Berlusconi: “Imu restituita a maggio”. E attacca Grillo

di REDAZIONE

Silvio Berlusconi ribadisce l’impegno sull’Imu e attacca a testa bassa i leader avversari. ”Al primo consiglio dei ministri, entro maggio, ridaremo alle famiglie quanto versato allo Stato con l’Imu, perche’ la casa e’ sacra. Cosi’ abbiamo fatto con l’Ici nel 2008” dice il leader del Pdl parlando a Campodarsego (Padova). Non solo. Berlusconi promette che se la coalizione di centrodestra vincerà le elezioni, verra’ restituita l’Imu anche per i fondi agricoli.

Quanto al suo futuro in caso di vittoria, il Cavaliere conferma l’intenzione di voler essere “un semplice ministro dell’economia e dello sviluppo, per fare una politica della crescita per sostituire quella dell’austerita’ dell’ultimo governo”. Ritornando poi sugli annunci dei giorni scorsi, Berlusconi ribadisce che “nel programma della mia maggioranza non ci sono ne’ il condono tombale, ne’ il condono ne’ l’amnistia, anche se io sono favorevole a tutte e tre le cose”. Quindi va all’attacco di Bersani, e replica alla ‘battuta’ del rivale sul detto orami famoso di ‘smacchiare le macchie ai giaguari’. “Mi piace il fatto che Bersani possa macchiare le macchia al giaguaro, ma voglio dirgli che sotto le macchie non torvera’ un giaguaro ma un leone”. “Il Pd e la sinistra puntano il dito contro le proposte di Berlusconi, ma non ne fanno nemmeno una” afferma il leader Pdl. “Ieri sera, in un programma tv dove tutti erano contro di me, ho chiesto se mi sapessero indicare tre proposte fatte da Bersani e dal Pd: nessuno ha saputo rispondere, silenzio assoluto”. “Le loro proposte sono proposte in negativo. Io ho buttato li’ un’idea, sperando che qualcuno la raccolga. Meglio un’idea che niente”, ha detto il Cavaliere riferendosi alla sua proposta sulle assunzioni dei giovani defiscalizzate e la creazione’ di 4 milioni di nuovi possibili posti di lavoro.

Berlusconi punta il dito anche contro il movimento di Beppe Grillo. “L’85% dei candidati del Movimento 5 Stelle viene dall’estrema sinistra o dai centri sociali” afferma. “Quello di Grillo e’ un partito di protesta, legittima, perche’ tutti ci siamo scandalizzati di fronte agli scandali della politica, ai Fiorito, ai Lusi, di quest’anno”. “Ma noi siamo andati a vedere l’85% dei candidati di Grillo viene dalla sinistra estrema, estremissima e dai centri sociali quindi, attenti”, avverte il Cavaliere.

Un nuovo attacco poi ai partiti più piccoli. ”I partitini non portano da nessuna parte perche’ non raggiungeranno il quorum” sottolinea il leader del Pdl. ”Ci sono solo due opzioni vere: o il piu’ grande partito della sinistra o il piu’ grande movimento della liberta’, il Pdl”. ”Noi siamo l’unico paese al mondo – aggiunge Berlusconi – in cui c’e’ la par condicio. E’ una norma che va esattamente nella direzione opposta rispetto a quella che anche il Pd dice di essere la soluzione migliore: il bipolarismo,come accade negli Usa”. ”I piccoli partiti – avverte Berlusconi – sono un disastro perche’ guardano sempre e solo al loro particolare interesse perche’ si identifica con l’ambizione politica dei loro piccolissimi leader”.

Commentando poi l’accordo a Bruxelles sul budget europeo per il periodo 2014-2020, il Cavaliere parla di “contentino”. ”Per quanto mi riguarda il risultato ottenuto da Monti al Consiglio europeo e’ un contentino. Non credo dobbiamo essere contenti”. Il leader Pdl replica infine al premier romeno secondo il quale un’Italia governata dal Cavaliere sarebbe come la Romania di Ceausescu. “Bene. Cosi avro’ i poteri che non ho mai avuto” afferma Berlusconi.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

3 Comments

  1. Dan says:

    Stamattina prometteva di restituire l’imu entro tre mesi, adesso entro cinque. Per domani pomeriggio sarà entro dicembre ?

  2. nomenade says:

    dai centri sociali…quindi?
    Attenti? a cosa?
    Ma va cagá Napoletano nato a Milano per sbaglio…

  3. elio says:

    vengono dall’estrema sinistra…forse, ma i voti gli toglie alla desta, hai visto mai che un cattocomunista anche se scopre chi suoi sono più ladroni degli altri cambi bandiera?

Leave a Comment