persegue scopi diversi farebbe bene a lasciare stare e concentrarsi su ciò che non si può fare da soli e su ciò che si può fare tutti uniti e coesi.
    WSM

Leave a Comment