ATTENTATO DI BRINDISI: IN RETE PER GLI AGGIORNAMENTI

di REDAZIONE

La bomba esplosa all’istituto Falcone e Borsellino di Brindisi di ieri dove è morta una ragazza, Melissa Bassi, e diversi altri sono rimasti feriti continua a mobilitare la Rete. Nella notte sono stati interrogati due individui, ma al momento non sono stati assunti provvedimenti.

Attentato di Brindisi, le reazioni

La Repubblica – ‎1 ora fa‎
Udu – “Qualsiasi cosa farete, non ci fermerete”. Siamo scossi, pieni di dolore e rabbia per ciò che è accaduto questa mattina a Brindisi. Il nostro pensiero va alle due ragazze giovanissime morte per colpa dell’attentato, ai familiari e agli altri 

Brindisi, bombe contro scuola: morta 16enne.”E’ stata una strage”

Tiscali – ‎1 ora fa‎
Brindisi, 20 mag. (TMNews) – Tre ordigni artigianali azionati da un dispositivo a distanza, forse un telecomando, sono deflagrati sabato mattina davanti alla scuola Morvillo Falcone di Brindisi, uccidendo una 16enne, Melissa Bassi, e ferendo altri 

Attentato alla scuola di Brindisi: le reazioni politiche in Sicilia

Canicatti Web Notizie – ‎31 minuti fa‎
“Non ci sono parole che possano esprimere lo sgomento e il dolore che si provano dinnanzi a fatti di questo tipo. Non ci sono parole che potranno rincuorare i familiari delle vittime. Sarò oggi alle 16 dinnanzi l’albero Falcone e sarò stasera alle 20 

Brindisi, attentato davanti ad una scuola: muore una ragazza di 16 

Quindici – Molfetta – ‎51 minuti fa‎
L’istituto professionale era intitolato a Francesca Laura Morvillo Falcone. La vittima si chiamava Melissa Bassi BRINDISI – Un ordigno è esploso questa mattina a Brindisi nella zona del tribunale, vicino all’istituto professionale “Francesca Laura 

Brindisi: bomba uccide una 16enne Grasso, “Terrorismo puro”

AGI – Agenzia Giornalistica Italia – ‎10 ore fa‎
(AGI) – Brindisi, 19 mag. – Una studentessa di 16 anni e’ morta, Melissa Bassi, un’altra e’ gravissime condizioni in ospedale. Altri sei giovani sono rimasti ferti. L’esplosione e’ stata provocata da tre ordigni rudimentali, costituiti da bombole di 

Bomba esplode davanti a una scuola, morta una ragazza, sette feriti

Il Sole 24 Ore – ‎21 ore fa‎
«Potrebbe non essere una organizzazione mafiosa» ad aver compiuto l’attentato dinanzi alla scuola Morvillo Falcone di Brindisi che ha provocato la morte di una ragazza di 16 anni e diversi feriti. Lo ha detto il procuratore della Repubblica di Lecce, 

Brindisi, ordigno esplode in un istituto tecnico Cinque studenti 

Corriere della Sera – ‎22 ore fa‎
L’esplosione nell’Istituto Morvillo-Falcone, grave un’altra 16enne. Bomba attivata con un timer L’esplosione nell’Istituto Morvillo-Falcone, grave un’altra 16enne. Bomba attivata con un timer MILANO – Un ordigno con tre bombole di gas è esploso davanti 

Il testamento spirituale di Giovanni Falcone continuera’ a guidare 

Consorzio AetnaNet – ‎18 minuti fa‎
La CISL SCUOLA DI CATANIA condanna il vile attentato alla scuola Morvillo Falcone di Brindisi, esprime dolore per la morte violenta della studentessa Melissa Bassi di soli 16 anni e per le altre giovani vittime. Alle loro famiglie va tutta la nostra 

Brindisi, attentato anomalo: da quando la mafia uccide con le bombole?

Bergamosera – ‎1 ora fa‎
BRINDISI — Da quando la mafia colpisce con le bombole a gas? Sono molti gli aspetti che non quadrano per gli esperti delle agenzie di sicurezza, nell’attentato alla scuola di Morvillo Falcone di Brindisi avvenuto ieri mattina e costato la vita a una 

Brindisi: attentato davanti a scuola superiore Bomba uccide 

L’Unione Sarda – ‎22 ore fa‎
Un ordigno confezionato artigianalmente con un innesco collegato a tre bombole di gas è esploso questa mattina all’esterno dell’Istituto professionale ‘Morvillo Falcone’ di Brindisi, provocando la morte di una ragazza e il ferimento di altre nove 

Brindisi, tre bombe davanti ad una scuola muore una ragazza, altri 

La Repubblica – ‎16 ore fa‎
Alle 7.50 di stamattina una devastante esplosione fuori dall’Istituto professionale Morvillo Falcone. Melissa Bassi, 16 anni, perde la vita. Gravissima un’altra studentessa. “Una scena terrificante”. Al vaglio degli inquirenti la pista mafiosa.

Attentato mafioso? Le tante coincidenze

L’Unione Sarda – ‎15 ore fa‎
“Ci sono troppe coincidenze in questa vicenda. Mi auguro che siano solo tali, anche se in questo momento la nostra unica preoccupazione è quella dei ragazzi”. Lo ha detto il sindaco di Brindisi, Mimmo Consales. Il primo cittadino parla della possibile 

Fazzoletti bianchi per Melissa Tutta l’Italia scende in piazza

L’Unità – ‎15 ore fa‎
Dalle 18 manifestazioni in molte città italiane. La bacheca Facebook della giovane vittima subissata di messaggi: rabbia, indignazione e tanto dolore per una fine inspiegabile. Gli studenti non ci stanno, in Puglia come nel resto del Paese esplode la 

Brindisi, ordigno davanti a scuola: muore 16enne, un’altra gravissima

Adnkronos/IGN – ‎17 ore fa‎
Brindisi – (Adnkronos/Ign) – La vittima è Melissa Bassi. Diversi i feriti, in prognosi riservata l’amica della vittima (VIDEO). Le esplosioni davanti all’istituto ‘Morvillo-Falcone’ (FOTO) poco prima dell’entrata degli studenti. (VIDEO 1- 2).

Bomba a Brindisi, il dolore di Napolitano

Corriere della Sera – ‎20 ore fa‎
MILANO – Provoca reazioni immediate l’esplosione dell’ ordigno davanti a una scuola professionale dedicata a Giovanni Falcone e Francesca Morvillo a Brindisi che ha ucciso una sedicenne e ferito almeno sei ragazzi tra cui una studentessa molto grave.

Brindisi, ordigno esplode vicino a scuola

Il Messaggero – ‎20 ore fa‎
BRINDISI – Un ordigno è esploso stamani alle 7.45 a Brindisi davanti all’Istituto professionale”Francesca Laura Morvillo Falcone”, in via Galanti, non lontano dal Tribunale. L’esplosione ha ucciso una studentessa di 16 anni, Melissa Bassi.

Melissa, figlia unica amata e coccolata Il sindaco: “I genitori 

L’Unione Sarda – ‎15 ore fa‎
Era figlia unica Melissa Bassi, di Mesagne (Brindisi), la studentessa sedicenne morta nell’ attentato dinamitardo. Il papà di Melissa è un operaio, fa il piastrellista, e la mamma è una casalinga. “Era figlia unica – racconta il sindaco di Mesagne, 

Attentato, lo sdegno e il dolore sul Web Migliaia di messaggi sui 

Corriere della Sera – ‎17 ore fa‎
Dai social network ai media online la notizia dell’attentato di Brindisi ha monopolizzato l’attenzione italiana e internazionale sul Web, tra tristezza, messaggi di commiato per la vittima, Melissa Bassi, e la rabbia per gli autori dell’attentato.

Brindisi, bomba in una scuola

La Stampa – ‎21 ore fa‎
Due esplosioni sono avvenute vicino all’istituto professionale di Brindisi, Morvillo Falcone: una ragazza è morta, sette sono rimasti feriti e due di loro sarebbero in pericolo di vita. Secondo le prime ricostruzioni della polizia intervenuta sul posto 

La carovana antimafia davanti alla scuola «Brindisi non si piega e 

Corriere della Sera – ‎17 ore fa‎
BRINDISI – È ferma davanti alla scuola Morvillo – Falcone la carovana antimafia che sta girando per la Puglia per costruire comunità responsabili e diffondere la cultura della legalità democratica, la conoscenza dei diritti e promuovere l’educazione 

Terrore a Brindisi: esplode bomba a scuola, muore una 16enne

Sky.it – ‎8 ore fa‎
Attentato davanti all’istituto intitolato alla moglie di Falcone. La vittima è una studentessa, Melissa Bassi, originaria di Mesagne. Un’altra ragazza è in gravissime condizioni. Giallo sulla matrice. La procura: “Non è detto ci sia la mafia” – I VIDEO 

Attentato Brindisi, le reazioni politiche Napolitano: contrastare 

Il Messaggero – ‎17 ore fa‎
ROMA – Tutto il mondo politico reagisce con sdegno alla notizia della tragedia di Brindisi, dove un ordigno piazzato davanti all’istituto Morvillo Falcone ha ucciso una ragazza di 16 anni, ferendo altri 7 studenti, molti dei quali in gravissime 

Strage davanti una scuola Una studentessa morta a Brindisi

AGI – Agenzia Giornalistica Italia – ‎19 ore fa‎
(AGI) – Brindisi, 19 mag. – Un ordigno e’ esploso stamani a Brindisi nella zona del tribunale, vicino all’istituto professionale “Francesca Laura Morvillo Falcone”. Una ragazza e’ morta Melissa Bassi, e altri sette giovani sono rimasti ferti tra i 

Brindisi, Melissa Bassi: morire a 16 anni Dolore e rabbia su 

Il Messaggero – ‎18 ore fa‎
BRINDISI – Si chiama Melissa Bassi la giovanissima studentessa dell’istituto Morvillo Falcone che oggi è deceduta a seguito dell’attentato a Brindisi. Sedici anni, originaria di Mesagne, è stata feritanell’esplosione ed è morta dopo il ricovero in 

Brindisi, attentato alla scuola Morvillo-Falcone: una studentessa 

RaiNews24 – ‎22 ore fa‎
“L’attentato alla scuola di Brindisi potrebbe non essere riconducibile a un’organizzazione mafiosa. Lo ha detto il procuratore della Repubblica di Lecce, Cataldo Motta al termine del vertice in prefettura a Brindisi, durante il quale non si e’ esclusa 

Brindisi, morire a sedici anni andando a scuola

Il Secolo XIX – ‎8 ore fa‎
Brindisi – Un ordigno composto da tre bombole del gas è esploso questa mattina davanti all’istituto professionale Morvillo Falcone di Brindisi, attorno alle 8, all’ingresso degli studenti, uccidendo una ragazza di 16 anni, Melissa Bassi (fotogallery ) 

Melissa, aveva solo 16 anni

Corriere della Sera – ‎20 ore fa‎
MILANO – Sorridente, con le amiche, in posa, nel fiore degli anni: così emerge da Facebook, Melissa Bassi, la ragazza, anzi la ragazzina uccisa nel vigliacco attentato di sabato mattina. Così la ricordano compagne e insegnanti.

Attentato a Brindisi, un morto

ANSA.it – ‎13 ore fa‎
BRINDISI – Una ragazza di sedici anni, Melissa Bassi, dilaniata dallo scoppio di un ordigno e cinque feriti, tra cui Veronica Capodieci, in gravissime condizioni; e poi altri cinque pazienti dimessi dopo aver ricevuto cure.

Quando la scuola vinse il premio antimafia

Corriere della Sera – ‎18 ore fa‎
MILANO – Una serie di primissimi piani che ritraggono degli occhi aperti con al centro una foto in bianco e nero dei giudici Falcone e Borsellino. E una frase che recita: “Guarda in faccia la legalità”. LO SPOT VINCITORE – Con quest’immagine nel 2007, 

Brindisi: esplode ordigno davanti una scuola. Morta una 

Agenzia di Stampa Asca – ‎19 ore fa‎
(ASCA) – Roma, 19 mag – Un ordigno, composto da tre bombole di gas, e’ esploso questa mattina a Brindisi, investendo l’Istituto professionale Morvillo Falcone: una studentessa di 16 anni, Melissa Bassi, e’ morta appena giunta in ospedale e un’altra, 
Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

10 Comments

  1. angelo says:

    una morte per una ragazza ingenua che andava a scuola per stare al sicuro e per impararsi qualcosa persone senza coraggio sono solo in grado di uccidere una sedicenne senza colpa bastardiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

  2. tangfong says:

    ma perchè un mafioso oppure un anarchico dovrebbe far saltare una scuola?…
    Mi ricorda piazza fontana, Pinelli e Valpreda.,
    Ora troveranno un capro espiatorio da dare in pasto alle folle.
    Llo stato si indigna, porta la popolazione dalla sua e si giustifica qualunque operazione di polizia ..così può fare ancora di più gli interessi suoi alla faccia del popolo beota.
    Nessuno saprà mai la verità.
    Uccidere dei giovani innocenti che c’è di peggio per tutti noi. Dare la colpa al terrorismo rivoluzionario che c’è di meglio per lo stato.

  3. ged1oczb says:

    Smettiamola col dire che il disagio sociale produca il terrorismo. Il disagio sociale non produce stragi, ma disperazione e rabbia, i lavoratori che non hanno i soldi per pagare le tasse, gli imprenditori con l’acqua alla gola si sono suicidati, non hanno certo messo le bombe nelle scuole. Rendiamoci conto che questo è terrorismo “eterodiretto” da pezzi di Stato inquinati dalla mafia.

  4. Antonino Trunfio says:

    E’ un bell’enigma prevedere se il dinosauro del colle e i suoi sodali, si presentaranno ai funerali di stato, as usual.

  5. Antonino Trunfio says:

    tutto come da copione già scritto, regia già conosciuta da molti escluso il popolo beota, sempre bisognoso del protettore pappone : lo stato.
    Ma vi pare che la mafia usa le bombole del gas per fare rumore ?

  6. Domenico says:

    Puzza di strage di stato.. Con le solite lacrime di coccodrillo dei caimani

    • giorgio lidonato says:

      Proprio così. Ben detto. Creare paura, guarda caso sempre quando il livello di consenso per la classe politica e lo Stato scende ai minimi, è il primo strumento per favorire la retorica dell’unità, la compattezza “attorno alle istituzioni”, la richiesta di misure autoritarie e para-fasciste, delle quali si è sempe nutrito questo Stato incollato con lo sputo.

    • Albert1 says:

      Generalmente bollerei quanto dite come dietrologia, passione tutta italica… però fa riflettere che, subito dopo la strage, il Gatto e la Volpe abbiano maldestramente puntato il dito contro l’eversione!

Leave a Comment