Benzine, l’aumento dell’Iva farà perdere 1 miliardo all’erario

di REDAZIONE

”In Italia la domanda di energia e’ tornata indietro di 20 anni. Il calo e’ stato particolarmente vistoso per le vendite di carburanti che hanno ormai superato la soglia dell’anelasticita’ rispetto al prezzo e l’aumentata imposizione fiscale (il 20% in piu’ per la benzina e il 28% per il gasolio nel 2012) ha depresso irrimediabilmente i consumi”. Ad affermarlo e’ il neo presidente di Up, Alessandro Gilotti.

Sempre Giolitti: “Se l’aumento dell’Iva ordinaria dal 21% al 22% dovesse essere confermato, i prezzi dei carburanti crescerebbero di 1,5 centesimi l’anno ma, per il calo dei consumi, l’erario perderebbe comunque nel 2013 circa un miliardo di euro”.

Lo scorso anno il calo del pil è stato del 2,4%, mentre la flessione per i consumi di energia è stata del 3,4% a 177,8 milioni di tonnellate di petrolio equivalenti. Il petrolio ha segnato un -8,1% e con 63,6 milioni di tonnellate di petrolio equivalenti è tornato ai consumi di fine anni ’60. Invece il gas è sceso del 3,9%, attestandosi a 61,4 Mtep, un valore analogo a quello di 10 anni fa.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

4 Comments

  1. limar says:

    Dov’è la copertura finanziaria per l’aumento dell’IVA?

  2. Maciknight says:

    Ben presto allo stato non rimarrà altro da fare che scoprire la maschera e rivelarsi per quello che è veramente, oltre al monopolio della violenza manifesterà anche il monopolio del parassitismo e del saccheggio, confiscando la ricchezza non più solo con la pressione fiscale e le tasse occulte ma direttamente, con qualsiasi forma di estorsione e prelievo forzoso. Non manca molto ormai e solo quelli che non vogliono capire e neppure vedere non se ne vogliono accorgere accorgere perché finora magari hanno raccolto le briciole alla mangiatoia …

  3. Trasea Peto says:

    Lo scopo non è ottenere più entrate statali, ma eliminare il privato per lasciare spazio libero allo Stato.

  4. Luca says:

    Non credo che l’aumento delle tasse porterebbe ad un calo delle entrate. Quando si tratta di fotterci i soldi, purtroppo, il governo è bravissimo a fare i conti.

Leave a Comment