ABANO SOTTO CONTROLLO, MA PRIMA DI CORTINA

di REDAZIONE

In fondo il passo è breve. Da Cortina ad Abano Terme non ci vuole molto, meno ancora se vai con l’auto col lampeggiante.

Battute a parte, ecco cosa è apparso sulla stampa, almeno secondo l’Agenzia Ansa online: “I controlli fiscali negli hotel 5 stelle di Abano Terme «non hanno alcun collegamento temporale» con il blitz di Cortina, trattandosi di verifiche routinarie effettuate dall’Agenzia delle Entrate – non dalla Gdf – «circa due anni fa»”.

Insomma, si sarebbe trattato di controlli di routine, almeno secondo quanto riferito dall’Agenzia delle Entrate del Veneto. Controlli che sarebbero stati fatti dalla direzione provinciale di Padova nell’ambito della normale attività ispettiva, che per la bisogna riguardavano le strutture di media dimensione, ovvero inferiori ai 100 milioni di euro di fatturato. Per la serie, è Befera che dice che gli evasori vanno intimoriti.

Un’indagine di verifica sui redditi degli anni 2008 e 2009, quindi che nulla hanno a che fare con il blitz di Cortina d’Ampezzo e che, secondo il presidente dell’Assoalbergatori di Abano, Gianluca Bregolin non sono finiti sulle prime pagine in quanto tutto sarebbe risultato regolare..

Ovviamente, durante i controlli di Abano gli ispettori dello Stato avevano incrociato anche i dati dei clienti degli hotel 5 stelle che avevano speso più di qualche migliaio di euro, pare 5mila.

Insomma, controlli recenti nessuno, ma dopo i fatti di qualche giorno fa, ormai, tutto fa brodo

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment