La storia del barbiere e del parlamentare italiano

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Un giorno un fioraio va da un barbiere per un taglio di capelli. Dopo il taglio, chiede il conto, e il barbiere risponde: ‘Non posso accettare soldi da voi, sto facendo il servizio gratuito per la comunità di questa settimana’. Il fiorista è molto contento, saluta calorosamente e lascia il negozio. La mattina dopo, quando il barbiere va ad aprire il suo negozio, trova un cartello con sopra “grazie” e una dozzina di rose davanti alla saracinesca.

Più tardi, un vigilante passa dal barbiere, anche lui per un taglio di capelli, e quando cerca di pagare il conto, il barbiere di nuovo risponde: ‘Non posso accettare soldi da voi, sto facendo il servizio per la mia comunità di questa settimana’. Il vigilante, felice, lascia il negozio. La mattina dopo, il barbiere trova davanti al negozio un foglio di carta con scritto “grazie” e una dozzina di ciambelle calde che lo aspettano alla porta.

Poi, un membro del Parlamento, venuto per un taglio di capelli, quando va per pagare il conto, il barbiere di nuovo gli risponde: ‘Non posso accettare soldi da voi. Sto facendo il servizio alla comunità di questa settimana ‘. Il membro del Parlamento, felicissimo di questa notizia, lascia il negozio. La mattina dopo, quando il barbiere va ad aprire, trova davanti al negozio una dozzina di altri parlamentari in fila, in attesa di un taglio di capelli gratuito.

E questo, amici miei, illustra la differenza fondamentale tra i cittadini di questo stato, e i politici che la gestiscono!

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

4 Comments

  1. Dan says:

    Il giorno dopo ancora trova l’agenzia delle entrate che pretende le tasse presunte dagli studi di settore sui tagli fatti in beneficenza.

  2. Roberto Zambrini says:

    .
    Gli e’ andata anche bene: io ero convinto che gli avrebbe fatto trovare la Finanza davanti al negozio!

  3. fracatz says:

    vabbè, dai, era vecchia
    ma che colpa ne hanno se il bobbolo li sceglie?
    Il bobbolo non ama perdere
    si schiera con quelli che scendono in campo per vincere
    e pure stavolta il bobbolo vincerà

Leave a Comment