Blocco tredicesime di statali e pensionati: il governo ci sta pensando

di REDAZIONE

”Troppe voci, troppo insistenti, parlano in questi giorni di un’ipotesi allo studio per fare cassa: il congelamento delle tredicesime dei dipendenti pubblici e di buona parte dei pensionati”. A lanciare l’allarme e’ la Confesercenti. In una nota, l’associazione chiede quindi ”al Governo di smentire tale voce che avrebbe il solo esito di allontanare una qualsiasi forma di ripresa”, provocando ”un drammatico autogol economico che manderebbe i consumi in tilt”.

La Confesercenti fa anche i conti di quella che definisce una ”sciagurata eventualita”‘: le 13me nette dei dipendenti pubblici e dei pensionati con assegni al di sopra dei mille euro ammontano a circa 16,1 miliardi. Circa la meta’ va in consumi e quindi si sottrarrebbe all’economia reale una cifra pari a 8 miliardi di euro, con un cedimento dei consumi privati che passerebbe dal meno 1,7% stimato dal Governo ad un valore negativo vicino al 2,7%. Ma se anche si puntasse solo al congelamento del 50% delle 13me si tratterebbe comunque di una taglio alla spesa di circa 4 miliardi di euro, con un impatto sui consumi di circa 4 decimali di punto, portando la flessione prevedibile all’interno del range compreso tra il -2,1% e il -2,4%. Questa impostazione, secondo l’organizzazione, comporterebbe gravi effetti sull’intera economia, a partire dalla chiusura di molte imprese e dalle ”nefaste conseguenze sul piano occupazionale”. Per questo si chiede al governo ”di volgere altrove la scure e di tagliare in profondita’ spesa pubblica e costi della politica. La spending review e’ un inizio ma non basta”. I punti su cui concentrarsi, per Confesercenti, sono in particolare le province, le comunita’ montane, i micro-comuni e le societa’ di servizi pubblici, il varo di un piano di alienazione del patrimonio immobiliare pubblico, la drastica riduzione dei ‘posti’ della politica e le consulenze che favoriscono le pratiche clientelari. ”Inoltre – conclude la nota – chiediamo di utilizzare tutte le risorse disponibili per avviare progetti di sviluppo, permettendo alle imprese di riprendere gli investimenti e ricreare lavoro stabile, anche attraverso la non piu’ rinviabile riduzione della pressione fiscale, che ai livelli attuali, ostacola in termini sempre piu’ stringenti gli investimenti ed il lavoro”.(

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

28 Comments

  1. Roberto Porcù says:

    @ Elisa Belloni – Quella che riporti è una panzana messa in circolazione su internet dalle nostre sinistre prima delle elezioni politiche.
    Pensavo che tutti ormai ne avessero preso coscienza, ma a quanto pare gira ancora.
    Lenin invitava a “calunniate sempre, qualche cosa rimarrà”.
    Anche osannare sempre distoglie dalla realtà ed induce ad apprezzare chi non merita.

  2. Francesco says:

    ma magari tagliassero la tredicesima e anche la dodicesima, l’undicesima, la decima…fino alla settima agli statali, visto che per la metà del tempo scaldano la sedia. Non ci sarebbe niente di male, nè motivi per cui scendere in piazza, essendo quanto di più corretto possa fare il governo!

  3. elisa belloni says:

    Magari fosse cosi’ anche qua…………..

    Ecco cosa ha fatto Hollande (non parole, fatti) in 56 giorni di governo: ha abolito il 100% delle auto blu e le ha messe all’asta; il ricavato va al fondo welfare da distribuire alle regioni con il più alto numero di centri urbani con periferie dissestate. Ha fatto inviare un documento (dodici righe) a tutti gli enti statali dipendenti dall’amministrazione centrale in cui comunicava l’abolizione delle “vetture aziendali” sfidando e insultando provocatoriamente gli alti funzionari, con frasi del tipo “un dirigente che guadagna 650.000 euro all’anno, se non può permettersi il lusso di acquistare una bella vettura con il proprio guadagno meritato, vuol dire che è troppo avaro, o è stupido, o è disonesto. La nazione non ha bisogno di nessuna di queste tre figure”. Touchè. Via con le Peugeot e le Citroen. 345 milioni di euro risparmiati subito, spostati per creare (apertura il 15 agosto 2012) 175 istituti di ricerca scientifica avanzata ad alta tecnologia assumendo 2.560 giovani scienziati disoccupati “per aumentare la competitività e la produttività della nazione”. Ha abolito il concetto di scudo fiscale (definito “socialmente immorale”) e ha emanato un urgente decreto presidenziale stabilendo un’aliquota del 75% di aumento nella tassazione per tutte le famiglie che, al netto, guadagnano più di 5 milioni di euro all’anno. Con quei soldi (rispettando quindi il fiscal compact) senza intaccare il bilancio di un euro ha assunto 59.870 laureati disoccupati, di cui 6.900 dal 1 luglio del 2012, e poi altri 12.500 dal 1 settembre come insegnanti nella pubblica istruzione. Ha sottratto alla Chiesa sovvenzioni statali per il valore di 2,3 miliardi di euro che finanziavano licei privati esclusivi, e ha varato (con quei soldi) un piano per la costruzione di 4.500 asili nido e 3.700 scuole elementari avviando un piano di rilancio degli investimenti nelle infrastrutture nazionali. Ha istituito il “bonus cultura” presidenziale, un dispositivo che consente di pagare tasse zero a chiunque si costituisca come cooperativa e apra una libreria indipendente assumendo almeno due laureati disoccupati iscritti alla lista dei disoccupati oppure cassintegrati, in modo tale da far risparmiare soldi della spesa pubblica, dare un minimo contributo all’occupazione e rilanciare dei nuovi status sociale. Ha abolito tutti i sussidi governativi a riviste, rivistucole, fondazioni, e case editrici, sostituite da comitati di “imprenditori statali” che finanziano aziende culturali sulla base di presentazione di piani business legati a strategie di mercato avanzate. Ha varato un provvedimento molto complesso nel quale si offre alle banche una scelta (non imposizione): chi offre crediti agevolati ad aziende che producono merci francesi riceve agevolazioni fiscali, chi offre strumenti finanziari paga una tassa supplementare: prendere o lasciare. Ha decurtato del 25% lo stipendio di tutti i funzionari governativi, del 32% di tutti i parlamentari, e del 40% di tutti gli alti dirigenti statali che guadagnano più di 800 mila euro all’anno. Con quella cifra (circa 4 miliardi di euro) ha istituito un fondo garanzia welfare che attribuisce a “donne mamme singole” in condizioni finanziarie disagiate uno stipendio garantito mensile per la durata di cinque anni, finchè il bambino non va alle scuole elementari, e per tre anni se il bambino è più grande. Il tutto senza toccare il pareggio di bilancio.
    Risultato: ma guarda un po’ SURPRISE!! Lo spread con i bund tedeschi è sceso, per magia. E’ arrivato a 101 (da noi viaggia intorno a 470). L’inflazione non è salita. La competitività re la produttività nazionale è aumentata nel mese di giugno per la prima volta da tre anni a questa parte.
    Hollande è un genio dell’economia? (E.P.) SE ANCHE TU VUOI POLITICHE DI QUESTO TIPO IN ITALIA COPIA E INCOLLA SULLA TUA BACHECA.

    Chiaro, semplice, lineare!

  4. fulvione 45 says:

    x monti elimina tutte le auto blu .x chi le usa no ga 1000 euro al mese e se pol comprare un auto con relativo autista .

  5. Marco says:

    Spero vivamente che lo facciano. Così è la volta buona che gli italiani si incazzano per davvero e vanno a prenderli fucili in mano.

  6. Dan says:

    Scommettiamo che nell’eventualità si verificasse il taglio, le piazze continueranno a rimanere vuote ?

  7. luigi bandiera says:

    Solito casino talibano.

    Vedrete che tratteranno tutti uguali o kompagni.

    Mentre si sa che a PAGARE E’ SEMPRE IL PRIVATO.

    Quindi..?

    Il pensionato che ha versato, pagando davvero, paghera’ ancora. Mentre il pubblico da appena assunto alla morte non paghera’ mai.

    Avra’ meno se gli tolgono la tredicesima… ma non avendo VERSATO NULLA non gli rubano NULLA.

    E, lo spread va su per colpa del pubblico troppo caro e non per il privato perche’ quest’ultimo paga da appena assunto fino alla morte.

    L’opposto del pubblico.

    Nessuno ne parla…

    Boh..!

    Mi piacerebbe sentire il parere di un economista.
    Privato pero’.

    Salam

  8. sandro Migotto says:

    e’ giusto, perche’ non capite un bel cazzo. continuate a essere iscritti ai Sindacati (uno dei tanti tumori italiani), a votare PD, che nelle ultime settimane nella loro agenda come priorita’ hanno i matrimoni tra gay. Ma quando, dipendenti ed operai si incazzeranno… quante martellate sulle palle dovete ancora prendere per vedere un barlume di presa di coscienza e di ribellione. Dormite, dormite e ribadisco fanno bene a incu….rvi.

    • Stefano Nobile says:

      allora, caro Migotto, vediamo di chiarire:
      matrimoni gay
      questa mossa sul lungo termine porterà il PD a perdere voti.
      Il perché è presto detto: i gay difficilmente si riproducono.
      Per cui alla lunga …

      ;-)))))

  9. RINO says:

    LO FARANNO LO FARANNO! SIG E FINITA, IL CAPITALISMO E IL POTERE DELLE MAFIE E DELLE BANCHE A VINTO,I NOSTRI NONNI HANNO FATTO LA GUERRA PER AVERE IL DIRITTO ALLA SOPPRAVIVENZA,ADESSO TOCCA A NOI! QUESTE MERDE NON SI LIMITERANNO A TOGLIERE 13 E 14 ,CREDO CHE RIDURRANNO IL PAESE ALLA MISERIA PER PARARE IL CULO ALLE BANCHE,QUINDI PREPARATIVI AL PEGGIO ,CREDO CHE ADESSO TUTTI NOI DOBBIAMO PENSARE SERIAMENTE DI TROVARE SOLUZIONE ARMATE E DI RIVOLUZIONE,ABBIAMO VISTO NELLA STORIA COSA PUO FARE IL POTERE.(IO NON AMO LA VIOLENZA )MA QUESTA GENTAGLIA TI UCCIDE SENZA SPARARE UN COLPO TOGLIENDOCI IL FUTURO .

  10. sandrolibertino says:

    Togliere la 13.a ai dipendenti pubblici? Si subito con quello che producono per il cittadino bisognerebbe anche togliere l’11. e il 12. mese di stipendio.
    Per i pensionati non ho capito… tutti o solo quelli statali, cmq come sopra.
    Se finalmente non lavorano le ore definite nel contratto di lavoro e bene per la soddisfazione del cittadino non devono neanche andare al cesso a cagare, altro che fare i calcoli di quello che verrebbe sottratto per fare girare l’economia. I fannulloni non vano premiati, ma buttati fuori!!!

    • andrea says:

      sono un dipendente pubblico, un infermiere, lavoro in turni di 12 ore e ogni giorno assisto persone che debbono essere trasferite da un ospedale ad un altro, molto spesso si tratta di pazienti in codice rosso… non mi ritengo un fannullone… sono veramente disgustato da questi insulti infondati sui dipendenti pubblici… sandrolibertino si guardi intorno e cerchi di capire che i fannulloni sono ovunque tanto nel settore privato quanto nel settore pubblico: per fare un esempio… alcuni forse nelle varie elezioni li ha votati anche Lei…

    • Vittorio Conti says:

      Sandrolibertino, per come parli e anche per il tuo nome presuppongo che devi essere un fan del nano Brunetta, che ha sempre denigrato il pubblico impiego.
      Io sono un dipendente pubblico e ti assicuro che lavoro tanto, faccio anche lo straordinario senza che mi venga pagato.
      I fannulloni, come i lavoratori diligenti, ci sono dappertutto, impara a non fare tutt’erba un fascio.
      Se l’Italia non è ancora in default lo si deve principalmente ai dipendenti pubblici e ai pensionati dai quali si spillano continuamente soldi, perchè è facile e sicuro farlo.
      Prima di parlare cerca di far funzionare il cervello, anche se ti riesce difficile.

  11. Roberto Porcù says:

    Devo essere un po’ tonto, mi sforzo di capire, ma non ne vado fuori.
    Penso che se i quattrini percepiti da un dipendente pubblico addetto a lavori inutili, fanno bene all’economia per la loro capacità di spesa, perché la danneggino quelli messi in tasca dai maledetti evasori, quando anche questi vengono ugualmente spesi?
    C’è qualcuno che mi può illuminare?
    Vedo sempre attacchi pubblici ai secondi e glorificazione dei primi. Pecunia non olet: per la capacità di spendere e così muovere la piccola economia, il contributo dovrebbe essere analogo.

  12. RibelleItaliano says:

    Sapete cosa vi dico. Provassero a fare questo passo sulle tredicesim! Ci provassero seriamente! Anzi, li invito fermamente a farlo, perchè quel giorno finalmente assisteremo al GRAN CASINO ITALIANO in termini di rivolta popolare che da tanto io auspico. Avanti Monti, su, facci vedere di cosa sei capace. A fare le tue “manovre” sono capaci tutti quanti, anche mio nipote di 6 anni che con i 2+2 risolve i problemi di matematica. Se gli spieghi che ha 2 caramelle fra le mani e non può averne altre se non rubandole al fratello, lui lo capisce da solo che deve “rubarle” per averne 4. Roba da matti questa Italia!!!!

  13. michele64ve says:

    tagliare i soldi ai partiti e ai giornali ?? .. MISSION IMPOSSIBLE !! ..

    • luigi bandiera says:

      Certamente bisogna considerare che i SERVIZI PUBBLICI che vanno al cittadino sono a volte INDISPENSABILI.

      Ma ce ne sono tanti di inutili, come tantissimi dipendenti pubblici per tutti gli appunti.

      Se Monti toglie al PRIVATO, solitamente DIPENDENTE, togli il RUBINETTO CHE RIEMPIE LA CANTINA, DI DI_VINO GRANO PADANO e non solo evidentemente.

      Se vale questa che NON e’ una battuta: UNO LAVORA E QUARANTA CI MANGIA SOPRA (sono per difetto), mi si spieghi come potremo mai cavarcela da sto kax di SPREAD..!

      Dipendenti pubblici con SUPER e ASTRONIMICHE PAGHE..!!! BASTA..!!

      INVECE, quelli la’ (faranno parte della banda..?) non sono NEMMENO SFIORATI..!!!!!!!

      Allora e’ un vero accanimento contro i PEONES che stentano ad arrivare a fine mese.

      Bisognera’ rinunciare a qualcosa quindi VIVERE E BASTA..?

      Ma ai peones si riserva questo trattamento e ai super mantenuti no..??

      Allora vale questa:
      briganti, rapinatori e mantenuti si sono istituzionalizzati.
      Al solo sfiorar loro le vesti ti fanno mettere in GALERA.

      AMEN

  14. Albert1 says:

    Questo è il miracolo compiuto dallo statalismo in italia: in difesa dei fannulloni si erge anche chi fannullone non è, ma confida nei consumi dei suddetti parassiti, che spendono soldi – estorti con tasse stratosferiche – che non si son neanche lontanamente guadagnati!

    • gigi says:

      Sei un poveraccio mentalmente ristretto se osi definire indistintamente fannulloni gli statali, ignorando il loro effettivo valore in funzione dei compiti che svolgono. La tua ottusità è pari a chi tempo fa affermava che la terra è piatta, non riuscendo a scorgere al di là del proprio naso.

      • Stefano Nobile says:

        i dipendenti pubblici non sono tutti fannuloni.
        Ci sono anche persone per bene che credono in quello che fanno.
        Poi ci sono persone che sono, purtroppo, anche molto efficaci nel loro lavoro, tipo Befera.
        Devo dire che fortunatamente i dipendenti statali, nella loro maggioranza, sono inutili e cazzeggiatori.
        Il fatto che siano dei cazzeggiatori non mi dispiace, se tutti lavorassero alacremente l’Italia sarebbe un posto invivibile ancora più di adesso (visto che ormai devi chiedere il permesso per scorreggiare, permesso da pagare “profumatamente”, ovvio).
        Il fatto che molti di loro siano inutili si potrebbe risolvere licenziandone un buon numero.
        Non so se sia vera, ma mi hanno raccontao oggi di un giornalista che, recatosi alla Regione Sicilia, si è trovato ad aspettare per un tempo lunghissimo.
        Alla sua domanda sul perché non era ancora stato ricevuto gli hanno risposto che la causa era la scarsità di personale.
        Mandiamone a casa la metà.
        In alternativa andranno a casa tutti.

        • gigi says:

          Ma di cosa state parlando. Nel pubblico impiego ci sono realtà diverse tra loro, gente strapagata negli enti inutili ed in sovra numero, e gente malpagata in enti importanti, vitali per questo paese, che lavorano il più delle volte sobbarcandosi il lavoro di più persone, e lottando con le difficoltà imposte dal sistema. Generalizzare su costoro è sintomo di cecità mentale. Esistono fannulloni dappertutto. Tra i lavoratori, pubblici e privati, tra i politici, e così via. Quindi prima di fare certe allusioni su una categoria colleghiamo bene prima il cervello. Si eviterà in ogni caso eventualmente di fare il gioco di chi vuole disgregare la coscienza dei cittadini.

          • Roberto Porcù says:

            @ gigi – Nell’economia privata i fannulloni non attecchiscono.
            Ogni tanto capita di vedere in tv servizi dove dipendenti timbrano la scheda di altri i quali non si presentano al lavoro. E i loro capi sono convinto faccino altrettanto in una associazione di mutua copertura omertosa. Pensi tu seriamente che in una qualsiasi attività privata questo sarebbe possibile?
            Le assunzioni nel privato avvengono per adempiere a cose da fare, nel pubblico i politici si inventano cose da fare per poter assumere persone, “per motivi sociali” affermano, non certo clientelari.

  15. marco says:

    Il fiscal compact renderà CERTO questo provvedimento.

    Sicuramente lo sarà dal prossimo anno, quindi dopo le elezioni, se vinceranno il trio pd-pdl-udc con riedizione del governo neoliberista che sta facendo a pezzi l’economia reale.

    Non solo ma, come già accaduto in grecia e tra poco in spagna, ci saranno tanti bei licenziamenti nella pubblica amministrazione e riduzione delle paghe base.

    Nello stesso tempo non verranno toccate le pensioni d’oro, gli investimenti militari e non verranno tassate le speculazioni finanziarie.

  16. Cercoquelloonesto says:

    Che dire…
    Io spero vivamente che non si azzardino a fare una cosa del genere.Bisogna andare alle elezioni subito e far sparire la classe politica intera che ha appoggiato la dittatura di Monti.
    Il Movimento 5 Stelle(formato da cittadini incensurati non appartenenti alla politica classica) proverà a CAMBIARE.
    Se non funzionerà…non ci resta che l’emigrazione…

Leave a Comment