Atene a ferro e fuoco: un morto durante lo sciopero generale

FONTE ORIGINALE: www.corriere.it

Atene brucia. Di nuovo. E un uomo è morto durante gli scontri tra manifestanti e polizia: secondo la stampa locale si tratta di un marittimo di 66 anni che sarebbe stato colpito da un infarto. Il Partito comunista greco, Kke, lo ha salutato con un minuto di raccoglimento nel corso della manifestazione. Migliaia di persone sono scese in piazza per lo sciopero generale indetto dai sindacati. all’arrivo davanti al Parlamento sono cominciati i disordini con le forze dell’ordine. Lancio di molotov e pietre da un parte, lacrimogeni dall’altra. Violenti gli scontri.

LO SCIOPERO- Insomma, non c’è pace per la Grecia. Nel mirino ci sono ancora i tagli imposti dalla Troika (Ue, Bce, Fmi), per cercare di risanare il Paese. Oltre undici miliardi di euro. Ma la situazione continua a peggiorare. E i cittadini si dicono «stanchi ed esasperati», anche perché «non si vede una via d’uscita». Così per la seconda volta in un mese è stato indetto uno sciopero generale, il quarto dall’inizio dell’anno. La mobilitazione nel giorno in cui si riuniscono i capi di stato e di governo dei paesi dell’Unione Europea. Colpiti soprattutto i trasporti pubblici, i collegamenti ferroviari, marittimi e aerei, con molti voli annullati. Ad Atene la metro si è fermata alle 8 (ora italiana) e anche i tassisti scioperano tutto il giorno.

GLI SCONTRI – Ed è proprio l’esasperazione che porta la violenza in piazza. Anche giovedì ci sono stati scontri durissimi. Le forze dell’ordine hanno cercato di disperdere la folla lanciando i gas. I manifestanti gridavano: «Pane, educazione, libertà». I manifestanti hanno risposto con molotov e pietre. E proprio durante gli scontri che un uomo si è accasciato a terra. Subito soccorso, è deceduto durante il trasporto in ospedale. Altre cinque persone, tra cui due agenti, sono rimaste ferite nei disordini. Almeno due gli arresti.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Dan says:

    Non basta ancora, non basta ancora…
    Intanto sul fronte di “quelli là di estrema destra” pare che gli altri partiti stiano facendo di tutto per rendere alba dorata illegale sottraendo diritti quali immunità parlamentari ai loro deputati regolarmente eletti.
    O lo sono, o lo fanno: un colpo di mano di quel tipo non farà altro che legittimare i neonazi anzi di più di quanto non hanno fatto fino adesso

Leave a Comment