Banca Intesa e le pmi alla “conquista” del Medio Oriente

di REDAZIONE

“Il Medio Oriente è una delle regioni strategiche per la Banca. In questa regione vi sono molte opportunità di business per le imprese italiane. Solo con una buona conoscenza della realtà locale ed una ramificata presenza è possibile sostenere l’espansione delle aziende nostre clienti. Oltre agli Emirati Arabi, Intesa  Sanpaolo è presente in Medio Oriente in Egitto, Tunisia, Marocco, e Libano”. Così Marcello Sala, vicepresidente vicario del Consiglio di gestione di Intesa San Paolo, firmatario del  “Memorandum of Understanding” con la Hamriyah Free Zone dell’Emirato di Sharjah. Grazie a questo accordo le imprese italiane e internazionali clienti del Gruppo Intesa Sanpaolo potranno godere di un iter velocizzato per l’ottenimento delle autorizzazioni necessarie agli investimenti nella zona e saranno sostenute dall’operatività della Filiale Hub di Dubai.

Intesa Sanpaolo è la prima banca europea a firmare un accordo con la Free Zone di Hamriyah, costituita nel 1995 nell’Emirato di Sharjah, e seconda Free Zone degli Emirati sia per numero di aziende regolate sia per fatturato globale; ad oggi le aziende manifatturiere registrate sono circa 5.000, di cui 15 italiane.

Il “Memorandum of Understanding” segue l’accordo siglato con il parco industriale di Zhangjiagang in Cina e fa parte di una più ampia strategia della Banca di supporto alle PMI che affianca l’assistenza finanziaria tipica con un’ intera piattaforma di canali, informazioni e servizi volti ad agevolare il processo di internazionalizzazione delle imprese italiane.

Sharjah è l’unico dei sette Emirati con porti sulla costa occidentale e orientale del Golfo Arabico, con accesso diretto all’Oceano Indiano, oltre a un aeroporto internazionale connesso con 230 città. Rappresenta una base industriale preminente degli Emirati Arabi Uniti grazie alla posizione strategica fra tre continenti, servendo un mercato di 1,5 miliardi di persone. La Hamriyah Free Zone, situata all’interno dell’emirato di Sharjah, dispone quindi di una posizione geografica e di un fuso orario vantaggiosi, supportati da una valuta sicura e totalmente convertibile, oltre a accessi multipli al resto del mondo per terra, mare e cielo.

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

4 Comments

  1. agor says:

    la miglior banca e quella rasa al suolo con tutti i tirapiedi

  2. ingenuo39 says:

    Tutto bello e tutto produttivo. Ma la domanda è: gli utili ritornano in Italia? Se l’ articolo finiva così, in modo affermativo, sarei stato piu contento.

Leave a Comment