Arrighini, Grande Nord: liste in almeno sette province della Lombardia

grande nord

 «Grande Nord sarà presente alle elezioni regionali della Lombardia. Prenderemo in mano noi la trattativa per l’autonomia, perché quando si arriverà al dunque, gli esponenti del Sud delle forze politiche romane bloccheranno ogni concessione alla Lombardia». Così Giulio Arrighini, candidato presidente di Regione Lombardia per Grande Nord,  a Milano alla conferenza stampa di presentazione delle liste.

Grande Nord ha presentato proprie liste e candidati in tutte le province della Lombardia: «Abbiamo i numeri per presentarci almeno nelle sette province più popolose (Milano, Bergamo, Brescia, Como, Monza, Pavia e Varese), che contano circa il 90% della popolazione della Lombardia, per le altre aspettiamo il responso delle commissioni elettorali» ha annunciato Giulio Arrighini. «Siamo stremati, siamo stati gli unici ad affrontare da soli la raccolta firme, senza “aiutini”, perché abbiamo deciso di non darla vinta al sistema romano, che ha partorito una legge elettorale da mascalzoni per garantirsi le poltrone. Nonostante questo evidente deficit di democrazia ce l’abbiamo fatta». Oltre all’autonomia, un altro punto chiave del programma per la Lombardia è il freno all’immigrazione: «Faremo saltare l’accordo Stato-Regioni, firmato anche da Maroni, che consente ai prefetti di decidere dove piazzare i centri di accoglienza dei profughi senza il consenso degli enti locali. Un’imposizione coloniale».

«Il nostro obiettivo è difendere gli interessi di chi vive e paga le tasse al Nord, e basta – aggiunge il presidente di Grande Nord Roberto Bernardelli – in questa campagna elettorale stiamo assistendo ad una fiera incredibile di chiacchiere senza criterio, che urta contro il buon senso: promettono tutto e il contrario di tutto, senza coperture finanziarie. Ma il loro sogno è solo la “cadrega”, il nostro è quello di liberare il Nord».

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. Mario Casadei says:

    Grande nord è presente anche in Emilia-Romagna (la mia regione) ma chi mi assicura che non è una lega 2 (quella che prima canta le canzoni contro i Napoletani e poi va a Napoli a chiedere i voti?) o che come la vecchia lega non abbia altre battaglie da fare che quell inutile e odiosa di voler dividere l’Emilia dalla Romagna ? Non mi fido

  2. ingenuo39 says:

    Domande: con i voti che riuscirete a prendere, spero tantissimi, che garanzie mi date sui Vostri obbiettivi da raggiungere? Se non riuscite a raggiungere i voti necessari, come utilizzerete quelli ottenuti? Solo per chiarezza di propositi.

Leave a Comment