Con Monti: 14 miliardi di tasse in più per lo Stato nel 2012

di REDAZIONE

Le entrate tributarie nei primi undici mesi del 2012 si sono attestate a quota 378,189 miliardi di euro, in crescita di 13,8 miliardi (+3,8%) rispetto allo stesso periodo del 2011. Lo comunica il Dipartimento delle Finanze del ministero dell’Economia. Le entrate a gennaio-novembre 2012 sono aumentate – spiega il Dipartimento delle Finanze del ministero dell’Economia – per effetto dell’aumento sia delle imposte dirette (+4,8%) sia delle imposte indirette (+2,6%). Contribuiscono alla crescita delle imposte dirette l’imposta municipale propria (Imu) per la quota di spettanza erariale e l’imposta sostitutiva su ritenute, interessi e altri redditi di capitale “anche per effetto delle modifiche al regime di tassazione delle rendite finanziarie”. “Nel complesso, a fronte del marcato deterioramento del ciclo economico, la dinamica delle entrate conferma la tendenza alla crescita a ritmi superiori rispetto all’analogo periodo dello scorso anno per effetto delle misure correttive varate a partire dalla seconda metà del 2011”. Lo afferma il Ministero dell’Economia, citando espressamente l’Imu.

La prima rata dell’Imu, pagata a giugno 2012, ha portato quasi 10 miliardi di euro (9,937 mld): 4,022 mld è l’importo riservato allo Stato e 5,915 mld ai Comuni. Le entrate tributarie derivanti dall’attività di accertamento e controllo risultano nel periodo gennaio-novembre 2012 pari a 6.433 milioni di euro (+9,3%, pari a +545 milioni di euro).

Le entrate relative ai giochi nel periodo gennaio-novembre 2012 si riducono complessivamente del 6,3% (-798 milioni di euro). Tra queste si evidenzia l’andamento positivo delle lotterie istantanee (+0,5%, pari a +7 milioni di euro) e delle entrate derivanti dagli apparecchi e congegni di gioco (+2,0%, pari a +70 milioni), mentre risultano in calo le entrate relative ai proventi del lotto (-8,9%, pari a -554 milioni di euro). Nel periodo gennaio-novembre 2012 risulta pari a 259 milioni di euro il gettito del contributo di solidarietà, pari al 3% sulla parte di reddito complessivo eccedente i 300.000 euro.

La congiuntura economica negativa e la conseguente debolezza della domanda interna ha determinato a gennaio-novembre 2012 un calo del gettito Iva dell’1,8%, rispetto all’analogo periodo del 2011. La diminuzione è di 1,818 miliardi di euro.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

5 Comments

  1. Roberto Porcù says:

    Che le entrate tributarie siano lievitate, non mi meraviglia più di tanto.
    Quello che mi meraviglia e mi schifa è che il governo dei bidelli abbia tassato tutto, ma non abbia diminuito di uno spicciolo il costo della associazione a delinquere di stampo politico-burocratico travisata da Democrazia.
    Servirebbe molta temerarietà per passeggiare per Roma o Venezia senza scorta e bisogna essere pieni di se per osar chiedere un voto.
    Vabbè che ci siamo abituati al peggio ed al peggio del peggio, ma essere governati da bidelli …
    Ma mi facci un piacere !
    PPPPPPPPPPPRRRRRRRRRRRRRRRRRR pernacchia partenopea di sfotto.

  2. Serenissimo says:

    dal bon semo priprio in uno stato comunista …. vacca boia che schifo !!!

    pexo de cusì no la pol nar

    WSM

  3. Albert Nextein says:

    Sono numeri destinati a peggiorare.
    Contemporaneamente all’aumento del debito pubblico.

  4. luigi bandiera says:

    Ma quante entrate nelle casse dello stato… esclamarono.

    Gia’, tante palanche hanno versato perche’ recuperate dagli evasori.
    Pero’, chi sa’ chi le ha veramente pagate..!?

    Tuttavia ho qualche domanda da fare agli allocchi trikoloriti:

    DOVE SONO FINITI gli euros incassati..??

    Sono ancora lì in cassa oppure non sono mai entrati..?

    L’articolo di Fabrizio Dal Col sul “regime non molla…” da l’idea di chi siano i briganti, i rapinatori e i mantenuti in questo status mafioso. (E’ da tanto che lo predico).

    Non e’ per accusare qualcuno viste le leggi e i giudici fermi la’ in attesa che qualcuno provi a ribellarsi, ma e’ per CONSTATARE l’ANDAZZO tipico trikolorito. L’andazzo e’ di: guai toccare le super paghe, non si salverebbe ugualmente l’itallìa. Quindi paghiamoli e per bene sti bravi ragazzi servitori dello status…

    Fin che quelli la’ che sono in assoluto figuranti saranno in numero esorbitante, abnorme, hai voglia di metter via, in cassa, un TOIN. Gia’, un Penny… na mezza Lira o mezzo Franco.

    A questo punto perche’ non essere tutti DIPENDENTI DELLO STATO (mantenuti) invece di ESSERE SCHIAVI DELLO STESSO..??
    Hanno super paghe se in riferimento a quelle dei privati. Eppoi non sono nemmeno tassati dato che essendo dipendenti (dicono servitori dello status e i privati allora cosa sono?) appunto dello stato e’ tutto fatto in casa per cui…
    La stato e’ komunista: per poco piu’ della meta’ ha infatti quel andazzo.
    Il rimanente, inebetito dalla propaganda rossonera, ha un compito che non e’ che si possa etichettare come gli altri, servitori dello stato. Lo si etichetta come: EVASORI, DELIQUENTI. RAPINATORI o MALVIVENTI.
    Cosi’ scatta la corsa per la cattura dei briganti, dei rapinatori e dei mantenuti. Cioe’ succede il CONTRARIO..!!!!!!

    Invece di limitare quelli che sono la causa prima dello sfascio, attraverso i servitori dello status perseguitano quelli che sono i VERI FORAGGIATORI DELLO STATO..! I VERI SERVITORI DELLO STATO MEDESIMO, per tutti gli appunti..!

    Quindi e concludendo il disk..?

    BISOGNA RIVOLTARE QUESTO KAX DI KALZINO..!

    In pratica la medaglia si e’ CAPOVOLTA e sopra c’e’ la BRUTTA FACCIA DEI MOLTISSIMI FARISEI: GLI IPOCRITI CHE SI SONO MUTUATI TRA LORO..!
    LI VORREBBERO VEDERE TUTTI ALL’INFERNO QUELLI CHE LI MANTENGONO..! (Sventola docet).
    Si. Vero. PAGANO ANCORA TROPPO POCO DI TASSE E QUINDI..??

    KAX: A BRUCIARE NELL’INFERI o la’ vicino, ri KAX..!
    Si. E’ vero: siamo evasori e poco patriottici. Dobbiamo lavorare e rifiutare la paga che sara’ data allo status che, cosi’ facendo, noi, non servitori ma schiavi dello stato, aumenteremmo il tenore di vita dei briganti, dei rapinatori e mantenuti i veri passatisi passati per servitori della patria… una e indivisibile. Eh, te credo… mi.

    NON SERVE ANDARE A VOTARE, MA ANDIAMO, cosi’: per passare un po’ di tempo nell’ora d’aria concessaci.

    O NULLE o MORTE.

    Amen

  5. Antonino Trunfio says:

    l’eroiko kameraden ha pure fondato un partito !!
    http://www.youtube.com/watch?v=1EIhc-NdqGo

Leave a Comment