Altro che sirene. La Danimarca sui giornali arabi: immigrati, non venite qui!

di BENEDETTA BAIOCCHI Sirenetta

Messaggio neanche tanto in bottiglia. Se proprio volevano essere diretti, ci sono riusciti. I danesi hanno scritto sui quotidiani libanesi facendo sapere che nel loro paese non c’è posto: “Cari immigrati non venite qui”. Infatti il governo danese ha fatto pubblicare nei giorni scorsi in arabo e in inglese sulle principali testate libanesi, il pensiero di Copenaghen, a firma del ministero per l’immigrazione. Giusto per far sapere dall’altra parte del mondo che in Danimarca le regole sono severe e restrittive e le porte non sono aperte per tutti. Sono stati di recente ridotti fino al 50% i sussidi ai profughi appena giunti nel Paese, con limitazioni importanti all’ottenimento del permesso di soggiorno. Ad esempio, il ricongiungimento familiare non è possibile averlo nel primo anno di  permesso di soggiorno temporaneo.

“Considerando l’ondata di arrivi in Europa in questi giorni – ha scritto Stojberg su Facebook – ci sono buone ragioni per rafforzare le regole e farlo sapere”. Insomma, tutt’altro tenore rispetto ai twitt di Renzi o dei politici nostrani. Così è se vi pare. Ma di Pirandelliano non c’è nulla, tranne l’Europa di uno, nessuno centomila.

Intanto la compagnia ferroviaria danese Dsb ha cancellato tutti i treni da e per la Germania, dopo che centinaia di migranti si rifiutano di scendere da almeno due treni all’imbarco traghetti per la Germania. “E’ la polizia che ci ha chiesto di prendere questa decisione”, ha detto un portavoce della Dsb, mentre centinaia di altri rifugiati hanno proseguito a piedi verso un’autostrada nella speranza di riuscire a raggiungere in qualche modo la Svezia, che ha norme di asilo meno rigide rispetto alla Danimarca.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Leave a Comment