Bergoglio, la misericordia e il perdono uber alles

aborigeni-danza-ritualedi MARCELLO RICCI – Bergoglio con un’ impressionante apertura laicista ha invertito la rotta sull’aborto. In perfetto stile concordatario il Vaticano si allinea con le leggi dello stato che lo pratica  a spese della collettività.            Salve le motivazioni di ordine sanitario, giuridico e anche sociale implicite in uno stato laico, spaventa che il Vaticano si allinei e si appiattisca sulle tesi laicistiche. Non si potrà più dire: dare a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio. E’ questa un osservazione fuori luogo. Dio e il Vaticano frequentemente non convergono, anzi esprimono concetti opposti.                                                                             

La Chiesa nel passato, anche a volte commettendo errori, si è mossa con prudenza nel recepire i cambiamenti sociali. Si è sempre comportata come avviene per le variazioni del lingua parlata che con una certa lentezza sono recepite dalla lingua scritta. E’ impressionante che la  “ misericordia “ sia per delinquenti, ladri, invasori. Le vittime sono doppiamente tali perché non hanno la giusta considerazione. Cristo salì sulla Croce immolandosi per salvare tutti i credenti anche se peccatori purché  pentiti. Oggi la chiesa di Bergoglio assolve anche chi uccide in nome del denaro, come i sanitari che praticano l’aborto per mestiere.      Bergoglio, chi sei tu?

Print Friendly

Articoli Recenti

3 Commenti

  1. Padano says:

    La rabbia e il bergoglio.

  2. caterina says:

    mah.. il concetto di perdono è forte nella religione cattolica… Gesù sulla croce lo assicurò a colui che poi fu definito il buon ladrone… che lo invocò, mentre stava pagando il conto con gli uomini morendo anche lui in croce… come dire che il perdono di Dio non è l’amnistia degli uomini…. e qui ci si può domandare: come e a chi si paga il conto di un aborto?
    Il non nato non ha diritti, e per tanto tempo addirittura si è anche pensato che non avesse l’anima… insomma, chi non soffre non è neppure soggetto a risarcimento… tutto il peso delle proprie azioni è sopportato da chi le commette… a chi dovrebbero pagare?

  3. Gianluca M. says:

    Ma perché questi attacchi gratuiti al Papa????

    Ma dove “ha invertito la rotta sull’aborto”?????

    Perché ci si ostina a scrivere queste cose???

    Forse prima l’aborto non era “perdonabile”?

    Se ci si pente e SOTTOLINEO SE CI SI PENTE tutti i peccati vengono perdonati.

    L’unica differenza è che , prima, tale peccato poteva venire assolto SOLO dal Vescovo, dai penitenzieri scelti da quest’ultimo e dagli ordini mendicanti. (come ad esempio i Francescani) mentre ora tutti i sacerdoti hanno la facoltà di dare l’assoluzione.

    E allora dove sarebbe “l’inversione di rotta”?????

Lascia un Commento