Berlusconi, il piffero e l’ennesima sinfonia dell’inganno

di CLAUDIO ROMITI

C’è da restare allibiti di fronte alla ripresa elettorale, segnalata in tutti i sondaggi, di Silvio Berlusconi. Dopo il disastro politico di un ventennio di mancate promesse, con in cima la famosa rivoluzione liberale, e di misure in aperto contrasto con quanto predicato -vedasi i pieni poteri concessi alla famigerata Equitalia-, ci si aspetterebbe una ulteriore e rapida discesa del consenso del Pdl verso percentuali poco più che residuali. Ed invece sembra essere in atto una rimonta -c’è chi accredita il Cavaliere anche sopra il 20%- che contrasta con i risultati effettivi di una azione di governo, soprattutto nella legislatura appena conclusasi, totalmente fallimentare.

Ma non basta, persino nelle ossessive argomentazioni che stanno caratterizzando la campagna mediatica dell’uomo di Arcore sono evidenti così  tante macroscopiche contraddizioni che, se vivessimo in un Paese normale, dovrebbero accrescerne il discredito politico. Ma, ahinoi, anche questa sorta di fenomeno paranormale dimostra che l’Italia tutto è fuorché un Paese normale. Tant’è vero che Berlusconi può permettersi, ad esempio, di spiegare  con una certa sicumera  al popolo dei telespettatori -lo sta facendo a raffica in ogni apparizione sul piccolo schermo- che il motivo di alcune riforme mancate è legato essenzialmente alla ingombrante presenza dei piccoli partiti nelle sue precedenti coalizioni. Ciò lo avrebbe costretto, di quando in quando, a subire i ricatti paralizzanti dei vari Fini, Casini e compagnia cantante.

Ebbene, è mai possibile che mentre suona il piffero, intonando questa ennesima sinfonia dell’inganno, contemporaneamente Berlusconi si renda artefice di un “nuovo” rassemblemant con un quantità smisurata di soggetti politici? Se fosse vero quanto sostiene, come potrebbe presentare con totale nonchalance un incredibile minestrone elettorale di 10, 15 o più formazioni, accusando poi la frammentazione politica di avergli legato le mani per oltre 10 anni di governo?  Se fosse coerente, butterebbe a mare ogni alleanza e si presenterebbe da solo, chiedendo un consenso pieno. Se non mirasse, come evidentemente si fa da sempre in questa valle di lacrime, a prendere il più alto numero di voti costi quel che costi (ciò in Italia ha portato il sistema pubblico a controllare il 55% del reddito nazionale), non gli passerebbe nell’anticamera del cervello di creare anche nel 2013 l’ennesimo mostro di Frankenstein politico-elettorale. E se, infine, anche l’irriducibile popolo dei tifosi del Cavaliere possedesse un minimo senso critico, comincerebbe ad accorgersi che nel suo messaggio “liberale” ci sono troppe falle. Tante e tali che, nel caso di una suo pur improbabile ritorno nella stanza dei bottoni, questa volta manderebbero definitivamente a picco la malandata zattera italica. Poveri noi!

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

17 Comments

  1. bill says:

    Non andrò a votare (e non posso votare Forza Evasori purtroppo) ma se arriva una condanna a Berlusconi sotto elezioni gli darò il mio voto

  2. Gian says:

    l’alternativa a Berlusconi è Vendola o Monti, due facce della stessa medaglia, per questo il Berlusca rimonta. fattene una ragione, ma per quanto il Berlusca sia criticabile è infinitamente meglio di Vendola & Co.

    mediaticamente poi è un asso, spolvera la sedia di travaglio e diventa simpatico anche a chi lo ha criticato e non lo vuole più votare.

    il nocciolo del problema non è che la maggior parte dei padani vota per berlusconi, il problema è che vota per un partito che non è autonomista/secessionista. Siamo dei pirla che votano per partiti italianisti e centralisti (io no).

  3. drago says:

    Claudio Romiti ha scritto un articolo che non fa una piega.
    Concordo pienamente con lui e mi spaventa l’epilogo del suo pezzo.
    Che fine faremo se vincerà questa accozzaglia di partiti e partini che si contraddicono fra loro. Si va dal Pdl alla Lega, Dal grande sud alla destra di storace.La lega che prende in giro i suoi elettori con la c…..ta della macroregione specchietto delle allodole per gli independisti seri che ancora ci credono perchè poi quando Maroni si siederà al tavolo con il grande sud o con i fratelli d’italia che gli racconterà.
    Ve lo dico io : nulla perchè lui è uno dei tanti domestici del cavaliere. L’unica cosa che potrà fare questa accozzaglia di partiti è quella di spartirsi le poltrone e ciulare di nuovo tutti gli italiani.

  4. nonnetto says:

    Nano 1 e gnomo2, Cicchitto, Dell’Utri, Cosentino, Bossi, fratelli ‘italia, il grande sud, Lombardo ecc. ecc. ancora. non se ne può più Questo è veramente il paese dei campanelli e dei quaraqua.
    Dall’altra parte Bersani , la Finocchiaro, la Bindi,
    Basta andate..a lavorare
    Non basta Fini e Casini ancora
    E’ finita non ancora ci mancava beppe grillo per completare l’opera.
    Io mi sono stancata di questi individui
    Unione Padana se ci sei e corri da sola io e i miei amici ti voteremo.
    Devi correre da sola per sognare l’indipenza e no le promesse e i compromessi dei vari Maroni, Salvini, Tosi.tutti cantastorie verificati in questi ultimi anni

  5. airis says:

    Unione Padana se corre da sola avrà il mio voto. Maroni dopo questa ennesima truffa con il cavaliere devi andare a lavorare insieme al trota perchè il mio voto non lo avrai più. Se Unione Padana fa l’apparentamento con la Lega io non voterò nessuno.

  6. drago says:

    Sono pienamente in sintonia con Salice triestino. Questi politicanti di basso livello devono andare tutti a casa. Io voterei solo unione padana se corre da sola.

  7. luna says:

    Dovete continuare a votare il nanerottolo di Arcore , Bossi e il traduttore simultaneo, il trota , Maroni , Brunetta , i fratellini d’italia ecc. ecc.Ma dopo quando il paese sprofonderà ci faremo 2 risate. Per i tre post precedenti:paulett la secessione se la vuoi fare con lega e pdl te la puoi proprio scordare.
    Ingenuo39 il tuo nome dice tutto lo gnomo di arcore ti ciula un’altra volta cosi diventi ingenuo40.
    Porcu a me piace la guardia del corpo del nano di Arcore.
    Infine per Massimo non ci sono parole 20 anni di c….te non ti sono bastate sei un masochista all’ennesima potenza.

  8. Salice triestino says:

    Dai commenti qui sotto deduco che in molti voteranno Berlusca solo perchè la sinistra è sinistra e gli altri (solo loro?) sono massoni. Invece la lezione da dare è non votare nessuno dei tre gruppi e se possibile dare il voto a qualche formazione indipendentista di provata fede indipendentista. E se questa non c’è nella propria circoscrizione, scheda nulla.

    • ingenuo39 says:

      Gia votare i partitini cosi facendo è come permettere ai leader di questi partitini, con idee condivisibili ma attuabili solo con una maggioranza, visto che siamo in democrazia, e la maggioranza non la avranno mai, potranno solo ricattare quei partiti che hanno bisogno del loro pochissimi voti e poi una volta raggiunto lo scopo fare quello che vogliono come al solito ricompensando, forse, questi pseudo leader. Bravo

  9. massimo says:

    Tra tutti è quello che dice ancora qualcosa di sensato oltre a qualche sciocchezza e poi è un liberale… meglio berlusca tutta la vita se l’alternativa è la sinistra o i tecnocrati massoni.

  10. Roberto Porcù says:

    A me Berlusconi piace ed il difetto che gli trovo è di circondarsi da caregari ché del suo programma elettorale se ne fottono e, quando se ne presenta il tornaconto, migrano in altra sponda.
    Hanno ragione gli “illuminati” a dargli addosso ché è l’unico che intralcia le loro macchine da guerra nell’avanzata verso il potere.
    Ad ogni elezione, il suoi partono già accettando la sconfitta, poi arriva lui, combatte anche per loro, vince e costoro guadagnano la seggiolina, salvo poi tramare alle spalle.
    Con il caso Marrazzo, a Roma sono state assassinate tre o quattro persone (anche per me sta scendendo l’oblio) e non ho notizia di indagini o altro, si attende la prescrizione.
    Che a Berlusconi piacciano invece le donne, lo abbiamo capito tutti, ma non mi sembra questo un peccato e p.m. stanno cercando l’impossibile: ma non hanno reati più seri ai quali dedicare il loro tempo pagato con i quattrini di Cittadini che si sentono circondati da una malavita impunita?

  11. ingenuo39 says:

    Lo sappiamo tutti che il berlusca è come dicono a Milano, ” l’è piscinin brutt e cativ” e personalmente da lui non comprerei mai un automobile usata. Premesso questo, visto che milioni di persone lo hanno votato e lo voteranno percio è come se gli avrebbero comperato un auto usata, penso, dopo un certo numero di autocatorci ci sara pure qualche usato di qualita? Dall’ altra parte che cosa hanno da venderci, auto usate, no, promesse di di un benessere comune o la risoluzione della fame nel mondo oppure dire che loro sono onesti e meglio di cosi non si puo fare per poi riempirci di tasse senza dirci dove vanno a finire i nostri soldi dimostrandoci, a parole, che loro non rubano e pertanto sono investiti bene. Si cercano soluzioni alternative.

  12. paulètt says:

    qualcuno di sta accorgendo che l’alternativa alle “balle” dell’inconcludente Berluska, è rappresentata da Bersani e Vendola (il tifoso dell’esproprio altrui, che non ha mai lavorato ma guadagna 175.000 €/anno) con il rientro di Monti & soci a far da stampella al PD

    ottime prospettive per i ciula padani che ancora credono nell’itaglia, non capendo che solo una sana e consapevole secessione potrà salvarci dall’inferno

Leave a Comment