Barbaiana di Lainate. Quando un parroco chiede aiuto per i parrocchiani senza lavoro

di STEFANIA PIAZZObarbaiana

Un funerale alle 14,30 del pomeriggio, fuori ancora caldissimo, dentro rimbombano le parole del parroco che spiega, tra una lettera ai Corinzi , il vincolo del battesimo e un’incensata al caro estinto, che al momento delle offerte i presenti sono chiamati ad essere solidali non tanto genericamente per dei poveri astratti o per un’elemosina a babbo morto che non sai mai a cosa servirà. No, lo spiega bene: “Siate generosi per le famiglie e i senza lavoro della nostra parrocchia. Vivono nel dolore”. Toh, mi sono detta, un prete che fa il prete. Sì certo, la crisi batte forte. nell’area a due passi dall’opulenza dell’Expo, tra Rho e Lainate, tra gli svincoli che portano al cibo per tutti, a Barbaiana modestamente si raccoglie il cibo per quei pochi o tanti che non ce la fanno. Potenza della misericordia, concretezza ambrosiana della prudenza che aiuta il tuo prossimo, a te vicino e simile. C’era una volta la Chiesa, a volte c’è ancora.

Print Friendly

Related Posts

One Comment

  1. luigi bandiera says:

    Almeno questi riconosce la sua parrocchia. E tutti quelli che non le vedono per cui addio parrocchiani, che dire?
    Finiti i tempi in cui Berta filava?
    La mia idea e’ che il komunismo ha fatto tantissimi proseliti da queste parti o se vogliamo da questa parte occidentale.
    Poi non capisco come abbia fatto a konvertire al komunismo i kristiani.
    Osservando i preti e o i vescovoni, un tempo di cristianesimo dilagante, scomunicavano i komunisti e i loro simpatizzanti, adesso li benedice. Non parlano piu’ nemmeno se le leggi civili diventano incivili perche’ komuniste.
    Abbiamo o no notato che la famiglia e’ DISTRUTTA e con l’andazzo e con le leggi “civili”..?
    Purtroppo mi torna alla mente che scrivevo: oggi siamo in piena Sodoma e Gomorra. Non e’ forse vero..?
    Ormai il matrimonio puo’ essere archiviato: non serve piu’, quella antica cerimonia cristiana.
    Tutto si chiama compagno/i/a/e… alla komunista maniera?
    Pare proprio tutto alla komunista maniera giust’appunto, direbbe G. Cainarca.
    Che serva, a questo punto, scrivere che SOCCOMBEREMO..?
    No..!
    Stiamo gia’ SOCCOMBENDO..! Eh, che non ce ne accorgiamo: troppa distrazione a Sodoma e Gomorra… per tutti gli appunti.
    Bacio le mani e, auguri a tutti.

Leave a Comment