Berlino: incostituzionale addestrarsi per andare in Iraq. Merkel molla Obama e va a Est

di ELSA FARINELLIobama-barroso-merkel

Il fallimento di Obama in Medio oriente rimbalza su Angela Merkel. E all’interno del governo di Berlino rischia di scoppiare un dibattito sulla legittimità della missione di addestramento della Bundeswehr in Iraq. In una perizia legale presentata il 9 gennaio scorso, e consultata dal settimanale tedesco “Der Spiegel”, l’Ufficio scientifico del Bundestag sostiene infatti che la missione militare tedesca non godrebbe di “alcun mandato costituzionale”.

Fermi tutti. Un po’ come si fece per il fiscal compact. La questione è che il governo tedesco intende inviare in Iraq un centinaio di militari per addestrare le milizie curde peshmerga in lotta contro lo Stato islamico. Il Parlamento dovrebbe esprimersi a fine gennaio, ma diversi partiti di opposizione, e a questo punto anche i giuristi del Bundestag, sostengono che la missione non risponda ai dettami dell’art. 24 della Legge fondamentale tedesca, che consente al paese di tutelare la pace soltanto attraverso un “sistema di sicurezza collettiva reciproca”.

Detto fuori dai denti, l’operazione non rientrerebbe, questa volta, nei requisiti. E  la coalizione internazionale mobilitata dagli Usa contro lo Stato islamico, è fuori dagli obiettivi della Costituzione tedesca.

La Germania spinge verso Est, più che verso Ovest.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Leave a Comment