ARRIGHINI (GRANDE NORD): CORTE DEI CONTI CERTIFICA TRENTA MILIARDI DI NUOVE ENTRATE ERARIO. NORD CONTINUAMENTE SPREMUTO DA STATO CENTRALE

arrighini“Come un alcolizzato che chiede l’ennesimo bicchiere di vino, promettendo che sarà l’ultimo, sapendo di mentire. Così si comporta lo stato italiano con l’imprenditoria settentrionale che, ogni anno vede accrescere l’imposizione fiscale” Così Giulio Arrighini, candidato alla Presidenza della Regione Lombardia per il movimento federalista Grande Nord, in ordine alle rilevazioni che confermano i dati record sulle entrate fiscali e i bassi tassi di evasione delle regioni del nord ma, ancor di più lo conferma la Corte dei Conti che in questi giorni ha certificato nuove entrate per l’erario nell’ordine di trenta miliardi di euro nella legge di bilancio per il biennio 2018/2020.

“ Le regioni settentrionali e in particolar modo la Lombardia – continua Arrighini – garantiscono allo stato italiano gran parte del gettito fiscale. Con queste nuove tasse nascoste nelle pieghe del provvedimento di bilancio, l’economia lombarda rischia di veder morire centinaia di migliaia di aziende e di posti di lavoro, il tutto mentre il processo di trattativa fra la Regione Lombardia di Maroni e lo stato centrale sembra essersi interrotto in attesa di essere strumentalmente dibattuto nella prossima campagna elettorale. In Regione Lombardia servirà una forza politica territoriale e davvero federalista che tratti con Roma senza trucchi ”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment