Baviera, usi e costumi: Maßkrugstemmen, Schuhplattler e altri

di REDAZIONE

Nelle feste bavaresi, persino più della birra, è la tradizione a farla da padrona. Usi e costumi di ieri in Baviera fanno parte della cultura locale, dell’identità regionale. Uomini e donne indossano rispettivamente il Tracht e il Dirndl e vengono indetti concorsi e gare a chi rappresenta al meglio la tipicità bavarese. Si dice per esempio che solo chi resiste abbastanza a lungo tenendo sollevato un boccale di birra da litro abbia le carte in regola per partecipare a una vera festa popolare. Per riuscirci occorrono forza, resistenza e tanta determinazione nel voler vincere. Il boccale, ovviamente pieno, deve essere impugnato con il braccio ben teso, senza mai posarlo.

“Il Maßkrugstemmen”

Il Maßkrugstemmen, come viene chiamata questa abilità da bevitori, è una cosa seria: si tengono persino dei campionati! Almeno tre ogni anno: quello bavarese, quello alpino e persino quello nazionale… E non si pensi che sia cosa per soli uomini! Se la cavano bene anche le donne; basta dare un’occhiata a quello che è capace di combinare il sesso „debole“ alla Starkbierfest di Olching, nei pressi di Monaco.

“Il Fingerhakeln”

Altra prova di forza e abilità tipica della tradizione bavarese è il Fingerhakeln. Si tratta di una sorta di braccio di ferro con le dita, spesso eseguito con l’ausilio di un anello di pelle cui aggrapparsi. La sfida è a chi si dimostra più forte e a chi riesce a trascinare letteralmente l’avversario sul tavolo. Si agganciano le dita medie e poi via a dosare forza e resistenza! Pare che in passato si risolvessero così persino liti e discussioni, una sorta di duello senza spargimento di sangue… Una sfida, questa, quasi più facile da vincere a fatti che da spiegare a parole, ecco perché la cosa migliore è sbirciare il video di un campionato di Fingerhakel.

“Lo Schuhplattler”

Let’s dance! Ma anche qui rigorosamente alla bavarese… Ancora una volta è una vera e propria prova di abilità. Stiamo parlando dello Schuhplattler, danza immancabile e irrinunciabile in ogni sagra o festa che si rispetti. Un ballo tipico della regione alpina che nasce nel XIX secolo come danza di corteggiamento. I pretendenti si propongono di impressionare la propria preferita con salti acrobatici e passi arditi. Al ritmo della musica i ballerini battono le mani su cosce, ginocchia e piante dei piedi, quindi battono le mani e pestano i piedi. Durante tutta questa coreografia, le donne girano in cerchio. Alla fine, formate le coppie, queste si concedono un ballo a tempo di valzer.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment