Apocalittici: turisti in Guatemala danneggiano i tempi Maya

di REDAZIONE

Il mondo non e’ finito ma alcuni tra gli apocalittici che ci hanno creduto hanno danneggiato alcuni templi maya in Guatemala a Tikal, il piu’ grande sito archeologico dell’antica civilta’ scomparsa.

“Tristemente molti turisti che hanno organizzato”, a Tikal, “feste per la ‘fine del mondo, e si sono arrampicati sul Tempio numero 2 (una delle strutture a piramide tronca dell’area), danneggiandolo”, ha dichiarato Osvaldo Gomez, uno dei tecnici che lavorano nel sito a 550 km a nord di citta’ del Guatemala.

Il Tempio numero 2, alto circa 38 metri, sorge sulla piazza centrale di Tikal ed e’ una delle strutture piu’ note del sito.   Venerdi’ 21 erano oltre in 7.000 ad attendere l'”inevitabile”.

Print Friendly, PDF & Email

3 Comments

  1. L’ignoranza fa ancora danni:questi turisti occidentali che distruggono templi storici,per la storia del 2012!Che poi i maya non hanno mica previsto la fine del mondo,ma l’inizio di un nuovo ciclo,la storiella della fine del mondo è roba occidentale poi diffusa attraverso i mass media occidentali…i creduloni e gli ignorantoni sono gli occidentali medi,mica i maya ec he cazz!

  2. Ma che vandalismi inutili questi!!Certo Che la mancanza di rispetto,nei confronti delle testimonianze storiche piu’ importanti,Della storia del popolo incaico,quanto della cultura di quei luoghi…È un vero orrore che vengano vandalizzate in modo tale!!Le sono andate a vedere io stesso!!E vi assicuro che non sono affatto un bello spettacolo!!!u

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Agenda Monti: per la crescita economica trentuno righe inutili

Articolo successivo

Ecco le condizioni per il successo del federalismo in Italia