Bene, bravo, bis! Tutto il mondo si congratula con Obama

di REDAZIONE

La cancelliera tedesca Angela Merkel si è felicitata per la rielezione di Barack Obama, sottolineando la collaborazione Usa-Germanua. “Ho apprezzato particolarmente le nostre numerose discussioni, in particolare quelle su come superare la la crisi economica e finanziaria mondiale”, afferma in un comunicato.

VAN ROMPUY, MOLTO FELICE PER RIELEZIONE OBAMA – Il presidente del Consiglio Ue, Herman Van Rompuy, si è detto “molto felice” per la rielezione del presidente Barack Obama. Van Rompuy ha postato il suo commento su Twitter.

NETANYAHU, PATTO CON USA PIU’ FORTE CHE MAI – “Il patto strategico fra Israele e Stati Uniti è più forte che mai. Continuerò a lavorare con il presidente Obama per garantire gli interessi essenziali per la sicurezza dei cittadini di Israele”. Lo ha detto il premier Beniamyn Netanyahu nel primo commento sulla rielezione di Barack Obama. L’ufficio del primo ministro ha fatto sapere che già oggi Netanyahu si incontrerà con l’ambasciatore Usa in Israele Dan Shapiro.

BAN SI CONGRATULA, LIETO LAVORARE ANCORA CON OBAMA – Il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-Moon, si congratula calorosamente con il presidente americano Barack Obama per la sua rielezione. “Sono lieto di poter continuare a lavorare con lui e con la sua amministrazione”.

CAMERON, CONGRATULAZIONI AL MIO AMICO BARACK OBAMA – “Complimenti calorosi al mio amico Barack Obama. Sono impaziente di continuare a lavorare insieme”. Così il primo ministro britannico, David Cameron, in visita ad un campo profughi siriano in Giordania, ha twittato dopo la rielezione del presidente americano.

HOLLANDE, ‘FELICITAZIONI PIU’ CALOROSE’ PER RIELEZIONE – Il presidente francese, Francois Hollande, ha espresso le “felicitazioni più calorose” a Barack Obama, rieletto alla Casa Bianca. Lo si è appreso dall’Eliseo.

FRATELLI MUSULMANI, POLITICA NON CAMBIA – Con la vittoria di Barack Obama la politica Usa verso il mondo arabo non cambierà. E’ quanto ha twittato Essam el Eryan, numero due del partito dei Fratelli musulmani, Giustizia e Libertà sostenendo che gli arabi devono contare su se stessi e sulle proprie risorse e che l’Egitto deve lavorare per costruire il paese. “Senza dominazione americana l’Egitto è capace di fare la sua costituzione e il suo regime democratico, che potrà essere il sogno di tutta l’Africa e del terzo mondo”.

PREMIER GIAPPONE SI CONGRATULA CON BARACK OBAMA – Il premier nipponico Yoshihiko Noda si congratula con il presidente Usa, Barack Obama, per la sua rielezione alla Casa Bianca grazie alla vittoria registrata contro lo sfidante Mitt Romney. “Il mio auspicio – ha commentato Noda in conferenza stampa – é di poter continuare a collaborare con lui”.

GRECIA: RIELEZIONE SENZA DUBBIO UNA BUONA NOTIZIA – “La rielezione di Barack Obama è senza dubbio una buona notizia per la Grecia (e l’Europa in generale) dal momento che il presidente americano ha più volte sostenuto la Grecia al contrario di Mitt Romney che non ha perso un’occasione per additare la Grecia come esempio da evitare”. E’ questa, in linea di massima, come scritto stamani da Newsite, l’opinione espressa dai media ellenici a proposito della rielezione di Obama alla Casa Bianca. Pochi, sinora, i commenti sui giornali, andati in stampa prima dell’annuncio della vittoria di Obama. Questi alcuni dei titoli pubblicati nelle edizioni ribattute. To Vima: “Obama: Ancora quattro anni”; Ethnos: “Obama rieletto Presidente”; Ta Nea: “L’America ha votato di nuovo Obama”; Capital: “Barack Obama rieletto Presidente degli Stati Uniti”.

CINA SI CONGRATULA PER LA RIELEZIONE – La Cina si è congratulata con Barack Obama per la sua rielezione. Il portavoce governativo Hong Lei ha affermato che il presidente Hu Jintao e il premier Wen Jiabao hanno inviato a Obama messaggi di congratulazioni. Il portavoce ha aggiunto che il vicepresidente Xi Jinping, che la prossima settimana dovrebbe succedere a Hu Jintao nella carica di segretario del Partito Comunista Cinese, ha inviato un analogo messaggio al vice di Obama, Joe Biden.

ANP SI CONGRATULA, SIA UNA PRESIDENZA DI PACE – I palestinesi sperano che con il rinnovato mandato “la presidenza di Barack Obama sia una presidenza di pace, stabilità e democrazia nel corso della quale venga realizzato il principio dei ‘Due Stati’ ed Israele si ritiri lungo le linee antecedenti la guerra del 1967”. Lo ha affermato il negoziatore capo palestinese Saeb Erekat. Erekat ha anche espresso la speranza che già nelle prossime settimane gli Usa assecondino l’iniziativa di garantire alla Palestina la qualifica di ‘Stato non-membro’ alle Nazioni Unite.

INDIA SI CONGRATULA, SPERA IN LEGAMI PIU’ FORTI – L’India si è congratulata oggi con Barack Obama per la sua rielezione augurandosi “un rafforzamento del legame tra India e Stati Uniti nei prossimi anni”. Lo riferisce un comunicato del ministero degli Esteri. “Il governo e la nazione si congratulano con il presidente Obama – si legge – per aver ottenuto suo secondo mandato dai cittadini americani che si sono pronunciati seguendo la grande tradizione democratica del loro Paese”. Riferendosi ai “comuni principi e valori democratici”, New Delhi si aspetta di “continuare il rafforzamento e l’approfondimento delle relazioni in molteplici settori tra India e Usa”. Il presidente della Repubblica Pranab Mukherjee e il premier Manmohan Singh hanno inviato messaggi personali.

UE SI CONGRATULA PER RIELEZIONE – Le più “vive congratulazioni” a Barack Obama per la sua rielezione a presidente degli Stati Uniti sono state espresse in una nota dai presidenti della Commissione Europea José Manuel Barroso e del Consiglio Ue Hermann Van Rompuy. “Gli Stati Uniti sono un partner strategico dell’Unione – si sottolinea nel comunicato – e intendiamo portare avanti la stretta collaborazione già stabilita con il presidente Obama in questi anni per rafforzare ulteriormente i nostri legami bilaterali e affrontare insieme le sfide globali, in particolare nei settori della sicurezza e dell’economia”. “La creazione di sviluppo e lavoro – evidenziano ancora Barroso e Van Rompuy – restano le priorità di Ue e Usa e noi continueremo a lavorare con Obama per sbloccare il potenziale senza paragoni costituito dal mercato transatlantico. Siamo anche pronti a continuare la nostra intensa collaborazione in materia di politica estera per l’affermazione dei valori comuni e attendiamo di incontrare il presidente americano al più presto per riconfermare le nostre priorità e dare nuovo impeto alle azioni comuni”. (Ansa.it)

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

2 Comments

  1. gigi ragagnin says:

    anche il Dalai Lama si congratula. anch’io.
    cosa avrebbero detto se avesse vinto quell’altro ?

  2. Max says:

    Il presidente della Ue ed Obama erano insieme in Virginia,all’incontro dei Buildeberg. Ma anche il leader ebreo era in Virginia.Ma che strana coincidenza,tutti a prendere ordini dal governo ombra?

Leave a Comment