Adro, Salvini al sindaco: “Tra 7 giorni veniamo e ti liberiamo noi”

di REDAZIONE

Piu’ di mille persone ad Adro (Bs) hanno partecipato alla manifestazione a sostegno del sindaco del paese Oscar Lancini, arrestato una settimana fa per falso e turbata liberta’ degli incanti. Presenti, con tanto di manette ai polsi in segno di protesta, anche il senatore leghista Roberto Calderoli, l’euro parlamentare Mario Borghezio e il segretario lombardo Matteo Salvini oltre a numerosi amministratori locali del Carroccio.

Per Borghezio ‘l’arresto di Lancini e’ stata una porcata’. Duro anche Salvini. “Lo Stato fa le leggi per svuotare le carceri e liberare i criminali e poi arresta gli amministratori che governano per il bene della loro gente”. La manifestazione leghista si e’ conclusa sotto casa di Lancini che non si e’ fatto vedere, ma che ha salutato con una mano dalla finestra. Matteo Salvini rivolgendosi al primo cittadino ha detto: “se tra una settimana non ti hanno liberato, domenica prossima verremo a liberarti noi”. La moglie di Lancini ha ringraziato Salvini e poi ha detto ai giornalisti: “mio marito e’ distrutto. Non sta piu’ mangiando da una settimana”. (Ansa)

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

16 Comments

  1. egenna says:

    Da certi commenti mi rendo conto, che la “mamma” è sempre incinta.
    Cordiali saluti

  2. Luigi Bandiera says:

    se fa come dalle parti di napoli ci credo.
    ricordarsi sempre che è UNA E INDIVISIBILE.

    continua

  3. Anton says:

    Ah, beh . . . Se l’ha detto lui, il ganassa, tra sette anni sarà ancora dentro.

  4. Giancarlo says:

    Propongo alla redazione di mettere un contatore per le puttanate dette da Salvini. Eviterei l’azzeramento mensile in modo da poter avere un ricco consuntivo a fine anno.

  5. Dan says:

    >> “Tra 7 giorni veniamo e ti liberiamo noi”

    Bergamaschi armati di fucile ?
    Bresciani con la frombola ?
    Varesotti col piulet ?
    Spingitori di spingitori ?
    Leghisti con la blaga ?

  6. dado says:

    …niente ramazze e processi in piazza in stile “caccia alle streghe” questa volta? evidentemente non era uno vicino alla famiglia Bossi!

    • L'incensurato says:

      Fossimo inetti come lorsignori parleremmo di quadrato magico* (?)

      *invece bisogna alzare un muro di cemento contro queste mer.e togate. Se uno della Ln è non colpevole non me ne frega niente che sia Bossiano o meno. Sarebbe fin troppo facile,siccome Lancini farebbe parte del “quadrato magico Boboliano”, fare i pagliacci con ramazze,forconi o quant’altro. Padania Libera

  7. ogni promessa è debito….

  8. L'incensurato says:

    Tra sette giorni dovrà trovarsi un ruolo in un altro partito.

    • lucia says:

      Si può criticare Salvini e la Lega,ma resta il fatto che” Oscar Lancini,sindaco di Adro agli arresti domiciliari per aver fatto il sindaco “è una dichiarazione di guerra.
      Compensare gli oneri di urbanizzazione con opere pubbliche è del tutto usuale in qualunque comune e non risulta si sia mai accusato qualcuno per questa prassi.E’del tutto ovvio che questi lavori li faccia chi è appunto in debito di oneri al Comune,altro che turbativa d’asta!!C’è in questo provvedimento una enorme malafede.Solidarietà al Sindaco di Adro e coraggio!!!.
      Dado,la famiglia Bossi era accusata,ingiustamente,di mal usare i soldi della Lega e nessuno è stato arrestato.Quando si arrestano con queste motivazioni i sindaci,la questione è ancora più grave e occorre mettere da parte le rivalità di partito.

      • AUVERNO says:

        … ma stai scherzando?!?!?! Compensare gli oneri affidando lavori che dovrebbero essere oggetto di un appalto pubblico è una pratica illegale e per niente “usuale”!
        Se è questo quello che ha fatto, la condanna è assicurata e sacrosanta.

        • lucia says:

          e invece è proprio usuale e non si può neanche definire illegale perchè la cosa rientra nella discrezionalità di cui gode proprio il sindaco e la giunta esecutiva.Altrimenti cosa ci starebbe a fare?L’importante è che l’amministratore non ne ricavi un vantaggio personale.

          Quando non si fanno questi accordi,succede che i costruttori pagano gli oneri e i comuni,quelli che dovrebbero fare gli appalti per i lavori,non fanno un accidente perché usano i soldi degli oneri per altro,perdono tempo in burocrazia e ti ritrovi con quartieri senza strade,senza servizi e senza illuminazione e senza allacciamenti e senza parcheggi oppure con opere lasciate a metà dai vincitori degli appalti,per nulla interessati a finire per bene i lavori perché poi scompaiono,quando non lasciano a metà i lavori perché hanno fatto prezzi troppo bassi e non ci stanno dentro,come si dice e falliscono. e allora va bene che i sindaci si rivolgano alle ditte locali per rimediare ai guasti fatti..
          Senza contare che in questo modo fai lavorare i locali ,non li obblighi a ricorrere alle banche per pagare gli oneri e crei lavoro .Basta avere un minimo di esperienza di amministrazione comune,quella che hanno numerose persone per nulla acculturate come lei ma piene di buona volontà e buon senso che operano per la comunità e anche per i sofistici come lei
          Se fai l’azzeccagarbugli sai maneggiare le leggi .Ma se vuoi fare il sindaco devi ragionare in modo diverso.

      • L'incensurato says:

        @ Lucia: varda che su Lancini la pensiamo allo stesso modo! E’ su certi finto secessionisti che mi si annodano le budella.. ; )

Leave a Comment