Alluvione, lo Stato inventa la tassa sulle auto disperse

di GIOVANNI D’ACQUINOalluvione2

Dapprima non ci volevamo credere poi la notizia ha trovato riscontro. Lo Stato batte cassa anche sulle auto disperse nell’alluvione. Tanto che la Regione Liguria sta andando col cappello in mano a chiedere che i contribuenti già colpiti dal disastro non siano pure costretti a pagare la tassa per le pratiche di perdita di possesso. Avete letto bene: la legge non ha chiuso mezzo occhio e i proprietari sfigatissimi delle macchine portate via dalla corrente per l’incuria colpevole della politica, dovranno pure pagare l’imposta di bollo, come previsto dalla legge statale, per le pratiche di perdita di possesso. Allucinante.

Al momento sta agli atti una lettera indirizzata alla Presidenza del Consiglio, inviata dagli assessori regionali alla Protezione Civile, Raffaella Paita, e al Bilancio, Pippo Rossetti. Ad oggi infatti chi ha perso la propria auto nell’alluvione di ottobre e novembre scorsi, e senza l’evidente possibilità di recuperare il mezzo, finito chissà dove, si trova ora pure costretto a versare   un’imposta di bollo tra i 45,5 euro e i 61,5 euro per dichiarare alla burocrazia che il veicolo non esiste più. Fa niente se è stato perso già con un danno irreparabile e con oneri pesantissimi per le famiglie o chi lavora.  Lo Stato non concede nessuna agevolazione fiscale per il mancato ritrovamento del veicolo. Oltre che allucinante, demenziale.

Passa una bella differenza quindi tra chi ha potuto rottamare l’auto, possiamo dire più fortunato, e chi invece se l’è vista portare via dall’irruenza delle acque. Per lo spettacolo deve pagare il biglietto al fisco. E come la vogliamo chiamare, la tassa sull’alluvione o la tassa dei ladri di Stato sulla sfiga? Altro che bussare a Roma. La Regione tiri fuori gli attributi e dia assistenza legale ai cittadini obbligati a versare l’obolo. Il Nord abbia il coraggio di fare resistenza fiscale, davanti ad un dramma c’è il coraggio di stare con i più deboli?

 

Segretario Indipendenza Lombarda

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

2 Comments

  1. Dan says:

    Essendo gli italiani una manica di pecoroni con i pantaloni abbassati, fa bene lo stato a riservar loro ogni tipo di trattamento

Leave a Comment