Beggiato, “1866, la grande truffa” che continua nella storia censurata

Print Friendly

Recent Posts

4 Comments

  1. Fil de fer says:

    Aggiungo che i territori della Serenissima furono apposta divisi in tre regioni italiane, cioè il Trentino con il SudTirolo, il Veneto d’oggi ed il Friuli Venezia Giulia, come mai non fecero il TRIVENETO ???
    Per omogeneizzare naturalmente. A forza di omogeneizzati qui stiamo diventando tutti stranieri sulla nostra terra o no ?
    Ettore Beggiato l’ho letto tutto, ha fatto diveri libri tutti interessantissimi ma quello che più conta veritieri.
    L’italia , la scuola italiana ha sempre ignorato la Serenissima relegandola a semplice Repubblica marinara assieme a Genova, Pisa ed Amalfi….assieme ad altre minori .
    E’ stato ed è tutt’ora un genocidio culturale e storico quello che l’italia continua a perpetrare contro i giovani Veneti che nulla sanno dei propri avi, storia, lingua e tradizioni e vengono continuamente ignorati o falsificati tratti di storia importanti, come la battaglia di Lepanto che senza oltre il 50% di navi Venete e di Veneti, mai la flotta cristiana avrebbe prevalso sul turco. Ricordimoci le GALEAZZE vere e proprie corazzate dell’epoca . Erano solo 4 ma nella prima mezz’ora della battaglia riuscirono ad affondare e danneggiare oltre la metà della flotta turca….. Siamo obesi di propaganda e di retorica ITALIOTA che si configura in ogni paese, in ogni museo, vedi il Correr, con tanto di Napoleone e camera da letto della SISSI ed in soffitta migliaia di reperti della storia della Serenissima. E’ vergognoso e inqualificabile questo continuo voler nascondere ed ignorare chi siamo veramente noi VENETI.
    Ma di una cosa sono sicuro, la STORIA quella con la S maiuscola saprà riappropriarsi della VERITA’ come è stato anche….dopo oltre 60 anni di silenzio i misfatti comunisti delle Foibe, della guerra civile dei partigiani che fecero né più né meno, anzi peggio perché la guerra era finita, quello che i fascisti fecero a loro volta. Insomma i vincitori pretendono di riscrivere a loro vantaggio e comodo la storia, ma non potrà durare ancora a lungo questa soperchieria !!!
    WSM

  2. Ettore says:

    caro Luigi, sono completamente d’accordo con Te…pensa che quando ero consigliere regionale sono riuscito a far togliere la denominazione “Regione del Veneto” dalla Nostra Bandiera…il Veneto NON può essere ridotto a una regione dell’espressione geografica chiamata Italia …

    • luigi bandiera says:

      Si carissimo Ettore,
      noi abbiamo tentato partendo molti anni fa a cambiare le sorti del nostro popolo. Purtroppo fu invano, ad oggi proprio inutile. Comunque io continuo a sognare, non si sa mai…
      Cosa vuoi, abbiamo un popolo che non ha ANIMA (un corpo senza anima e’ morto).
      Gliela strappo’ l’italia usando i partigiani trikoloriti (o traditori se etno veneti) che oggi svendono la loro cosiddetta patria al miglior offerente e quindi a basso prezzo: regalano fettine di territorio non per il bene nostro ma loro.
      Che gran … patrioti sti stronx.
      Ebbi una triste avventura quando anch’io da consigliere (comunale solo, un nessuno quindi) proposi il bilinguismo nel comune.
      Ero nella maggioranza… che se voleva poteva.
      Beh, apriti cielo: uno diceva che non si scrive cosi’ ma cola’; l’altro che non s’era da fare e insomma capii che ero nella maggioranza bagliata. Che i serenissimi (da non confondere con i veneti della regione italiana veneto) della ex Repubblica Veneta detta anche la SERENISSIMA, appunto, o solamente detta la VENEZIA, non avrebbero mai e poi mai avuto il GIUSTO: LA LIBERTA’.
      Feci pure una protesta, sempre in coniglio comunale, perche’ la Bandiera Marciana non era esposta quando si era in consiglio comunale, per l’appunto.
      Come quella in Piazza dei Signori a Treviso.
      Ho sentito fare una certa protesta solo da Mariangelo Foggiato … se no silenzio totale.
      E con questi chiari di Luna hai voglia di LIBERARE UN POPOLO VOTATO ALLA SOTTOMISSIONE {partendo dai suoi capipopolo} come quello SERENISSIMO VENETO.
      Tuttavia, quando si scrive un libro che fa storia e la vuole tramandare, si devono usare i termini il piu’ reali possibile.
      Oggi, per esempio, si dice NATIVI AMERICANI.
      SBAGLIATISSIMO..!!!!
      I PELLIROSSE, uomini di pelle rossa che vivevano e vivono solo in quei posti, non sono nativi americani perche’ l’amerika a quel tempo non esisteva. Cosi’ fanno con l’italia ne’… schifezze su schifezze intellighentis.
      Beh, l’intellighenzia occidentale l’e’ ben che malata.
      C’erano e ci sono le tribu’ che avevano e davano il nome ai popoli e ai territori.
      O si sanno o si ignorano e non gli si affibbia un nome inventato dall’occupante e sterminatore perche’ lui e’ civile e l’altro no. Anzi. L’e’ un selvaggio. Te pareva dicono a roma da sempre predona.
      TALE QUALE ALLE POPOLAZIONI VENETE residenti nella VENETHIA, la SERENISSIMA REPUBBLICA.
      Dire che l’italia sta massacrando i serenissimi e poi seguirla negli scritti… non va bene.
      Meglio perdere un fia’ de tenpo e star nea logika dea storia vera.
      Se no se ghe da’ na man ai tririnkoglionitori che devono fare gli italiani.
      Quando c’era l’impero romano, per vederla piu’ vicina, come si chiamavano i cittadini sotto roma da sempre predona..?
      Per caso: cittadini italiani..??
      Come sai, e’ davvero dura LIBERARE UN POPOLO SENZA ANIMA E CORPO..!
      Grazie sempre lo stesso per quello che fai. E’ davvero molto.
      WSM

  3. luigi bandiera says:

    Oso solo sottolineare una cosa che a me pare molto significativa:
    quando si parla dei veneti ed il loro territorio non chiamiamolo regione perche’ le regioni sono italiane.
    Credo sia piu’ giusto ed esatto parlare di TERRA DEI VENETI che, tra l’altro, e’ molto piu’ vasta della terra racchiusa dalla regione veneto, italiana.
    Sarebbe come parlare dell’italia quando questa non esisteva… nel principio ben s’intende.
    Chiedo scusa per aver osato appunto cosi’ tanto.
    Tuttavia: grazie di tutto.
    PSM
    WSM

Leave a Comment