Bbc: chi continua a criticarci si guardi la Rai per una settimana…

di REDAZIONE

 “Tutti quelli che stroncano la Bbc dovrebbero essere obbligati a vedere la tv italiana, francese e americana per una settimana”. Sotto pressione da settimane per gli scandali che si sono abbattuti sulla Bbc (l’omerta’ sul pedofilo Jimmy Savile e la falsa accusa a Lord McAlpine), Lord Patten (a sinistra nella foto), presidente della tv pubblica britannica, ha usato parole poco lusinghiere nei confronti della Rai: “Se volete la tv italiana con il ‘bunga, bunga’, e con il primo ministro che decide chi debba guidarla – ha aggiunto Patten – allora accomodatevi”.

Intanto si preannunciano diversi cambi di direzione alla Rai. Mario Orfeo, ex direttore del Tg2 e attuale direttore del Messaggero, è indicato come nuovo direttore del Tg1. Giancarlo Leone a Raiuno, Angelo Teodoli a Raidue e Andrea Vianello a Raitre. Sono le tre proposte di nomina per i vertici delle reti generaliste che il direttore generale della Rai, Luigi Gubitosi formula nell’ordine del giorno dei lavori del Cda di Viale Mazzini, in programma giovedi’. I tre sostituiranno rispettivamente Mauro Mazza (per il quale sarebbe pronta la poltrona di presidente di Raicinema), Pasquale D’Alessandro (che pare destinato a un canale tematico digitale) e Antonio Di Bella, sempre piu’ vicino all’incarico di corrispondente Rai da Parigi.
La Direzione Intrattenimento finora guidata da Leone viene cancellata, almeno cosi’ e’ nella proposta del Dg, riportando quindi le competenze della stessa direzione all’interno dei singoli canali ripristinando l’assetto precedente alla nascita della struttura. Un’altra proposta di nomina riguarda Marcello Ciannamea che dalla vice direzione del marketing e’ destinato alla direzione palinsesti, finora affidata a Teodoli. Nell’ordine del giorno, infine, altri argomenti piu’ tecnici che legati a figure incarichi.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

3 Comments

  1. Flora says:

    Abolirla

  2. Dan says:

    Hi hi hi, ancora una volta l’italia si dimostra punto di riferimento, croce del sud in un qualche confronto qualitativo.

    Poroponziponzipò: siamo una squadra fortissimi !

  3. Giacomo says:

    Ma come, il nostro servizio pubbligo nazziunalo? La misura del primato della romanità e dell’idaglia seddesta su di noi villici lombardi e veneti scesi a valle con la piena? E il bello è che i nostri compaesani qua su si sentono ben rappresentati e ben serviti dalla RAI e dal suo canone…

Leave a Comment