Ambrosoli: Maroni immobile, era più attivo Formigoni! E lui lascia l’aula

di REDAZIONE

“L’immobilismo” del governatore Roberto Maroni, fa sembrare l’ex presidente Roberto Formigoni “un campione di attivismo e dinamismo”. Questa la provocazione lanciata dal coordinatore del centrosinistra, , durante il suo intervento in Consiglio regionale, in occasione del dibattito sul Piano regionale di sviluppo. Il coordinatore del centrosinistra ha lanciato una frecciata a Maroni, mettendolo a confronto con Formigoni: “E’ proprio questo suo immobilismo – ha detto Ambrosoli – questa sua assenza di azione che fa sembrare il suo predecessore, del quale condividevamo poco o nulla, un campione di attivismo e dinamismo”.  A sbarrare la strada a qualsiasi ipotesi di ‘riabilitazione’ di Formigoni da parte del centrosinistra, ci ha pensato il capogruppo del Pd al Pirellone, Alessandro Alfieri: “Non rimpiangiamo in alcun modo Formigoni, il periodo formigoniano e’ stato il peggiore per gli scandali e il discredito che si sono abbattuti sulla Regione”. Tuttavia, aggiunge, “siamo convinti che Maroni debba dare un segnale forte di discontinuita’ sulle politiche, rispetto al passato”.

Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, e’ uscito dall’aula del consiglio durante l’intervento di Umberto Ambrosoli perche’ si e’ sentito “insultato”. A spiegarlo ai giornalisti e’ stato lo stesso Maroni dicendo che “Ambrosoli non mi ha annoiato, mi ha insultato”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

10 Comments

  1. Nazione Toscana says:

    Attendiamo di conoscere anche il pensiero del M5S sull’argomento.

  2. Veritas says:

    Oltre a certe scelte di persone unadegute (i migliori sono stati swempre allonanati), La Lega è sempre stata poco comunicativa del suoi successil
    E ora Maron perchè non fa una bella campagna mediatica per comunicare quanto ha fatto, e non usa anche della vera e popria pubbllicità. Visto gli acerrimi nemici, si dovrebbe reagire con forza,

    • Miki says:

      Eh si,un bello spottone è quello che ci vuole. E magari un “contratto coi Lombardi” firmato da brunovespa. Per far vedere le cose buone fatte dalla giunta,genuine come una volta, contro le malelingue COMUNISTE! che negano i bei risultati raggiunti. Pienamente d’accordo

  3. giorad says:

    Mi sembra Marchi non abbia torto…

    Che Maroni non sia troppo dinamico, per non dire aggressivo – come dovrebbe esserlo uno che vuole strappare il 75% delle tasse fagocitate a Roma – mi sembra abbastanza chiaro.

    Che Ambrosl e la sua banda poi sia peggio di Maroni and co., perlomeno per un indipendentista come me, mi sembra lapalissiano.

  4. Euskaldun says:

    Adesso da spazio anche al PD pur di dare contro a Maroni e alla Lega Nord per l’Indipendenza della Padania? Da Facco si è passati alla Piazzo (ed ad ogni brusio cerchista) e ora Ambrosoli, pur di screditare la LNP avanti tutti, bah! Meno male che si deve parlare di Autodeterminazione, qui è il tutti contro la Lega.

    • gianluca says:

      Si dà spazio ad attacco e difesa, visto che l’altro giorno c’era il bilancio dei cento giorni fatto da Maroni.. quindi impara a leggere tutto e ad elaborarti un’idea non precostituita re dei miei stivali

  5. Giacomo Consalez says:

    “Siamo convinti che Maroni debba dare un segnale forte di discontinuita’ sulle politiche, rispetto al passato”. In pratica deve passare dalle porcherie di centro destra alle porcherie di centro sinistra.

  6. elio says:

    povera redazione

  7. lurens says:

    povero bobooo…

Reply to Nazione Toscana Cancel Reply