ARRIVA IL GRANDE SUD (ANZI NORD) DOVE LA LEGA HA FALLITO!

di GIANMARCO LUCCHI

Hanno l’ambizione di riuscire dove ha fallito la Lega, partendo dal profondo Sud. Cioè realizzare un “federalismo inclusivo” (il termine è nuovo, ma ormai ne abbiamo sentite tante di terminologie che hanno snaturato il federalismo) che tenga dentro tutti. In realtà appare come un’operazione di potere per tentare di raccogliere qualcosa dall’emorragia che sta colpendo il Pdl e non ci sarebbe da sorprendersi se l’operazione abbia avuto la benedizione del Cavalier Pequeno da Arcore.  Così il movimento di Gianfranco Micciché e Adriana Poli Bortone sbarca anche al Nord. Dall’esperienza di Grande Sud, nasce infatti  Grande Nord,  nuovo movimento politico territoriale che si pone come finalità “individuare nel rinnovato quadro europeo, che esalta le appartenenze regionali, le realtà ed i bisogni locali, valorizzare le risorse territoriali umane e naturali, ricercare condizioni di sviluppo e di crescita attraverso le capacità del suo popolo di esprimere pensiero e lavoro, perseguire il diritto ad un futuro di successo, ottenere un confronto paritario e leale tra i vari livelli istituzionali”.
“Il nostro obiettivo – spiega Niko Cordioli, presidente dell’Ater Verona (Azienda territoriale per l’edilizia residenziale) e socio fondatore di Grande Nord – è riuscire dove la Lega ha fallito, realizzare quel progetto di federalismo inclusivo e non escludente che rappresenta la conditio sine qua non per ogni forma di sviluppo del nostro Paese. L’Italia è una e i richiami tribali alla Padania sono solo degli scaltri espedienti dialettici per celare la disfatta di una politica che esalta l’arroganza, piuttosto che la condivisione di valori e il dialogo”.
“Nord e Sud hanno interessi e aspettative diverse – sottolinea il parlamentare nazionale di Grande Sud, Gerardo Soglia, socio fondatore di Grande Nord –, proprio per questo la territorializzazione delle scelte non può che rappresentare il minimo comune multiplo della nuova politica volta alla valorizzazione delle specialità. Dal territorio e per il territorio è questo il leit motiv che caratterizzerà le scelte tanto di Grande Sud, quanto di Grande Nord, due realtà politiche distinte per quanto riguarda gli interessi specifici da difendere ma unite nel comune sentimento nazionale”.

Ma come nasce Grande Sud? Il motore dell’iniziativa è Gianfranco Micciché, uomo di Publitalia come Giancarlo Galan, entrambi scesi in politica con Silvio Berlusconi, ma sotto la cappella di Marcello Dell’Utri (a proposito, pare che il senatore, per rientrare dalle tante spese legali sostenute nei processi, abbia venduto la mega villa da 30 stanze sul lago di Como a chi? al Berlusca naturalmente). Micciché fu il protagonista dei 61 collegi a 0 in Sicilia a favore di Forza Italia contro la sinistra nelle elezioni del 2001.

Leggiamo dalle parole dello stesso Micciché cos’è Grande Sud da cui ora origina Grande Nord: “La forza politica di Grande Sud sta aumentando sempre di più, perciò abbiamo ritenuto opportuno lanciare una campagna che faccia conoscere il partito e gli dia visibilità, in modo da ottenere anche maggior risalto a livello mediatico. Grande Sud nasce dalla fusione di Forza del Sud e Io Sud, grazie all’unione di forze mie e di Adriana Poli Bortone. I due movimenti sono delle realtà molto radicate sia in Sicilia che in Puglia, ma adesso, insieme, stiamo ampliando il nostro raggio d’azione a tutto il Mezzogiorno. La crescita del partito è da perseguire anche attraverso scelte di marketing. La prima è stata la creazione di un logo molto incisivo, con colori vivaci, un logo che potesse esprimere proprio l’idea di novità che Grande Sud porta dentro di sé. Per questo motivo è stato creato uno spot tutto nuovo, molto intrigante, che comunica la forza, la passione e rende l’idea di quelli che sono i valori del nostro partito. La grafica accattivante e la musica incalzante rispecchiano in pieno lo spirito di Grande Sud”.

Evidentemente i dindini non mancano a Grande Sud. Ora aspettiamo con trepidazione quali saranno i personaggi che aderiranno alla versione nordista. Qualche settimana fa si vociferava dello stesso Galan. Ma al momento non si hanno certezze. I polsi stan tremando a molti, al Nordde!!!

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

15 Comments

  1. Veritas says:

    Fino a quando non verrà eliminata l’attuale legge sul finanziamento dei partiti, questi continueranno a moltipicarsi all’infinito, lo scopo è evidente………
    Veritas

  2. ingenuo39 says:

    Prima “forza sud” poi “forza nord” poi “forza centro” poi “forza est” poi “forza ovest” e avanti con le idee che non si concretizzeranno mai e dopo la colpa sarà degli Italiani che non capiscono: della serie “vai avanti te che mi viene da ridere”. Come dicevano una volta “armiamoci e partite”
    Allegria

  3. Giacomo says:

    Perdita di tempo. Cavoli loro. Che si fottano.

  4. grande_fogna says:

    ma non diciamo cag*te …
    non voglio neanche perdere tempo ad andare oltre al titolo: quello basta e avanza
    ci mancava solo il dare credito all’ennesima manifestazione di prassitismo di quella metastasi che è il meridione … siate seri dai

  5. Patrick says:

    Visti i promotori e le finalità, oramai trite e ritrite, sarebbe stato più appropriato chiamare questo pseudo-partito: GRANDE MAGNATA!

  6. negro del sud says:

    Potevano chiamarlo il Grande Camaleonte …….

  7. silvia garbelli says:

    Sembra una notizia da ‘pesce di aprile’ !

    Non ho altri commenti da esprimere.

  8. Francesco says:

    non ho nemmeno finito di leggere l’articolo…. purtroppo prenderanno anche dei voti… d’altronde noi del “norddde” siamo dei coglioni

  9. Trasea Peto says:

    italiani.

    Non considerando lo Stato italia e i suoi confini, per me il nord è la Norvegia o l’Islanda. Non capisco perché a Padova dovrei interessarmi del Grande Nord, di Babbo Natale e le renne…

  10. silvano says:

    Stanno usando la vasellina per mettercela nuovamente nel culo…… Politici bastardi !! :-((

  11. Ferruccio says:

    Sempre ed i soliti GRANDI LADRI di STATO

  12. Albert says:

    Che banda di pagliacci….avranno sucesso.

  13. Giorgio Milanta says:

    Federalismo inclusivo; … include le imposte estorte ai padani?

  14. Diego Tagliabue says:

    Il grande Sud esiste già da 151 anni: il grande scrocco, con la benedizione romana.

Leave a Comment