Aprile 2014, quando Maroni diceva: “Un secondo mandato in Regione? Mai!” Preveggente?

maronidi ANGELO VALENTINO – Tutto scorre… Anche in politica. Ecco qua! «Non ho niente da aggiungere a quanto detto e scritto: non ci sono retroscena, io sono trasparente e limpido come l’acqua». Parola del presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, replicando a chi lo interpellava nell’aprile del 2014 sulla sua ricanditura al Pirellone nel 2018, per un secondo mandato.

Giusto il tempo per fargli anche precisare che così questi anni “ristretti” sarebbero stati di conseguenza più densi e pregni di valore! «Questo – spiegava in una conferenza stampa sulla semplificazione burocratica – mi rende più impegnativo il lavoro che si deve concentrare in questi anni». Preveggenza? Chissà.

Oggi il governatore, invece, punta al raddoppio. Sul 2018 allora invece affermava: “Il futuro riposa sulle ginocchia di Giove… Se qualcuno ha letto la mia intenzione di non ricandidarmi come un addio anticipato sbaglia di grosso. Io penso al futuro e ai giovani e annunciando che non mi ricandiderò alla guida della Lombardia divento più forte e meno condizionabile nelle scelte che faccio per i prossimi anni”.

Matteo Salvini allora rispose che Maroni parla(va) da “uomo libero, è la dimostrazione che è un governatore libero, quello che farà nei prossimi 4 anni lo farà a prescindere dall’attaccamento alla poltrona, dando dimostrazione di un’onestà e di una correttezza rara”.

Tutto scorre, panta rei…

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Americo says:

    Le parole dei politici della Lega – Maroni in testa – non valgono la carta su cui vengono scritte. Ricordiamo tutto ciò che prometteva il candidato Maroni nel 2014? 75% delle tasse restano al Nord etc?. Buffoni! Ma fra il ricandidarsi e l’essere rieletto c’è ancora una bella differenza. Il mio voto – in ogni caso – non lo avrà…

Leave a Comment