Arrestato il sindaco leghista di Adro: turbativa d’asta

di ALTRE FONTI

Arresti domiciliari per il sindaco «sceriffo» di Adro, Oscar Lancini, della Lega Nord. Questa mattina alle 6 i carabinieri del nucleo investigativo di Brescia hanno suonato al campanello della sua abitazione con tanto di mandato. Stando alle prime informazioni Lancini sarebbe coinvolto in una turbativa d’asta riguardante la realizzazione dell’area feste del paese. Sono attualmente ancora in corso le perquisizioni delle forze dell’ordine negli uffici comunali, che questa mattina sono rimasti chiusi al pubblico. Gli inquirenti stanno cercando documentazione che dimostri gli atti illeciti.

Lancini è noto alle cronache nazionali per la sua crociata contro i genitori dei bimbi che non pagavano la mensa all’asilo, ai quali aveva negato l’accesso ai pasti. Una posizione che fece molto discutere e che si risolse con l’intervento dell’imprenditore (suo omonimo) Silvano Lancini. Il benefattore venne premiato dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: una mossa che scatenò gli strali del sindaco che scrisse a Napolitano una lettera di fuoco criticando quell’onoreficenza e venne indagato (poi prosciolto) per vilipendio al capo dello Stato. Non solo. Lancini è diventato famoso anche per il nuovo polo scolastico «Gianfranco Miglio» farcito di soli delle alpi, i simboli leghisti (che poi è stato costretto a togliere) per il quale è ancora aperta una causa civile.

E ancora: Lancini in passato è stato coinvolto nella storiaccia dell’azienda di famiglia, la Elg, che versava scorie tossiche nell’ ambiente (grazie anche alla prescrizione Lancini non è mai stato condannato). Quella stessa azienda è poi passata di mano alla Vallesabbia Servizi srl (dove attualmente lavora anche il fratello di Lancini), recentemente chiusa (e poi riaperta) dalla procura per un grave episodio di inquinamento. Adesso l’ultima pesante tegola sulla carriera del sindaco di Adro, che la Lega aveva anche candidato nelle ultime elezioni parlamentari.

FONTE ORIGINALE: http://brescia.corriere.it 

MARONI: SONO CONVINTO DELLA SUA ESTRANEITA’

“Sono veramente sorpreso, conosco da tanto tempo Oscar Lancini. E’ un bravo sindaco, una persona onesta, sono certo che dimostrera’ la totale estraneita’ dalle accuse mosse”. Cosi’ il segretario federale della Lega Nord, Roberto Maroni, ha commentato i domiciliari al sindaco di Adro, Oscar Lancini, accusato di falso in atto pubblico, turbata liberta’ del procedimento di scelta del contraente e turbata liberta’ degli incanti. 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

15 Comments

  1. Teresa says:

    Lo Stato se la prende coi deboli ma audaci. Forza Lancini! Forza Adro!

  2. L'incensurato says:

    DOve sono i commenti? Solo perche’ attaccavo duramente Lancini sono stati cancellati?

  3. lorenzo says:

    Io non so se Lancini è colpevole o innocente, dico solo questo:

    FANCULO LO STATO, ITALIA VAFFANCULO, VIVA LA PADANIA

  4. elisa uberi says:

    per dirla con Falcone, la mafia colpisce perché si è soli o perché si è entrati in un gioco troppo grande, perché non si dispone delle necessarie alleanze, perché si è privi di sostegno.
    IN PADANIA LO STATO-MAFIA COLPISCE UN ONESTO E CAPACE SINDACO INDIPENDENTISA PER LE STESSE RAGIONI…. forza LANCINI, te’ dür, la franciacorta è con te.

    • Ezechiele says:

      sei un coglione te, il sindaco pazzo e la franciacorta, ma porca la eva che son costretto ad leggere pota

      • L'incensurato says:

        L’ennesima intimidazione di giuddici mafiosi. POTA e’ un termine troppo nobile per chi non e’ di razza Celto-Germanica. Prova a utilizzare mizzica che piu’ ti si addice..

  5. berghemadler says:

    9 DICEMBRE tutti in strada a Bologna con i Forconi !!
    cosa dovrete (dovremo) subire ancora ?
    Io non so niente di Lancini, ma la sua storia la conosciamo tutti. Come quella del Sindaco di Montichiari.
    Ma non ne avete ancora abbastanza di “Giustizia” ?
    E il Corriere lo scrive : alla fine del primo paragrafo “cercano documentazione che dimostri”. Ovvero, non hanno neanche le prove, ma intanto LO ARRESTANO. Così va su tutti i giornali, poi….
    Tecnica vecchia, ma NOI permettiamo che funzioni sempre.

  6. luigi bandiera says:

    Mah…

    Se non ci si mette IDDIO qua siamo a peggio dell’occupazione nazista.

    continua

  7. Massima sfiducia nella magistratura italiana.
    Dopo il sindaco di Montichiari, della Lega, ecco un altro sindaco della Lega agli arresti domiciliari, la puzza del SISTEMA ITALIANO è un FETORE INSOPPORTABILE per il nord.

  8. gianni says:

    sul sole delle alpi la vince,anzi sul fiore della vita , in qualsiasi altra parte del mondo l avrebbe già vinta facile

  9. Dan says:

    Badiamo al sodo: in questi tempi di crisi, di disoccupazione, di patti di stabilità che conducono alla tomba anche le migliori intenzioni, i cittadini di Adro c’hanno guadagnato da queste “turbative d’asta” ? Spesso si tende a fare un tutt’uno tra interessi di cittadinanza e quello dello stato ma ne abbiamo già viste abbastanza da sapere che i due non vanno quasi mai di pari passo e stessa direzione.

  10. carla 40 says:

    Non si salva proprio nessuno! Lancini ha voluto strafare con i simboli, dove ne bastava uno, e si e’ messo nel mirino. Ora dira’che crede nella giustizia e bla bla bla… altra tegola per la disastrata Lega. Che malinconia!

Leave a Comment