I bookmaker inglesi hanno sbagliato. La Bellon è arrivata ultima

di TONTOLO

A leggere i comunicati che ha mandato il suo portavoce, già suo ex, alla redazione di questo giornale c’è da rimanere basiti. Roba forte, pesante – scritta sotto l’effetto di qualche “ombra” forse -, che però ci sembra fare a pugni col risultato ottenuto a Treviso dalla signorina Bellon ed Indipendenza Veneta. Leggiamo insieme:

TITOLO 1: I bookmaker inglesi: Alessia Bellon prossimo sindaco di Treviso. Ciumbia! E’ datato 20 maggio e riporta queste parole: “Per quanto riguarda il sondaggio utilizzato da Ladbrokes a contendersi infatti la poltrona di sindaco sarebbero nientemeno che Alessia Bellon e Giovanni Manildo, con il secondo che nel primo turno prevarrebbe con il 28% dei voti, contro il 20% dell’unica candidato sindaco donna. Nel secondo turno il sondaggio prevede invece il sorpasso di Alessia Bellon, con un netto 56% contro il 44% del rappresentante del centro-sinistra che non riuscirebbe a sfondare nell’elettorato moderato, com’è ovvio che sia a Treviso”. La neo-sindachessa trevigiana è stata la meno votata della città, con un 2,1% personale e l’1,83% della sua lista. In attesa del ballottaggio ovviamente…

TITOLO 2: Alessia Bellon: Troppe risorse sul Giro e poche per l’emergenza nubifragio. Inoltre: “Alessia Bellon, in “maglia rosa”, ha presentato il programma e diventa il candidato sindaco più popolare in rete”. Per come è andata, mi sa davvero che ha “sbusato” la gomma…

TITOLO 3: Alessia Bellon: “Daremo un assegno sociale di 150 euro a ogni famiglia per compensare le troppe tasse comunali”. Un po’ poco venetista, ma molto napoletan-berlusconiana come strategia. Colpa degli elettori che non l’hanno capita, però. Probabilmente stanno aspettando la restituzione in contanti dell’Imu promessa da Brunetta, loro corregionale. Eppure il suo “spin-doctor” aveva anche rilanciato paragonandola ad eroici, e leggendari, personaggi del passato: “Alessia Bellon come Robin Hood: “Io difendo i cittadini di Treviso, i miei concorrenti sono statalisti”. Per ora, lo sceriffo di Nottingham dorme ancora sonni tranquilli…

TITOLO 4: Alessia Bellon: “un taglio agli errori del passato, idee chiare e democrazia diretta per ridare il sorriso a Treviso”. Questo comunicato è precedente agli altri due e dice: “Nessuno di loro (i candidati avversari, nda) merita la fiducia dei trevigiani. Non la merita Manildo, che ha il record di assenteismo in consiglio comunale e ha una visione statalista e dirigista. Non la merita Zanetti, che in cambio di un seggio al senato ha regalato Treviso all’orda leghista, non la merita Mauro che fino a ieri faceva colazione con loro, non la merita Gnocchi, il cui gruppo in 5 anni di consiglio comunale ha dimostrato di non essere in grado di portare alcun risultato concreto. E non la merita ovviamente Gentilini, che in 20 anni ha portato Treviso ad essere una città fantasma che oggi ha paura persino del placido fiume Sile”. Ma come, se la prende anche con il vecchio “sceriffo” (non di Nottingham) razza Piave? Ma se il loro presidente onorario, Alessio Morosin, con tanto di applausi e battimani, lo aveva iscritto d’ufficio a Veneto Stato (quando questo era il nome di IV, prima che perdessero la causa con l’altra metà del partito)? Cliccate qui, questo è il video. Oppure anche questo.

TITOLO 5: A Treviso l’italianista Gentilini ostaggio degli indipendentisti veneti di Alessia Bellon. Continua così: “La cosa appare abbastanza paradossale per un vecchio nostalgico italianista come Giancarlo Gentilini, al secolo “lo sceriffo”, ma il suo destino nel ballottaggio appare ora legato in modo decisivo alle indicazioni di voto che darà Indipendenza Veneta. Sommando infatti i voti delle coalizioni in lizza nel capoluogo della Marca e dei probabili orientamenti di voto già emersi dopo un giorno, i due contendenti paiono incollati perfettamente in un perverso equilibrio che li vede entrambi al 49%. Per conoscere le sorti di Treviso diventa quindi fondamentale la scelta che farà Alessia Bellon…”. 

Ora, io che son Tontolo ma non Tontolon, lo dico da un pezzo che Gentilini è un po’ come Tosi, attaccato più al tricolore e al fascio Littorio che non al Leone di San Marco. Ma a Vedelago (sempre nel trevigiano), dove Indipendenza Veneta ha raccolto il 17,93% dei consensi, è stata eletta Cristina Andreatta (foto) che, come prima uscita s’è presentata in pubblico con un bel mazzo di fiori bardato di un fascione “verde-bianco-rosso”.  Ah forse son mi el mona, go capio: dev’essere che la via dell’indipendenza assomiglia a quella per l’inferno. E’ lastricata di un sacco di buone intenzioni…

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

72 Comments

  1. Daniele says:

    Da quanto mi pare di capire questo articolo é scritto da tal a Bettino Torniego Pan Voevoda Pulverario Pago Serenissimo Principe…
    Personaggio a mio parere con gravi scompensi e disturbi dell’identità…
    Il fatto stesso che questo sito/rivista dia spazio a personaggi del genere sarebbe motivo valido per smettere di seguirne le gesta.
    Spero solo non sia così.
    Saluti.
    Daniele Smeraldi

    • IL SERENISSIMO PRINCIPE FA SAPERE CHE..... says:

      NON SI ACCETTANO LEZIONI DI STILE E MORALE, DA CHI FALSIFICA FIRME DAL LONTANO 2009 E HA UNA SENTENZA CHE CONFERMA L’IMBROGLIO PERPETRATO DURANTE LE ELEZIONI A VERONA.

      NON SI ACCETTANO LEZIONI DI STILE, DA AVVOCATI CAREGARI E PROF. FALSI !!

      SE LE VOSTRE RISPOSTE AL SIG. BETTINO IN QUESTIONE SONO OFFESE….AD AVERE PROBLEMI SIETE VOI…NON LUI; PREGO !!

      DETESTO I DEMENTI SENZA CONOSCENZE, CHE PRETENDONO DI FAR POLITICA AD ALTRI ANCORA PIU’ DEMENTI. MA CHE FAMIGLIE VOLETE FONDARE …FAMIGLIE DI BUGIARDI ???

      SCUSATE I BOOKMAKERS INGLESI SONO AMICI DEL PROF. AMERICANO ???? VERITA’ ASSOLUTA ????

      AUGURI !!!

      • il principe dei parassiti says:

        Presto qualcuno ti verrà a trovare.prepara i rinfreschi perchè ce nè sarà bisogno.

        • IL SERENISSIMO PRINCIPE FA SAPERE CHE..... says:

          Anch’io presto passerò nelle sedi opportune per denunciarvi…non temete …FALLITI E FALSARI DELLE CAUSE PERSE !!

  2. IL SERENISSIMO PRINCIPE FA SAPERE CHE..... says:

    PARLARE DI SUCCESSO A VEDELAGO…E’ VERAMENTE UNA PRESA IN GIRO !! DIRE CHE IL 6 OTTOBRE CI SARA’ UN REFERENDUM QUANDO NON E’ STATO DATO COMUNICATO UFFICIALE DA NESSUNO E I GIURISTI STANNO ANCORA DISCUTENDO, VUOL DIRE PRENDERE PER I FONDELLI I VENETI CLASSIFICANDOLI IGNORANTI E BOCCALONI COME I LEGHISTI !! MA AVETE MAI PRESO IN MANO UN LIBRO DI DIRITTO ????? ANDATE A STUDIARE CON I VOSTRI AVVOCATI CHE NON SANNO RISPONDERE ALLE DOMANDE !! TUTTI DA RADIARE !! CAZZO…UNA LEGGE REGIONALE SUPERIORE AL RANGO COSTITUZIONALE….QUESTA E’ VERAMENTE FOLLIA PURA, L’ELOGIA ALL’INGEGNO SENZA GENIO DEGLI INGEGNERI !!

  3. fabio ghidotti says:

    (rispondo a Santo (ore 10e36) qui perchè il “replay” non mi si mette al posto giusto).
    Non mi interessa se il Veneto “farebbe volentieri a meno” di me, perchè veneto non sono, non vivo in Veneto, e infatti mi sono subito chiamato fuori dalle vostre baruffe chiozzotte.
    Quello che ho cercato di ricordare a certi Veneti (che a volte paiono più saccenti dei Romani) è che l’odio verso le “caste” è puro qualunquismo. La “burocrazia” e il “malgoverno” NON sono una devianza di qualche ladro e approfittatore. Sono il normale comportamento di chi ha voluto questo aborto chiamato italia, oppure l’ha subito e per vendetta l’ha poi colonizzato e lo usa a propri scopi, anche solo sadici. Insomma, come si dice, “il difetto è nel manico”.
    Colgo l’occasione per esprimere la mia trepida curiosità per il contenuto effettivo del quesito referendario. Due ipotesi: o sarà “all’acqua di rose”, oppure il suo risultato sarà la tomba del separatismo per un altro mezzo secolo.
    Altrimenti, perchè mai la risoluzione 44 sarebbe stata votata da partiti italiani? Certo, è stata una novità perchè ha fatto cadere un tabu teologico, ma da qui a parlare di popolo separatista (basta leggere Santo…) ce ne corre…

  4. caterina says:

    quanto livore…quanta gente in malafede, dall’autore a metà dei commenti… che delusione! si pensa di essere fra amici interessati ad argomenti comuni…ma meglio scoprirlo prima!
    Complimenti a Cristina Andretta, raggiante con l’omaggio floreale dei suoi sostenitori! Farà bene il sindaco e certamente saprà sostenere la causa per il referendum..
    E’ donna ed è giovane…si può ben sperare!

  5. alvise says:

    Grande Tontolo!!! Veneti svejaaaaaaa…chissà cossa ke se inventerà IV sol referendum del 7 ottobre 2013……e pensare ke ghe xe ancora chi che ghe crede…..

  6. gigi ragagnin says:

    ahimè la berlusconcina ha perso, il suo Capo con l’IVA era stato più credibile.

  7. Fossa Settica says:

    Eh, cari amici dell’Indipendenza. Vi leggo non più assiduamente. Sembra ormai evidente che il vostro intento sia quello di resuscitare la PATANIAAAAA. Bravissimi. E’ per questo che tentate di screditare l’unica forza indipendentista che abbia mai combinato qualcosa?
    Bah. Delusione tremenda.

  8. Gian says:

    Che delusione. Pensavo IV fosse meglio. Non mi riferisco alle sparate del portavoce che sono patetiche ma lasciano il tempo che trovano, mi fa pena l’idea di emettere un finto assegno con scritto se sarò eletto vi vi faccio avere 150 euro.

    Mi riferisco al neo sindaco di Vedelago che solo nel 2011 considerava una messa pronunciata in “dialetto” un’operazione politica e non un naturale diritto e per di più parlava di iniziativa poco poco edificante: giustamente militava nelle file del PDL.

    ora i militanti di IV veneta potranno infuriarsi quanto vogliono, ma è doveroso chiedersi se al posto di una ex pdl non si poteva trovare qualcuno di presentabile che avesse però un curriculum e una storia da vero indipendentista. Si rischia di fare uno degli errori più tipici della Lega, per inserire in lista un candidato che si ritiene più presentabile, si sono spesso eletti dei “”freni a mano tirati”” che hanno annacquato l’azione politica e reso vani i buoni risultati elettorali.

  9. giannarcixo says:

    Eppur si muove. I lettori di questo giornale “indipendentista” si accapigliano perchè l’unico partito indipendentista doveva fare meglio, non lesinando critiche di bassa lega. I più sfogando i propri fallimenti passati cercando di nascondere l’incapacità e l’inettitudine palesi. Eppur si muove, e siamo coscienti / consapevoli che non c’è altra via se non quella legale e democratica intrapresa da Indipendenza Veneta che è anche faro per altri, Lombardia in primis. Cosa volete farci, questi sono i Veneti, pur di non vedersi perdenti (individualmente) vanno contro gli interessi di tutti. Muoia Sansone e tutti i Filistei. Ma c’è chi invece riesce ad andare oltre e mattone dopo mattone costruisce, con fatica ed impegno, cosciente che il peggior nemico dei Veneti sono i veneti. Ma cosciente anche della propria forza, dei risultati di ogni giorno e delle prospettive incalzanti. E’ grazie a Indipendenza Veneta se ci sono speranze di libertà anche se i nostri detrattori ragliano il contrario.

    • Giorgio Fidenato says:

      Martin Luther King diceva: Per farsi dei nemici non è necessario dichiarar guerra, ma basta dire quel che si pensa. Purtroppo quelli di IV non sono capaci di accettare le critiche puntuali e non svaccate di Tontolo. Quando si dice la verità, non si fa mai male. Continuare a dire bugie, gonfiare il petto, fare gli offesi significa fare del male alla causa indipendentista. Se molti ex leghisti invece di lasciar correre Bossi, lo avessero inchiodato alle balle che diceva, non saremmo arrivati dove siamo. E’ meglio bloccare sul nascere i pallonari indipendentisti per non fare lo stesso errore con Bossi. Chi fa una battaglia di indipendentismo non si può assolutamente permettere di dire balle, sparate, ecc… Il messaggio e il comportamento deve essere serio, composto ma fermo e risoluto. Tutto il contrario di quello che fa IV. Con le balle e le sparate non si va da nessuna parte!!!! E non si va da nessuna parte con un’azione politica che non cerca una unità di intenti più ampia di quella del Veneto, estesa a tutta la Padania, ovviamente escludendo i leghisti che ormai sono la parodia di se stessi!!!!

      • giannarcixo says:

        Sì certo tutta la padania se si sapesse cos’è e dove inizia / finisce. Entità sconosciuta che non può far valere le leggi internazionali, contrariamente a Indipendenza Veneta.

    • Crisvi says:

      Ben detto Giannarciso, 😉

      A mio parere, nelle ultime comunali, Indipendenza Veneta ha ottenuto risultati soddisfacenti, che premiano il lavoro di fondo di tutti i nostri bravissimi ragazzi sul campo e l’oculatezza del nostro direttivo, oltre l’impegno dei candidati stessi.
      Chi si aspettava da noi ” miracoli “, non ha il senso politico della realtà.

      E’ incomprensibile non tanto il livore invidioso e impotente, dimostrato dai ben noti detrattori consueti, ma l’attacco capziosamente cervellotico che ci viene indirizzato dall’autore di quest’articolo.

      Ci si pone infatti la domanda :
      Ma questo ” L’indipendenza ” è un giornale che mira al sostegno dei partiti indipendentisti in generale, oppure al favoreggiamento dell’ideologia della favoleggiante ” Nazione Padana ” ?

      Ad maiora

      CrisV 🙂

      • gianluca says:

        se il risultato di Treviso lo ritenete soddisfacente allora non c’è dischssione avete ragione voi. io ritengo che la missione di IV sia quella del referendum e non partecipare alle beghe comunali.
        marchi

        • Gianfranco Favaro says:

          opinione legittima la sua, caro Marchi, ma che è frutto forse di una sua scarsa informazione in merito agli obiettivi di IV. Quello dell’indipendenza è propedeutico alla nascita di una Repubblica fondata su valori e meccanismi diametralmente opposti a quelli in vigore adesso in Italia, che verranno proposti in sede di assemblea costituente proprio da Indipendenza Veneta. O crede che lasceremo alle forze politiche ora operanti in Veneto come puri centri di potere (perchè da anni non sanno esprimere un’idea politica che sia una) e fiancheggiatrici di questo stato predatore campo libero per fare del futuro stato un’Italia in miniatura?

        • Crisvi says:

          Gentile Direttore,

          Utilizzo nei tuoi confronti il ” tu “, per sola consuetudine web.

          Precisamente ho scritto : ” A mio parere, nelle ultime comunali, Indipendenza Veneta ha ottenuto risultati soddisfacenti, ”
          Chiaro pertanto, che intendessi i risultati comunali di IV nella loro interezza.

          Ma apprezzo molto gli 873 voti conseguiti a Treviso, dall’amica Alessia Bellon, che ha dato il cuore e l’anima, unitamente ai suoi candidati, alle ultime comunali.

          Un 2,2% può sembrare poco, ma è circa il doppio delle preferenze percentuali, che Indipendenza Veneta acquisiva nel febbraio 2013 in quel comune.

          In ogni caso, non ci accontenteremo e spingeremo per maggiori incrementi futuri, scalando il potere locale in mano alla mentalità tricolorata, sino alla liberazione del Veneto dalle pastoie centraliste, in modo pacifico, civile e democratico.
          Questo pur continuando nel percorso referendario.

          Con il massimo rispetto nei tuoi confronti e per il lavoro che svolgi, che ben comprendo, per aver scritto in passato articoli, su quotidiani e settimanali in formato non web ma cartaceo, ti chiedo il motivo per cui a settimane alterne, leggo sul tuo interessante notiziario, ” pezzi ” che tendono a screditare il valido lavoro di IV e del suo gruppo, specie dirigente.

          Sei recentemente stato invitato a una conferenza, assieme al nostro eccellente avv. Luca A. Cantarutti e avete avuto modo di confrontarvi con civiltà e condivisione, apprezzandovi reciprocamente. Ma allora, perchè questo attuale velenoso articolo firmato ” Tontolo ” ?

          Cui Prodest ? 🙁

          Ti correggo anche sull’obiettivo di IV, che non è solamente un comitato referendario, ma soprattutto, un Movimento Politico. come possono esserlo i M5S oppure FID. Quest’ultimo, solo in seguito trasformatosi in partito.

          Con l’alienazione di Veneto Stato da questa campagna politica ( a Vicenza si sono presentati, ma sono purtroppo stati esclusi in modo non chiaro ) , Indipendenza Veneta ha assunto a sè la bandiera indipendentista Veneta.
          Perchè pertanto non sostenere IV ” prima, durante e dopo ” con un quotidiano web che si chiama ” L’Indipendenza ” ?

          Non ti sembra che questo articolo, miri invece a fomentare ancora più divisioni, anzichè riunire tutti gli indipendentisti ” sotto un unico cielo ” ?

          Ti ringrazio per la risposta che avrai la cortesia di formularmi.

          Cordialmente,

          CrisV 🙂

          http://www.youtube.com/watch?v=vBaLR34vMPA

          • gianluca says:

            Semplicemente perchè siamo liberi di pensare quello che ci sembra giusto. Confermo, con Cantarutti ho avuto un ottimo confronto e l’ho scritto. Ma questo non mi esime di esprimere dubbi sulla campagna elettorale di Treviso, cosa di cui ho parlato anche a lui non trovandolo per nulla insensibile alle mie argomentazioni. Indipendenza Veneta ha ingaggiato la sacrosanta battaglia del referendum, impegnandosi più che lodevolmente, e mi pare che portare avanti quella è già un notevole impegno. A mio parere, invece, la campagna di Treviso non ha aggiunto nulla a quella battaglia, anzi.
            gl marchi

            • Crisvi says:

              Sono infatti del tuo parere, che un giornale debba dimostrare libertà d’azione e di pensiero.
              Nessuno ti chiedeva d’essere schierato.

              Tuttavia, se cortesemente mi permetti, non comprendo la ragione per cui contro il risultato dell’Alessia ( per me bravissima ugualmente e nonostante tutte le difficoltà che ha incontrato ), che guadagna circa 400 voti a Treviso, si sia evidenziata una vera e propria campagna d’acrimonia tendenziosa, mentre, ad esempio, con la candidata indipendentista di Verona, che solamente un anno fa, ha raccolto circa 350 voti e un deprimente 0,26%, non si sia adottata la stessa metrica redazionale.

              Sia chiaro che per me, non va stigmatizzata nè l’una, nè l’altra.
              Sono infatti dell’opinione generale, che chi ha il coraggio di mettersi in gioco sia sempre da apprezzare, anche se i risultati non fossero soddisfacenti.

              Non sono poi dell’avviso che il Presidente di IV Cantarutti, ascoltati i tuoi leciti dubbi sulla campagna elettorale di Treviso, abbia espresso riserve personali sull’iniziativa, visto che comunque, nella sua veste specifica, le elezioni le organizza e le autorizza anche lui.

              Per il resto, ti auguro di continuare con articoli interessanti e d’attualità, come generalmente leggo in questi spazi.
              La bagarre che è nata in seguito a quest’articolo, non fa certamente il bene dell’indipendentismo, di qualsiasi colore e latitudine esso sia.

              Cordiali saluti.

              CrisV 🙂

              PS : Il comune di Jesolo, ha licenziato bagnine e hostess Venete, perchè non sono gradite ai bagnanti e venditori ambulanti islamici.
              E’ forse questa la nostra prospettiva futura, causata anche dalle nostre disarmonie secessioniste ?

  10. Filippo83 says:

    Quindi, riassumiamo certi commenti:
    – se si arrivi ultimi, si é dei millantatori;
    – se si arriva primi, si é una lista civica (ovviamente filo-italiana, mancano solo le accuse di massoneria);
    – se si fa propaganda elettorale, si é come tutti gli altri partiti filo-italiani;
    – se non si fa propaganda, si prendono pochi voti e si é degli incompetenti;
    – se si mette un nick tanto altisonante quanto falso, si possono scrivere tutte le cavolate che si vogliono;
    – se non si fa niente per l’indipendentismo (no proposte di legge, no elezioni, no partiti, no firme, no rivoluzioni che dovrebbero fare gli altri invece di fare i partiti ma guai noi a sporcarci le mani), si ha pieno diritto a criticare su tutta la linea.
    Francamente, io qui di tricoloriti, piú che la sindaco in foto, vedo l’autore ed alcuni commentatori…

    • IV è del rotary, non credo servano le accuse di massoneria, semmai le conferme…

      • Santo says:

        Il Rotary è di Berlusconi, quindi non credo serva parlare di massoneria…

        Ah, dimenticavo, Berlusconi è di Satana, quindi penso si debba aspettare l’Anticristo per uscire da questa situazione…

        Qualche d’un ga ‘na monada pi grossa da sparar che ghe demo el premio dea settimana?!…

        🙁

    • Alberto Pento says:

      Filipo scuxame seto, ma ste kive le xe lomè ke ciacole:

      … (no proposte di legge, no elezioni, no partiti, no firme, no rivoluzioni che dovrebbero fare gli altri invece di fare i partiti ma guai noi a sporcarci le mani) …

      el sporcarse lè altro!

  11. Lele says:

    Complimenti a chi ha scritto questa boiata di articolo. La prossima campagna elettorale magari vieni a sporcarti le mani un po’ anche tu invece che stare lì a fare il maestrino e poi vediamo con le tue capacità quanti voti prendi e in quanto tempo ci porti all’indipendenza del Veneto…

    • dubitaresempre says:

      Probabilmente sporcarsi le mani senza usare il cervello non basta.
      Il veneto è in testa sulle TUTTE le regioni italiane per il numero di imprese CHIUSE lo scorso anno.
      Ci sarà pure qualcuno da criticare …

      • Santo says:

        Mentre ti caro “dubitaresempre” te usi soeo el cerveetto e te tien e man in tasca tutto el santo giorno?
        Beh… Se nel Veneto e imprese xe drio serar tute me par che quei da criticar i xe i Alessia Bellon, i Morosin, i Pizzatti… Insomma, quei che i se drio sercar de far qualcossa…
        Magari sbagliando anca. Parché a mi me nona me ga insegnà che nol sbaja mai soeo chi nol fa un “serenissimo” c…o tutto el giorno…
        🙂

  12. Santo says:

    Fantastico questo sito. Pieno di pensatori da gabinetto che di concreto per l’indipendenza non fanno una sega dalla mattina alla sera, non sono mai usciti ad attaccare un manifesto per un qualsivoglia movimento indipendentista ne’ tanto meno a fare del volantinaggio tra la gente. Ma passano le giornate di fronte ai loro pc a masturbarsi di fronte al quadro del cento ennesimo Doge e a controllare palmo a palmo per vedere se un sindaco o un candidato indipendentista ha le scarpe verdi o i lacci rossi o la maglietta bianca o altri accostamenti pericolosamente italici… Noi dovremmo convincere un buon 60% dei veneti a votare sì al referendum e poi ci troviamo i cretini unti dal Signore (anzi, dal 121 Doge in incognito) che questo non lo vogliono perché era in An, quest’altro era nel PDL, ‘staltra da giovane era nel gruppo della Chiesa (tutti cattocomunisti maledetti!) per non parlare poi di tutti gli altri che per anni andavano a scuola con la foto del presidente della repubblica in classe e non ci sputavano sopra ne’ tanto meno gli davano fuoco… Indipendentisti da quattro soldi che non sono altro!!… 🙂
    Per fortuna abbiamo gente PRATICA e CONCRETA come Fabio Ghidotti che non si perde in seghe mentali ed esibizioni muscolose su chi conosca meglio le calli di Venezia o i nomi dei Dogi a memoria ma si concentra sul trovare le vie per arrivare al referendum e a prendere la maggioranza di sì…
    Questo sito è la rappresentazione migliore dei veri falliti indipendentisti, i duri e puri che non facendo mai una sega di reale nella loro vita non faranno neppure mai sbavature ne’ errori ma passeranno le loro tristi notti a fare i conti in tasca a chi almeno CI HA PROVATO…
    Buffoni. 🙁

    • gianluca says:

      Magari se tu avessi il coraggio di firmarti nome e cognome la tua invettiva potrebbe essere più efficace

      • Santo says:

        Scusa gianluca (con la “G” maiuscola immagino) se io mi chiamo Santo (con la “S” maiuscola anche se peccatore)…
        Non mi pare che tu ti sia firmato con nome, congnome, indirizzo, preferenze sessuali e magari pure IBAN per chi volesse fare gentili donazioni…
        Dovrei farlo io?
        O magari se volete cominciamo a rilanciare con tutto l’albero genealogico di ognuno di noi per vedere chi è più “DURO E PURO” (leggasi da più generazioni di razza ariana padano-veneta?)…
        Mamma mia che pecà che me fasè… E che me fa el Veneto fin che ghe sarà xente come voialtri a far i duri e puri da drio ad un monitor de pc mentre che i soga a Ruzzle e i se varda un video su Youporn…

        • Barbara says:

          Sei piccolino piccolino…

        • Gianmarco says:

          Ghe xera on mona sol forum de raixe venete che gaveva l’icona de l’eroe scoseze e de nome faxeva leon, che el difendeva a spada trata indefesamente l’operato dela lega nord.
          El faxeva de che le figure meschine parche sostegneva tesi asurde pur tentar de difendar la lega nord.
          Eco ti me pari, Santo, el Leon de sto blog.
          donca o te si pagà e in malafede o te si uno dei tanti idioti abituá a credare ne la fede dei to capeti contabale.
          Caro Santo, prima de parlar pensa e informate ben dei to esponenti de IV. Se uno no xe mona, quando vede on leader fanfaron che le sbare inverosimili, co se acorxe de le bale conta dal leade taca pexarlo e no cdarghe.
          Se invese continua a credar e aver fiducia nel balonaro alora vol dir che xe proprio mona!!!

          • Santo says:

            Mentre sol forum de L’indipendenza te ghe si ti Gianmarco…

            Mmmmh…

            Me sa che ghe xe ‘ndada mejo a quei de Raixe Venete col sudeto mona…

            Ma te voemo ben istesso anca se te si maea’ de complottismo in salsa veneta…

            Par fortuna quei come ti non i contarà niente par rivar all’indipendenza.

            Amen.

    • Tito Livio says:

      Areo qua, Santo: credere, obbedire, combattere.
      E guai a chi ciritica, bisogna tacer manifesti pa parlar .

      • Santo says:

        Mentre ti caro Tito Livio (anca ti te te si firmà per esteso con nome ex anagrafe a quanto vedo) te ga altri sani principi:
        – non fare ‘na sega da mattina a sera,
        – non scoltar mai nessuno e agire tutti come cani sciolti cussì se riva al scopo,
        – combattere soeo a paroe ma dopo no aver el corajo de ‘ndar fora de casa a far gnanca un volantinaggio…

        Ah, dimenticavo… E dopo non aver fatto un c…o de concreto in tuta ‘na vita par l’indipendenza passar e sornae a criticar al bar o di fronte al pc chi che serca de far qualcossa…

        PS: varda che te ga sbajà nomignolo, to amigo Tito el jera troppo innamorà de Roma, mejo che a prossima volta te te firmi Orso Ipato o robetta del genare… 🙂

        • Tito Livio says:

          Caro Santo, in merito al mio nickname vedila come vuoi, per quanto riguarda essere indipendentisti la vedo così:
          se può parlare solo chi taca manifesti, se sbate vanti e indrio ecc ecc allora fate pure si in qualche centinaio, podì fondare sicuramente a republica veneta (e zugar a risiko) se invece tutti (veneti e non, attivisti o meno ) possono criticare l’operato di chi dice di lavorare per i VENETI (immagino solo per quei che taca manifesti parchè chealtri no i ga da criticar se no i fa parte de IV) allora sarebbe ora di rispondere alle critiche sui contenuti e non sul fatto che sia una critica (anche feroce) ma capisco che non tutti sono in grado….Tito Livio poi era padovano e incarnava il rigido, pulito spirito repubblicano (e nella Roma corrotta non era ben visto da tutti)e inoltre molti ravvisavano in lui la c.d PATAVINITAS, ossia inflessioni linguistiche padovane (quindi immagino legate ai paleo-veneti), non pretendo che lei sappia queste cose, soprattutto se sta tutto il tempo a tacar manifesti in giro ma almeno sia più prudente quando scrive certe cose.

          • Santo says:

            No caro Tito i pol parlar tuti, anca quei che no i fa un casso da matina a sera salvo i saccenti e che i passa ore a cercar il difetto sul lavoro altrui…

            Unicamente a mi de queo che i dise questa categoria de “nullafancazzoni” no me interesso par niente e i asso ciacoear e teorizar a distruzion e a ricostruzion del mondo…

            Ben sapendo che no i gavarà mai e bae e l’umiltà par partecipar né a la prima né a la seconda…

            Sul to nickname iera ‘na battua, grassie cmq par a lezion de storia.

            🙂

    • erik says:

      Santo ahah sei un mito hai ragione! Mai letto tanti commenti ed articoli così stupidi come questi, sempre a criticare e sparare merda sugli altri gratuitamente….
      Ma sono proprio i veneti a dare il peggio di se…e questo proprio non lo capisco…per me son troll, non posso crederci…

      In più non so come facciano a pubblicare gli articoli di qst certo tontolo, ì piu stupidi e sterili…si limita a sparare sempre contro IV, perchè lo fa? conflitto di interessi? Careghe? Non ha un cazzo da fare? Perchè critica gli unici che fanno qualcosa magari sbagliando?

      Tontolo e veneti scassa bae pal casso, nasì in m…!

    • Tu non parli di Veneti, parli del 60% degli ITALIOTI RESIDENTI nella regione veneto, quindi puoi pure tenerteli tutti a casa tua i loro consensi, perché per averli, come minimo devi essere ITALIOTA!

  13. Marco says:

    L’idiozia galoppa … che bravi campioni di critica, l’astioso principe in testa!
    A parte scrivere dettagliate e puntigliose critiche sulle attività altrui, perchè non fate VEDERE ciò che siete capaci di fare VOI, saccenti scrittori, per l’indipendenza del Veneto!!! Fatele VOI le AZIONI vere, efficaci, quelle che sapete che funzionano invece di continuare a dire agli altri che sbagliano … e a demotivare chi ha il coraggio di fare mettendoci la faccia, oltre al tempo, soldi ecc. VERGOGNATEVI!
    E mi firmo anch’io alla moda vigliacca con un nome inventato … visto che persone come voi mi fanno ricredere sul valore di essere veneto!

  14. fabrizioc says:

    Cito vittorio strada…ma questo giornale non dovrebbe sostenere, o almeno criticare in maniera costruttiva chi cerca di fare qualcosa per la causa? IV, avanti così, i l lavoro alla fine paga. Lasciate I quaraquaquà blaterare

    • IV è il nemico numero uno dell’indipendentismo, anzi no il numero due, il primo è la lecca nodde con all’attivo 25 anni di stronzate, in 2 però IV sta recuperando bene il tempo perduto…

  15. Tito Livio says:

    Articolo fantastico, concordo su tutto.
    Pensate se il famoso sondaggio “sientifego”sull’indipendenza del Veneto è stato effettuato allo stesso modo.
    Raccolgono briciole e parlano di successo.

    • Filippo83 says:

      Guarda che sondaggi simili c’erano giá stati negli ultimi anni, e tutti avevano ottenuto gli stessi risultati (favorevoli tra 50% e 60%). Forse faresti meglio prima a informarti davvero – ma magari non leggevi nulla prima del 2012 – e poi a concordare.

      • Tito Livio says:

        Filippo, seguo da qualche anno le beghe indipendentiste e per poco avrei dovuto iscrivermi a VenetoStato quando è stato fatto ma per fortuna non l’ho fatto osservando lo spettacolo del mondo indipendentista nostrano, sui sondaggi no so che dirti, il punto è che non capisco (ma sarà sicuramente colpa mia) come in un territorio in cui secondo le rilevazioni citate il 60% dei residenti vorrebbe la secessione i partiti indipendentisti prendono percentuali (voti) da prefisso telefonico, cioè se io sono indipendentista voto un partito indipendentista oppure nulla.

        • Santo says:

          Caro Tito Livio,
          io sono un povero ignorante he passa il tempo a tacar manifesti e darsi da fare però ogni tanto mi capita di sentire qualcuno che ga fato e scuoe alte e ricavarne degli insegnamenti.
          Uno di questi mi porta a dire che tra l’essere favorevoli all’indipendenza del Veneto (in senso lato) e il considerare che votare Alessia Bellon a Treviso voglia dire accellerare il processo indipendentista non è proprio una realzione biunivoca…
          Quindi mi spiace confermarti che è sicuramente colpa tua se non capisci a capire come mai in un territorio dove la metà o più dei residenti è favorevole all’idea di indipendenza poi non debba obbligatoriamente esserci chissà quale affermazione di IV o VS…
          Se non è chiaro posso provare a farti pure uno schema a diagrammi, ovviamente tra un volantinaggio e l’altro…
          🙂

  16. Vittorio Strada says:

    Questa notizia è una bufala. Basta leggere il Corriere della Sera nel bar sotto casa (edizione Veneto). La candidata è una ex Pdl alla testa di alcune liste, tra cui IV. Ha dichiarato che sosterrà il refendum e questo a IV, giustamente, basta e avanza.

    Domanda: questo giornale punta a costruire o distruggere chi prova a costruire? È palese a tutti che IV è oggi la realtà più significativa dell’indipendentismo, al punto che in Lombardia è partito il progetto di CoLoR44 che si ispira direttamente alla battaglia di Pizzati, Morosin e Cantarutti.

    Capisco che a qualcuno IV non possa piacere. Ma che addirittura si usi questo giornale essenzialmente per attaccare l’indipendentismo… beh, questa mi pare davvero uno cosa da “tontolone”. Di nome e di fatto.

  17. Patrizio Bondato arciduca della Fossa says:

    Che delusione! Passino le balle in campagna elettorale, ormai ne abbiamo viste di cotte e di crude ma la smania di tricolore, proprio no. Hai ragione Tontolo: graffiante come sempre.

  18. Alberto Pento says:

    Da sti fanfaroni a no cronparia gnanca on rodolo de carta da kulo (ejenega).
    Ke banda de falsuri!

  19. lory says:

    io dico a Tontolo, è meglio arrivare ultimi che essere Taliani!

  20. IL SERENISSIMO PRINCIPE FA SAPERE... says:

    ECCO I SUCCESSI DI VEDELAGO: IV 1153 voti in una coalizione di 5 liste. La civica di Vedelago ha fatto 1056 voti….SICURAMENTE LA GENTE HA VOTATO IL PARTITO….COME NO !!! PATETICI FALSARI !!! E CI SONO SOLO DUE CANDIDATI ALLA CARICA DI SINDACO …..BRAVE PECORE CONTINUATE A UBBIDIRE E CREDERE AGLI INDIPENDENTISTI ALLA RISCOSSA DA PARTITI ITALIANI E GIURAMENTI SULLA COSTITUZIONE ….AHAHHAHAHAH !!! http://elezioni.interno.it/comunali/scrutini/20130526/G050840880.htm

    SINDACO ITALIANO (QUEA DE VEDELAGO FARA’ COME TUTTI I SINDACI ITALIANI).

    l Sindaco, avvenuta la sua proclamazione, procede alla nomina della Giunta e convoca il Consiglio. All’inizio della prima seduta del consiglio, il Sindaco presta giuramento di osservare lealmente la Costituzione italiana. Dopo il giuramento egli comunica al Consiglio la composizione della Giunta Comunale che ha nominato e che collaborerà con lui per realizzare il programma di amministrazione che sarà presentato entro il termine stabilito dallo Statuto. Inoltre nomina i componenti della Giunta, tra i quali un Vice Sindaco, e ne dà comunicazione al Consiglio nella prima seduta successiva all’elezione.

    Il bello che a Vedelago, IV si è messa contro il candidato della Lega…ahahha…che opportunisti falsari. La loro candidata ex-PDL….contro la MESSA IN VENETO ….CHE PENA !!!

    PUR DE AVER UN RISULTATO I SE GAVARIA MESSO ANCA SATANA IN CASA….D’ALTRONDE COSA POTETE ASPETTARVI DA GENTE SENZA MORALE E RELIGIONE ECC….ECC… http://tribunatreviso.gelocal.it/cronaca/2011/06/09/news/messa-in-dialetto-veneto-si-spacca-la-giunta-di-vedelago-1.1579724

  21. Giovanni says:

    Giusto così, la maggioranza dei trevigliani (e veneti) vogliono essere romani (italiani).
    Non dare la colpa ai meridionali, cinesi, romani, etc. Questo vogliono i veneti.

    • Tito Livio says:

      La fai troppo semplice, un buon numero crede che non si possa fare il referendum oppure si accontenterebbe di meno tasse o più autonomia la secessione per noi veneti, gente pacifica anche a costo di prenderla nel di dietro, è troppo estremista.

  22. Patrik says:

    Grandissimo articolo che svela che i dirigenti di iv sono solo dei pagliacci italiani.

    • Patrizio Bondato arciduca della Fossa says:

      Quanto hai ragione Patrick…mi ricordano quelli di Veneto Stato, il flop colossale dell’indipendentismo. Peccato…IV prometteva bene. Resta ancora da vedere la Proposta 342. Se va a farsi fottere anche quella…

      • Santo says:

        La proposta della 342 l’ha scritta e presentata Indipendenza Veneta…
        La tua ignoranza non ha limiti caro Patrizio.
        E il tuo nome fa capire chiaramente che sei parte dei segaioli indipendentisti da pc che i vegnarà a festeggiare in piazza San Marco solo quando gli altri (che fanno molto e ciarlano poco come voi) saranno riusciti ad ottenere qualcosa…
        In realtà se tuti poaretti peones invidiosi e gelosi de chi perdendo giorni e noti de lavoro se drio otegner qualcossa (Indipendenza Veneta in primis)…

  23. Luca says:

    Se Tontolo leggesse i giornali saprebbe che Cristina Andretta, eletta Sindaco di Vedelago (dove Indipendenza Veneta è il movimento più votato, 18%), ha dichiarato oggi a Libero: “ORA IL REFERENDUM” (per l’indipendenza del Veneto).
    Se aggiungiamo che il primo Consiglio comunale di Vedelago voterà l’Ordine del giorno indipendentista, ne abbiamo a sufficienza per dire che Tontolo avrà modo di pubblicare ben altre fotografie…

    • fabio ghidotti says:

      non ho capito, Luca: se sostieni che la fotografia sia un falso, abbi il coraggio di dirlo apertamente (non entro nella successiva polemica…)
      Altrimenti, come odiatore dell’italia, esigo una spiegazione da questi sindaci che si dicono separatisti e poi non stanno attenti a separarsi dal tricolore anche nei dettagli quotidiani. Tanto da far dubitare che anche l’indipendentismo veneto e le sue velleità referendarie siano l’ennesima colossale montatura…

      • Santo says:

        Odiatore dell’Italia.
        Bene. E’ proprio di gente come te che il Veneto farebbe volentieri a meno.
        I veri veneti non odiano l’Italia e non odiano le altre genti italiche bensì odiano la casta della burocrazia e del malgoverno italiano.
        Per fortuna in IV c’è gente come Morosin che non brucia la bandiere o si pulisce il c…o come ho visto fare da qualcuno che forse ben vi rappresenta.
        Altrimenti col c…o che al referendum si riuscirebbe a prendere il 60% dei voti favorevoli.
        Quando – speriamo presto – si arriverà a fissare una data per questo benedetto referendum nella campagna di informazione pro e contro la gente come voi e questo tipo di siti saranno il peggior nemico del comitato del sì che dovrà convincere la MAGGIORANZA DEI RESIDENTI IN VENETO (toscani, napoletani, romani, veneti, dipendenti pubblici e privati, di centro, destra e sinistra, etc.) che i matti come ti che i odia l’Italia o quei fora come un balcon come el “serenissimo principe de stoc…o” sono per fortuna una sparuta minoranza che non conta ‘na sega…
        Speremo soeo che a sente non se fassa spaventar… 🙁

        • Questo spiega quanto paraculo è il partitismo indipendentista. I partiti sono il cane da gauardia italiota, KEEP OUT!

          • Alberto Pento says:

            Santo el scrive:

            …comitato del sì che dovrà convincere la MAGGIORANZA DEI RESIDENTI IN VENETO (toscani, napoletani, romani, veneti, dipendenti pubblici e privati, di centro, destra e sinistra, etc.) …

            e tuti sti taliani kive, li se lasaria convinsare da l’arte de la ciacola o elocoensa de Moroxin Cantaruti, Buxato e Crixvi a lotar e a votar par l’endependensa del Veneto !

            • Santo says:

              Caro Alberto, immagino di essere il solito fortunato cui capitano tutte giuste ma vedi, io non ho solo amici da 5 generazioni veneti DOC, siccome sono oltre che veneto (e speriamo per poco italiano) cittadino del mondo, ho amici di tutte le risme, persino qualcuno nato FUORI REGIONE (lo scrivo in maiuscolo data la gravità eccezionale del fatto), pensa che addirittura una coppia di cari amici è albanese (MIO DIO VO CONFESSARME DOMENEGA!) e, non ci crederai (!!!) lui è un onesto lavoratore che non sopporta molta parte degli immigrati dell’est…
              Ti posso dire che a queste persone un Veneto Indipendente e Sovrano farebbe solo che piacere, anzi… Alcuni vengono da zone del mondo e dell’Europa dove per anni hanno combattuto per la loro indipendenza e quindi capiscono benissimo queste istanze…
              Le cose sono abbastanza semplici caro Alberto, IN DEMOCRAZIA, cioè o convinci la maggioranza della bontà delle tue idee e li porti nel sentiero da te ipotizzato o, passami il francesismo, ti appendi al c…o…
              Ah, dimenticavo, oppure fai come l’ETA in Spagna e allora ammazzi la gente, spari alle forze dell’ordine (italiote) e via dicendo…
              Vorresti farmi capire qual è la tua BRILLANTE idea quindi per raggiungere l’indipendenza?
              Mille grazie.
              Santo

    • IL SERENISSIMO PRINCIPE FA SAPERE... says:

      CHE SUCCESSO …PER FORTUNA E’ UN PARTITO I.V. ALTRIMENTI AVREI PENSATO FOSSE UNA LISTA CIVICA !!!

      ANDRETTA CRISTINA
      5.133 65,55

      INDIPENDENZA VENETA 1.153 17,93
      LISTA CIVICA – SCEGLI VEDELAGO 1.056 16,42
      LISTA CIVICA – INSIEME PER CAMBIARE 809 12,58
      LISTA CIVICA – PRIMAVERA CIVICA 699 10,87
      LISTA CIVICA – ADESSO! SI CAMBIA 487 7,57

      Totale 4.204 65,39 11
      % calcolata sui voti validi ai candidati a sindaco 53,69

      CECCATO FABIO
      2.697 34,44

      LEGA NORD 1.006 15,64
      LISTA CIVICA – RESPIRO GIOVANE 678 10,54
      IL POPOLO DELLA LIBERTA’ 541 8,41

      Totale 2.225 34,60 4
      % calcolata sui voti validi ai candidati a sindaco 28,41
      Totale voti candidati sindaco 7.830
      Totale voti liste 6.429
      Schede bianche 71 0,86 %
      Schede nulle 266 3,25 %
      Schede contestate e non assegnate – –
      Totale seggi liste 15
      Seggi spettanti consiglio 16

      • Enrico Cabrele says:

        Alessio Bettio alias Serenissimo Principe ed ora alias Tontolo. Mi sembra che neanche tu nelle provinciali del 2009 abbia avuto un grandissimo risultato elettorale 🙂 Candidato: 20)

        Candidato:BETTIO ALESSIO Presidente:Stefano Venturato (20)

        Partito Nasional Veneto – Indipendensa PNV (Venturato)

        37

        0.25. Ma i tuoi famigliari ti hanno votato??? Ha ha ha Serenissimo… http://elezioni.provincia.padova.it/elezioni.php?req=8&dati=5&elezione=16&collegio=27

        • erik says:

          ahn sgamato il serenissimo mona…ora si spiega tutto….

          sig bettio va fora dal veneto ke xe mejo va£à

          • IL SERENISSIMO PRINCIPE FA SAPERE CHE..... says:

            A LOREGGIA CON IL LAVANDAIO DI FRANC MOROC PELOPONESIACO ECC alias ENRICO CABRELE DI CURTAROLO …(MANCO SOL PISSARE TE DI IDENTICO A QUEO VERO….VA A XUGARE AL SOLDATIN PERDENTE) …E’ STATO UN SUCCESSO DI RISULTATI…VEDO !!

            Xe dal 2006 che Giane Bisato ex-Lega Nord, ex-Giovani Padani Indipendenti, ex-I Veneti, ex-Partito Nasional Veneto, ex- Veneto Stato, ora Indipendenza Veneta, parla de un percorso senza senso e INCOSTITUZIONALE. Il meglio che hanno partorito in questi anni ? Il Sindaco di Vedelago ex-PDL con 1000 voti in 5 liste civiche …UAHHAHA CHE SUCCESSO !! Il peggio che ho sentito in questi anni ??? CANDIDIAMO LA FEDERICA PELLEGRINI !! MA DOVE VUOI CHE ‘NDEMO CO STI PERSONAGGI A CACCIA DE FONDI E PERSONAGGI PER CAREGHE ?? SI PARLEMONE….COME NO….PAROLE…PAROLE…PAROLE…CHE IL VENTO SE LE PORTA VIA !!

            MI DISPIACE DELUDERVI …IL SIG. TONTOLO NON SONO IO, MA SE VI FA PIACERE CREDERLO, COME ALLE CAZZATE MADE IN BUXOLOGY….ACCOMODATEVI PURE !!

            LA VOSTRA DEMENZA PARLA CHIARO !!

            FATEVI RACCONTARE DELL’INTELLIGENZA DELLE BELLONIX…CHE SCORPORO’ LE FIRME ECC….PEZZENTI PERDENTI…GUARDATEVI IN CASA PRIMA DI GIUDICARE !!

            UNA CRETINA FALSARIA CANDIDATA A TREVISO… CHE INDECENZA VENETA !!

  24. MIGOTTO SANDRO says:

    Gl marchi………. ti voglio bene.

Leave a Comment