Tasse, ecco le citazioni “einaudite” di Angelino Alfano

di TONTOLO

Ho appena fatto in tempo ad evitare il discorso di Napolitano, che a rovinarmi il Capodanno, e la digestione del pur frugale pranzo che ho condiviso con qualche amico e parente, ci ha pensato un altro “gremlin” della politica italiana: “Angolino” Alfano. Il segretario fantoccio del partito della libertà di Berlusconi (si della sua libertà personale si intende), con la sfrontatezza di chi non si vergogna nemmeno di aver rasentato il ridicolo (prima, durante e dopo il governo Monti)  oggi ha ammonito: “Meno tasse per eliminare levasione. Troppe tasse uguale molta evasione. Lo diceva anche Einaudi”.

Ora, sapesse quante cose diceva Einaudi che quelli come lei hanno ignorato. detto ciò che un uomo (anzi ominicchio, mi permetto una citazione geografica) del Pdl parli di abbassare le tasse, fa venir voglia di mettere mano alla fondina. Il recente passato di governo, con Silviuccio a fare il premier e Tremorti a fare il contabile fa accapponare la pelle, considerata la sfilza di imposte (dirette e indirette) che ci hanno rifilato. Dopodiché, lei cita Einaudi? “Angolino”, succia, il nulla della libertà che cita Einaudi, uno dei pochi esempi di sano liberalismo di questo paese. Probabilmente, del buon Luigi lei avrà letto qualche aforisma qua e là, mentre il resto del tempo lo avrà dedicato a comprare i libri editi dal figlio del fu presidente, che della libertà è stato un nemico acerrimo. Ma visto che “Angolino” Alfano cita un maestro, tanto vale prendere le parole del maestro e ribaltargliele addosso.

A proposito di evasione fiscale, Einaudi padre ammoniva di “non giocare d’astuzia contro i contribuenti, non pigliarli di sorpresa, come troppo spesso si è fatto sin qui… Le leggi d’imposta deb­bono essere, sostanzialmente e non solo formalmente, diritte e oneste. Solo a que­sta condizione possono riscuotere l’ubbi­dienza volonterosa dei cittadini…”. Alfano, Alfano… non mi venga a raccontare che il suo partito è stato onesto con i gabellati che vi han votato. Le avevate promesse voi, ad esempio, le due aliquote fiscali, al 23 e al 33%? Avete urlato voi “Meno tasse per tutti”? Solo fanfaluche!

Lei è simpaticissimo Alfano, ma sappia che – tra le tante cose – il professor Einaudi insegnava che “dove son troppi a comandare, nasce la confusione”. Beh… il Pdl è sempre stato un postribolo di capi-popolo (Fini, Casini, Rotondi, La Russa e marmaglia varia). Le cose non son cambiate quando lei è stato designato dall’unto del Signore a comandare la baracca. E i risultati si vedono.

Dia retta ad un tontolone come me: servono meno citazioni e più fatti! Anzi, mi permetto di darle del tu: fatti da parte, perchè le tue sono “citazioni einaudite”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

5 Comments

  1. SANTO says:

    La casa e gli immobili sono gia’ tassati con l’ irpef in base alla rendita catastale , tassazione apòplicata anche se l’ immobile in realta’ non rende nulla. Come si puo’ mettere l’ imu o l’ ici tassa sul possesso cioe’ patrimoniale anche a persone con reddito sotto ilo nminimo di sussistenza. L’ imu è il 7,6/10 per mille del valore che equivale ad oltre il 100 % della rendita catastale , gia’ tassata.
    Poi c’ e’ il furbo cav. Berlusconi che dopo avere votato l’ imu (come maroni, casini, ecc. ), ora dice che va tolta ma solo alla 1 casa; pigliando ancora di piu’ per i fondelli, perche’ la 1 casa di oltre 500.000 euro dovrebbe essere esente e la casa a Canicatti paterna dell’ emigrante al nord con la casa acqistata li con il mutuo la dovrebbe pagare? La tassazione degli immobili oltre il reddito (che dovrebbe essere effettivo) e’ una rapina di stato (da stato stalinista) come ho dimostrato sopra citando la Costituzione della Rep. It; se l’ imu non sparisce moltle attivita’ alberghiere, artigianali,agricole, industriali falliscono perche’ la gabella è troppo esosa, il mercatio immobiliare anche (e’ gia’ crollato) e fallira’ anche il paese.
    ma di chi stanno facendo il gioco questi nuovio “furbetti del quartierino”.

  2. SANTO says:

    Si cita che Einaudi ha detto ” le leggi d’ imposta devono essere diritte ed oneste” se ci fosswe ritengo direbbe chi ha fattio le ultime leggi: i 40 ladoni, o i 4 000 ladroni , penso che per fare queste rapine al contribuente debbano essere alcune migliaia. Io da tecnico me ne intendo di piu’ di umu pertanto mi limito a questa che è di fatto una patrimoniale sugli immobili e di fatto il furto di una porzione variabile tra lo 0,3 e l’ 3 % del valore effettivo dell’ immobile in quanto le rendite catastali alla base del calcolo sono al di fuori della realta’. Un furto a tutti anche a chi non ha i mezzi di sostentamento e paga il mutuo, non so’ a chi si rivolgeranno per farsi prestatre il soldi da dare ai ladri che si ritengono legalizzati se dalle banche o dagli usurai perche’ se non anno reddito le banche non gliene danno.
    CITO L’ ART. 14 DELLA COSTITUZIONE
    IL DOMICILIO E’ INVIOLABILE (614 C.P.)
    NON VI SI POSSONO ESEGUIRE ISPEZIONI O PERQUISIZIONI O SEQUESTRI ,se non ……
    NOTA mia: come si permette il governo di requisire quota della casa per avere i fondi per vari sperperi?
    E’ interessante poi l’ art. 25 che cita “….. nessuno puo’ essere punito se non in forza di una legge che sia entrata in vigore prima del fatto commesso (2 c.p.).
    NOTA mia: mi sembra pertanto che il governo non abbia alcun diritto di alpplicare l’ imu ad immobili costruiti prima dell’ entrata in vigore della imposta che requisisce parte dell’ immobile; l’ imu fa diventare per molte persone l’ immobile e la casa che era un bene rifugio una palla al piede , perche’ il prof. mi deve spegare conme fa’ pagare chi non ha soldi ma per ilo solo fatto di avere l’ immobile dovrebbe versare al fisco e al comune l’ imu. C’ e’ gente che conosco che con la pala meccanica ha abbattuto l’ immobile per non pagare la tassa.
    Art. 47 -” la repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme ……” ma questi soggetti al governo, fanno parte della repubblica o sono un gruppo di ladroni? LA COSTITUZIONE VENE DISATTESA PERCHE’ PRIMA HANNO PERMESSO LA RUBERIA AL RISPARMIATORE CON LE AZIONI ORA CHE IL RISPARMIATORE E’ PASSATO ALLA CASA SONO LORO A REQUISIRNE UNA QUOTA. IO NON CI CAPISCO PIU’ NULLA, QUESTI GOVERNANTI SE LA COSTITUZIONE VALE VANNO INDAGATI, PROCESSATI E POI …………..
    i MIGLIORI AUGURI ALLA REDAZIONE E A TUTTI.

    • Dan says:

      Tutto giusto ma chi dovrebbe ribadire in sede legale tutto questo ? Chi dovrebbe stabilire una sentenza storica tale da chiudere questo schifo una volta per tutte ?

      Un magistrato, un giudice che da quello stesso stato che lui dovrebbe colpire, prende uno stipendio (e che stipendio).

      C’è un enorme conflitto d’interessi alla base, non platonico ma reale perchè 40 mila euro di stipendio al mese al “povero” giudice vengono pagati anche con il furto dell’imu.
      E’ impossibile che qualcuno di questi personaggi faccia giustizia quindi rimane solo la gente: è la gente che deve mobilitarsi in quanto guardiana dei principi della costituzione, è la gente che deve imporre la cancellazione di imu, ici e la restituzione di tutti i soldi che questi ladrocini hanno rubato.

      • SANTO says:

        DEVO SCRIVERE TUTTO l’ art. 47 della Costituzione:
        “la Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina,coordina e controlla l’ esercizio del credito.
        FAVORISCE L’ ACCESSO DEL RISPARMIO POPOLARE ALLA PROPRIETA’ DELL’ ABITAZIONE, ALLA PROPRIETA’ DIRETTA COLTIVATRICE E ….. ”
        MA ALLORA PROFESSORE IN GABELLAGGIO LEI COME SI PERMETTE DI REQUISIRE QUOTA DELLA ABITAZIONE AI CITTADINI LEI E’ UN VOLGARE GABELLATORE CHE VA CONTRO LA COSTITUZIONE.
        Anche in tempo di guerra sono state fuse le campane, raccolti gli ori tra cui le fedi, ma non ho mai sentito di esaltati che abbiano requisito le case a tutti anche ai meno abbienti privi di reddito.
        Il prof. si deve nascondere dalla politica altro che mostrarsi come il salvatore dei paese; è solo il salvatore degli sprechi di statro e dei ladroni che anno le mani nella marmellata e si leccano i baffi con gli appalti pubblici a prezzi maggiorati e i vari appalti con storni anche del 25% agli enti di sovvenzionamento dei soci in affari di stato.
        Va fatto un Decreto Legge: pensionare il prof. tra la val di Fex e Roseg, e che ci stia, e l’ imu va abrogata perche’ una requisizione indegna di uno Stato civile.
        Rinnovo gli auguri di buon anno.

  3. valter ottello says:

    BOKKE SPORKE ke citano >> EINAUDI < GUANO STRACAZZATE >> GARROTA <<<<

Leave a Comment