Apprendisti stregoni sopraffatti dall’Isis

confine-brennerodi MARIO DI MAIO – Come da copione, i fatti di Bruxelles hanno scatenato gli apprendisti stregoni che dai teleschermi analizzano cause e propongono soluzioni. Molto rumore per nulla perché in concreto per l’Italia si può solo prevedere un massiccio aumento degli sbarchi. A questo punto, piaccia o no, fermo restando l’obbligo di salvare i naufragi e prestare l’assistenza sanitaria indispensabile, è doveroso stoppare gli ingressi. Accogliere islamici non è come accogliere “non islamici “anche se vero che non esiste l’equazione: islamico/terrorista.

Però è sicuramente sbagliato il paragone con le brigate rosse che avevano il loro brodo di coltura solo “a sinistra “e la maggioranza del Paese contro. L’Isis invece attecchisce ovunque siano presenti gli islamici per la comunanza di religione e agisce “a colpi di Corano “. Troppo facile il reclutamento, e troppo rischioso per l’Occidente aumentare il bacino di utenza dei terroristi con ulteriori massicci insediamenti. È anche altrettanto doveroso limitare al massimo la costituzione di nuove moschee. Dopo, e solo dopo, si potrà parlare di integrazione per i musulmani non rimpatriati. Complicato e non necessario, infine, creare una superpolizia europea. Meglio aumentare il coordinamento delle polizie esistenti.

Print Friendly

Articoli Recenti

Lascia un Commento