Alfano solo dopo un mese manda la polizia in Stazione Tiburtina dove sono accampati i clandestini

di REDAZIONEtiburtina

Intervento della polizia fuori il centro di accoglienza Baobab, in via Cupa a Roma, tra piazzale delle Province e via Tiburtina. Sulla strada dall’altra sera avevano trovato rifugio alcuni dei migranti, in gran parte etiopi ed eritrei, fuggiti dal piazzale della stazione Tiburtina, dopo che anche lì erano intervenute la forze dell’ordine. Ieri sono arrivate due camionette delle polizia, e il risultato è stato lo stesso, con molti che si sono dati alla fuga.
“È la prima volta che vedo la polizia da un mese che sono qua”, racconta un operatore della Croce rossa in presidio.
Dopo l’intervento, le forze dell’ordine hanno lasciato via Cupa e ora dalle vie laterali qualche migrante sta tornando verso l’ingresso del centro d’accoglienza, scelto evidentemente come punto di riferimento in attesa di una soluzione definitiva. Sul posto ora si trovano gli operatori della Croce rossa italiana, mentre la Protezione civile ha distribuito alcune casse d’acqua.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. luigi bandiera says:

    Come ci si comporta con i traditori?
    Li si premia o li si condanna..?
    Bisogna isolare (per non dire dell’altro) i traditori e i criminali di pace (pare un paradosso, vero?).
    Altrimenti poi sara’ troppo tardi..!!

Leave a Comment