Bergamo, la chiesa degli ex ospedali (controllata da Regione Lombardia) all’asta va ad associazione musulmani

rassegna stampa

Bergamo, la chiesa degli ex ospedali messa all’asta va all’associazione dei musulmani

La prima dichiarazione: «Manterremo la destinazione urbanistica come luogo di culto». La cessione da parte dell’azienda ospedaliera Papa Giovanni, controllata dalla Regione, vale più di 400 mila euro. Il Pd ironizza sull’asta voluta dal Pirellone di centrodestra

Bergamo, la chiesa degli ex ospedali messa all’asta va all’associazione dei musulmani

Da un culto cristiano (ortodosso) a quello islamico. Dalla Regione Lombardia che ha messo negli anni parecchi paletti urbanistici contro l’edificazione di nuovi luoghi di culto, alla stessa Regione che tramite un ospedale (suo controllato), vende la chiesa degli ex Ospedali Riuniti di Bergamo, che viene comprata dall’Associazione musulmani della città a oltre 400 mila euro. E non è un caso che i due esponenti dell’Associazione musulmani presenti stamattina (giovedì 25 ottobre) all’apertura delle buste dell’asta all’ospedale Papa Giovanni XXIII, abbiano subito dichiarato che la loro intenzione è «mantenere la destinazione della chiesa come luogo di culto».

La cappella degli ex Ospedali Riuniti di Bergamo dal 2015 era utilizzata dalla comunità romena ortodossa, che ha partecipato all’asta, dopo il bando pubblicato a metà settembre dall’ospedale. Ma l’offerta dei fedeli islamici ha battuto tutte le altre, con 418 mila euro.

Una prima reazione arriva proprio dal Comune di Bergamo, guidato dal centrosinistra con il sindaco Giorgio Gori. «Fa abbastanza sorridere che la Regione, dopo essersi accanita per anni contro le religioni, ora venda un’area già destinata al culto all’Associazione dei musulmani. Chi per anni si è accanito ora viene beffato, ma pregare non è una colpa».

fonte www.bergamo.corriere.it

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Ric says:

    La notizia ci informa che i musulmani hanno più soldi degli altri ;
    che l’ osservanza è fideizzazione nei rapporti di forza e di potere con imprimatur assoluto della finanza che da mezzo diviene fine .
    L’avvento delle religioni nel tragitto storico , non hanno rappresentato presupposto di evoluzione come la macchina a vapore di James Watt o della PENNICILLINA di Fleming Alexander , ma hanno complicato tremendamente l’esistenza umana divenendo , da strumento spirituale a coacervo retrivo , culto della morte .
    Senso di colpa e del peccato , cavalli di battaglia delle psicopatie associate , si sono sommate le schizofrenie delle astrazioni pretestuose dello stato e di tutte le entitá parassitarie autopoietiche impositive , il voler governare l’altrui diritto di vivere la propria esistenza .
    L’effetto Pigmalione di chi governa qualcosa è indotto dall’illusione di mediazione dei sottoposti impotenti a decidere a fare , un ragionare per conto terzi che induce a sragionate . Ecco perché disintermediare diviene fondamentale , responsabilitá individuale impone partecipata evoluzione individuale e non delega assistita!
    Il simbolismo rappresentativo è la forma più arcaica di comunicazione , che nella fattispecie ci sta dicendo chi comanda , “ chi ce l’ha più lungo e duro , che te lo ha giá infilato in quel posto , frocetto consumista, perbenista cattocomunista egoista , narcisista , accumulatore anale , edonista vigliacchetto “! .
    Totem e tabù in chiave epocale , forme di fuga dalla libertá che come scopriamo ogni giorno deve divenire il vero impegno dell’esistenza alla condizione minima per tenerla in piedi , hub di partenza per il faticoso proseguo evolutivo .
    L’arte a vivere abbisogna di libertá , precondizione di ragione ed intelligenza che impongono ritmi costruttivi di lavoro e studio ma fisiologici ad un salutare esistere .
    In caso contrario è malattia che trasfigura , corrode , decompone , e non trasforma in meglio una pretestuosa illusione del continuum ; l’abbandono per “soldi” dall’orgoglio identitario dell’ io , non solo spersonalizza e marginalizza in frustrante alienazione , ma realizza di fatto concime liofilizzato pronto all’uso , cioè tutti noi a connotare siffatta notizia , bollettino della nefandezza , del trionfo dell’incompiuta , elegia del “nonsense “, del come malamente finisce ogni forma non più sostenuta dallo scheletro , non più irrorata di linfa vitale , di pensiero , passione , desiderio ardente .
    Ecco perché è una news senza destino da contrapporre al simbolismo comunicativo di chi un senso lo attribuisce , eccome , con una sua finalitá concreta : l’esproprio di un valore morto volturato con un altro, vivo e vegeto , potente e padrone .
    Le puttane la danno a chi paga , niente di nuovo o di originale ; i rintronati rincoglioniti , meno di valore delle puttane , i gestori ed i politici , sacerdoti sconsacrati , svendono il culo altrui e l’entitá simbolico religiosa di morente popolo .
    Altra cosa sarebbe , per uscire liberati dalla morsa della pazzia sistemica , almeno prima di morire e scomparire , riappropriarsi del coraggio per vedere chiaro e parlare altrettanto .
    In tal senso qualche segnale di risveglio arriva dalle urne e , anche se ininfluente , a testimonianza di climax di cauta speranza .

Leave a Comment