Alle banche 135 milioni di fondi pubblici per catturare i migranti come clienti

La CICALAsofferenzebanche

Care lettrici e lettori dell’Indipendenza, tra le tantissime notizie che circolano ve ne sforno una in più giusto per la “ciliegina sulla torta” delle stranezze italiche. L’associazione delle banche italiane ha diffuso questo video informativo per il personale delle banche : https://www.youtube.com/watch?v=9di949qNR88 volendo cogliere l’intento di far comprendere al meglio ai dipendenti (con le orecchie d’asino?) tutti i “bisogni finanziari” del migrante. Mi sono chiesta, ma cosa si vuol dimostrare ? Che i bancari sono una razza poco avezza a trattare con i migranti e per far ciò li si deve istruire in merito ? Perché secondo l’ABI, le necessità di un migrante o di una famiglia di migranti, sono così diverse da quelle di un italiano tali da giustificare la spesa per una attività formativa per gli addetti ?

Cosa raccomanda l’ABI

Nella nota della stessa ABI si legge ” Le banche stanno puntando molto sull’inclusione finanziaria, strumento di integrazione utile allo sviluppo di una società aperta, ricca ed evoluta”. Ma che cavolo stanno dicendo ? Ciò che mi innervosisce è che hanno disabilitato tutti commenti per questo video…indice di grande trasparenza! Alla fine del video mi appare la slide : “progetto finanziato dal ministero dell’interno e dal fondo europeo per l’integrazione dei cittadini dei paesi terzi”.

Quanto costa lo spot?
Mi chiedo se qualcuno vorrà occuparsene e farci di capire quanto è stato speso con i soldi degli italiani tramite il ministero dell’Interno e ci farà sapere….anche perché questo fondo ha una dotazione finanziaria di tutto rispetto infatti dal 2007 al 2013 si parla di 825 milioni di euro. All’Italia è stato assegnato un budget di 95.508.000 euro (cifra indicativa), a fronte di un co-finanziamento nazionale pari a 39.964.000 euro, per un totale complessivo di € 135.472.000.

Ma bene! E ancora una volta – senza demagogia – abbiamo scoperto che non ci sono soldi per i pensionati che sopravvivono con 450 euro mensili e spendiamo soldoni in progetti culturali per l’integrazione di africani, cinesi, arabi o americani!

Magari scopriremo che nel 2014 il governo Renzi ha aumentato gli investimenti…???

Print Friendly

Related Posts

Leave a Comment