Ai banchieri svizzeri piace il governo Letta

di REDAZIONE

Il Governo Letta “e’ ben equilibrato e appare forte, anche se la debolezza del sistema politico italiano potrebbe ancora farlo cadere”. In uno studio dedicato all’Italia, gli analisti del Credit Suisse promuovono il nuovo esecutivo, che nella loro analisi “si avvia ad avere un potere piu’ duraturo di quello che i piu’ gli accordano” e quindi “il rischio di nuove elezioni nei prossimi 12 mesi e’ molto basso”. Atteso ora alla prova dei fatti, soprattutto sul fronte della crescita e della riforma politica, il Governo Letta “dal punto di vista del mercato e’ migliore della maggior parte delle alternative che sono state prese in considerazione non solo negli ultimi giorni, ma anche prima delle elezioni di febbraio”. A rassicurare e’ il suo “chiaro profilo pro-europeo”, ma anche il fatto che la maggior parte dei ministri e’ particolarmente competente nel proprio campo, giovane e/o accettabile per la maggior parte degli elettori. Il Cs si aspetta un ampio sostegno parlamentare per il nuovo esecutivo di ‘grande coalizione’. I problemi potrebbero venire da un’opposizione a sinistra, soprattutto se Sel con alcuni parlamentari Pd dissidenti e con il MS formasse una nuova alleanza politica nei prossimi mesi. A destra i rischi non vengono dalla Lega, ma piuttosto dall’interno del Pdl: poiche’ e’ il partito in vantaggio nei sondaggi, Berlusconi potrebbe essere tentato ad andare a nuove elezioni.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

4 Comments

  1. Castagno12 says:

    Rispondo a FRANCO – 29.4.2013 at 10:52 pm.

    Ovviamente parlo per quanto ho scritto io.

    Oltre alle informazioni, ho dato la possibilità di controllare.
    E’ tanto difficile per Lei ?

    1) Basta scrivere su Google i nomi delle tre Associazioni: che ho indicato, compaiono molti Blog: scelga e CONTROLLI.

    2) Legga con attenzione, cercando di capire, l’articolo reperibile sul blog segnalato.

    3) Poi provi a collegare ciò che ha letto e imparato, con le operazioni del governo Monti e con la realizzazione dell’attuale governo Letta.
    Forse riuscirà a capire.

    4) Le do un altro “aiutino”
    Si legga il libro “IL CLUB BILDERBERG” – La storia segreta dei padroni del mondo – Daniel Estulin – Arianna Editrice – € 18,50.

    Lei, senza essersi documentato, ha inopportunamente esternato un suo dubbio balordo.

    Per quale motivo dovrei prendere per i fondelli i lettori di questo quotidiano ?

    Parlo dei lettori perchè la Redazione è informata, sa cosa sta succedendo.

    Io informo e metto il lettore nelle condizioni di fare delle verifiche più che soddisfacenti.

    Purtoppo molti non sono nemmeno capaci di mangiare la pappa pronta. Mancano solo i denti o qualcos’altro ?

  2. Franco says:

    Sicuri che non ci stiano prendendo per i fondelli?

  3. Castagno12 says:

    Integro il mio precedente commento.

    Ai banchieri svizzeri piace il governo Letta come ai banchieri di MontePaschi era piaciuto il governo Monti.che aveva girato a loro una cifra pari a quanto raccolto con l’IMU sulla prima casa.

    Il popolo viene costretto a dare (aumento delle tasse) e le Banche gradiscono.

    L’attuale governo rappresenta la logica, inevitabile e scontata continuazione del pecedente.

    Stesso Presidente della Repubblica con Monti e Letta membri del Bilderberg Group, dell’Aspen Institute Italia (emanazione dell’Aspen / USA) e della Commissione Trilaterale (con membri dell’Europa, del Giappone e dell’America Settentrionale). Evviva !

    Segnalo il blog: sulatestagiannilannes.blogspot.it

    scorrere la home page – sulla destra c’è l’indicazione
    “letture più popolari” – fare click su:

    “Italia Dittatura Bilderberg”.

    Premier e ministri hanno giurato fedeltà alla Costituzione di uno Stato che NON E’ PIU’ Sovrano: bell’italia !

  4. Castagno12 says:

    Chi è informato, sa che la dirigenza di Credit Suisse è favorevole a puntellare, a sostenere e a mantenere l’Ue e l’€uro.
    Tanto i costi di queste due disavventure sono a carico dei popoli.
    Infatti alcuni mesi fa, Mario Draghi, aveva “democraticamente” dichiarato che l’€uro dovrà essere salvato ad ogni costo.
    Ovviamente sempre a carico dei tonti ubbidienti.

    Il governo Letta è l’ennesima “pezza” che, prolungando ed aggravando la nostra crisi, consentirà al Governo Mondiale di procedere come da programma.

    A questo spettacolo, squallido e drammatico, fanno da contorno le chiacchiere, gli scritti, le manifestazioni inutili.
    Si devono anche aggiungere gli aiuti quotidiani che il popolo, disinformato e/o sprovveduto, fornisce gentilmente al SISTEMA.

Leave a Comment