Berlusconi straparla di tutto: “Ho fatto bene a salvare Alitalia!

di FRANCO POSSENTI

E’ un fiume in piena, dice tutto e il contrario di tutto, nega l’evidenza, ricatta politicamente i vecchi alleati e prende a male parole il premier che ha sostenuto fino a dicembre. ”Monti da Deus ex machina è diventato un leaderino come tutti gli altri e si è messo insieme ad una accoppiata, Fini e Casini, che te la raccomando…”. Lo dice ai microfoni di Teleradiostereo 92.7 (presto lo vedremo anche a Radio Zeta, tra una beguine e un walzer) il leader del Pdl, Silvio Berlusconi. ”Prevedo per Monti – prosegue – un ruolo da comparsa nello scenario politico con un tempo di permanenza molto stretto. Bersani è umanamente simpatico. Fa politica con idee molto chiare, è persona di buon senso. Peccato che si porti dietro l’ideologia e il carico di tasse. Il suo programma prevede infatti la patrimoniale e l’aumento dell’Iva”. Berlusconi conclude con l’appello a non disperdere il voto: ”Spero che gli italiani votino o per il Pd o per il Pdl. Non devono disperdere i voti verso i piccoli partiti che sono solo d’intralcio e che pensano solo ai loro interessi”.

Subito dopo, l’immancabile libro dei sogni, come se in questi venti anni non fosse stato lui (con la Lega) al governo per la metà del tempo ”Il mio primo provvedimento sarà l’avvio della riforma dell’architettura istituzionale (promessa almeno 4 o 5 volte in questi anni). Oggi in Italia il primo ministro non ha poteri, i tempi di approvazione di un disegno di legge sono troppi lunghi, la Corte costituzionale non è più un’istituzione di garanzia ma un organismo politico della sinistra. Per questo urge una riforma costituzionale”. Berlusconi ha aggiunto che al primo Cdm ”aboliremo l’Imu e poi ci dedicheremo alla riforma del marcato del lavoro e delle pensioni. I 4 miliardi dell’Imu sono poca cosa a fronte di una spesa pubblica di 800 miliardi di euro”.

E poi ancora: ”Dobbiamo farla finita di essere arretrati. In tutto il mondo il problema si risolve con i termovalorizzatori. Non hanno nessun impatto ambientale. All’estero si costruiscono nelle città anche vicino agli ospedali. Da noi no”, ha affermato Berlusconi sull’emergenza rifiuti. ”Sono stato a Napoli 58 giorni. Quando sono andato via ho invitato ad aumentare la raccolta differenziata, a costruire due termovalorizzatori, a fare due nuove discariche. Indicando i siti per le discariche e per i termovalorizzatori. Oggi a Napoli si risolve il problema dei rifiuti portandoli all’estero. L’Italia dimostra in questo modo di non essere in grado di fare da sola”.

Nonostante i conti in rosso della compagnia di bandiera insiste: ”Su Alitalia rifarei la stessa scelta. Il nostro paese non puo’ non avere una propria compagnia di bandiera. Se Alitalia fosse caduta nelle mani di Air France, conosco bene i francesi, tanti turisti sarebbero finiti a visitare i castelli della Loira invece che nelle nostre città d’arte”. Preparatevi, perchè domani potrebbe dire esattamente il contrario… ma dirà anche che quello che ha sostenuto qui sopra lui non l’ha mai detto. Ruby? Chi la conosce?

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

5 Comments

  1. Unione Cisalpina says:

    interessante konoscere la sua opinione anke sullo sperpero di soldi nostri (aggiornato ad oggi… senza ke si sia ankòra mosso un dito x fare lavoro vero) nel famigerato progetto del Ponte d’oro sikulo_kalabrosaudita” … 😀

  2. caio49 says:

    Infatti non si capisce perchè, ben sapendo che bel tomo è questo venditore ambulante, la Lega voglia allearsi con lui. Solo per le poltrone? O forse anche per i mega stpendi! Certo non per gli interessi di noi Veneti. Il tempo è scaduto e le balle non attaccano più. Beppe!!! Salvaci tu da questa masnada di piccoli dittatori.

  3. bob82 says:

    Silvio è oramai un ottimo comico e potrebbe tranquillamente andare a Zelig basta la sua voce per far ridere la platea..è veramente un fenomeno della natura da studiare sui libri di storia..praticamente usa lo stesso sistema dei genitori o dirsivoglia che visto che il malatino dice che la medicina è amara non gliela danno più….poi quando la situazione è drammatica bisogna chiamare lo specialista per salvare la vita al paziente vedi Monti…mi viene in mente anche una scena dove uno riempie un buco per terra ed il cane Silvio arriva e lo rifà di nuovo ditemi se non è cosi sono sintomi di demenza senile si chiama così..in una tv secondaria perchè rompe ovunque diceva alla giornalista cosa crede che se non fossi costretto sarei tornato alla mia età ma chi lo voleva ancora forse i mortacci suoi boh…

  4. Albert Nextein says:

    Alitalia doveva fallire.
    I dipendenti , poi , all’attacco della politica presso le sedi istituzionali.
    Con bastoni, armi, bombe.

    • Matteo montanari says:

      Ho lavorato nei dintorni di Malpensa per un po’ e di tanto in tanto persone del luogo mi raccontavano che i dipendenti Alitalia dopo il pranzo si facevano fatturare tutto e in più’ si compravano sigarette sempre a spese dell’azienda per cui un’azienda del genere doveva morire da subito ma prima di tutto i suoi dipendenti

Leave a Comment