Belgio: Islam incompatibile con i valori europei. “Non ci sentiamo più a casa nostra”

belgio2

di GIULIO ARRIGHINI – Secondo in interessante sondaggio rilanciato dal Veline, risulta che il 60 per cento dei belgi considera l’Islam incompatibile con i valori europei. Il sondaggio è stato realizzato dal quotidiano Soir, dall’emittente RTBF, dall’istituto Survey&Action e dalla Fondazione Ceci ce n’est pas une crise.

Sorprendente l’esito. Leggete qui… Il quotidiano “Soir” ha pubblicato i risultati del sondaggio rivelando che il 77 per cento degli intervistati non si sente più a casa in Belgio, mentre il 65 per cento teme il recente afflusso di rifugiati. Il 70 per cento ha espresso il desiderio di un governo forte per ristabilire l’ordine nel Paese. Beh, ci voleva poco, dopo quel che è caduto sulla testa dei cittadini…

Poi un dato che fa comprendere il valore aggiunto di una presenza, la sua pervasività culturale: la quota dei musulmani percepita è pari al 30 per cento, mentre il numero reale è intorno all’8,5 per cento.

Come mai i quotidiani italiani non si cimentano con altre nobili associazioni per sapere cosa ne pensano i nostri cittadini?

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. giancarlo says:

    Siamo in guerra !!
    Mi dispiace per coloro, e sono tanti, che ancora credono che si possa convivere e colloquiare con l’Islam e i mussulmani, ma così non è.
    Loro, i mussulmani non rinunceranno mai al loro credo, né al loro modo di vivere e vedere il mondo.
    Siamo noi che grazie a coloro che come ho scritto sopra fanno i ciechi, i sordi e i muti hanno contribuito a far si che adesso non ci sentiamo più a casa nostra, ma dobbiamo fare i conti con loro .
    Loro non rinunceranno mai alla loro cultura ma al contrario ci imporranno la loro perché noi siamo diventati troppo deboli e corrotti nelle menti da non sopportare una resistenza al loro modo di agire.
    La convivenza è impossibile se non a colpi di leggi e regolamentazioni: L’integrazione impossibile se non tra 1 secolo e forse nemmeno.
    Loro sono ancora al Medioevo nostro e devono farne di cammino.
    Noi invece siamo regrediti invece di andare ancora avanti. Ci stiamo liberando della famiglia, della Chiesa, degli ideali, della nostra cultura a favore delle altre, siamo diventati degli imbelli rimbecilliti.
    Ecco perché rivendico di essere Veneto e non più italiano.
    Nel Veneto abbiamo ancora radicate le nostre tradizioni, la nostra lingua, i nostri ideali, e prima che sia troppo tardi ce ne dobbiamo andare da questo paese dalle frontiere aperte, dai mancati controlli, dalla giustizia quasi inesistente e se esiste ti fa morire con tempi che bisognerebbe diventare un Matusalemme.
    Avanti così che l’italia affonderà sempre di più e presto.
    WSM

Leave a Comment