A ZURIGO INVENTANO LE QUOTE PER TUTELARE I MASCHI

di FABRISTOL*

Qui come sapete bene non siamo dei grandi estimatori delle quote rosa. Per noi libertari i cittadini sono individui prima ancora che uomini, donne, neri o bianchi. La presenza di un utero o dei testicoli non dovrebbe condizionare un legislatore. Invece nelle democrazie occidentali odierne non è così dove esistono una marea di leggi a tutela delle donne che secondo molti partono da una posizione di svantaggio sociale. Quote rosa, affidamento dei bambini in caso di divorzio, pagamento degli alimenti, lavoro part time più facile, agevolazioni imprenditoria, pensioni più giovani, agevolazioni fiscali, carcerazioni brevi ecc. ecc. La lista è enorme e basta sfogliare una qualsiasi seduta di un consiglio comunale di provincia per vedere sempre la famosa clausola “agevolazioni per giovani e donne”.

Ma da un po’ di tempo alcune associazioni per la difesa dei diritti dei maschi si stanno battendo per un riequilibrio di questa situazione soprattutto sotto il punto di vista dell’affidamento dei minori o per il lavoro part-time quasi mai concesso ad un padre o per lavori femminili proibiti ai maschi.

Per non discriminare nessuno, dice il responsabile per le Pari Opportunità di Zurigo Helena Trachsel, è stato creato un nuovo ufficio per salvaguardare i maschi. Ma la Trachsel dicendo così ha appena affermato che le leggi per le Pari Opportunità in difesa delle donne in Svizzera sono discriminatorie. Se c’è davvero bisogno di bilanciare qualcosa vuol dire che quel qualcosa prima prima era “sbilanciato”; ovvero un abuso di diritti dedicato solo ad una parte della popolazione.

Per questo è stato creato un ufficio con un responsabile, Markus Theunert, un 39enne psicologo che si occuperà di aiutare i maschi del cantone di Zurigo. La cosa pare veramente bizzarra in un mondo dove i governanti e i media non fanno altro che parlare quotidianamente di tutele per la popolazione femminile. Ma per noi la cosa invece pare bizzarra da un altro punto di vista: invece di aprire un ufficio per proteggere una parte della popolazione contro le leggi che favoriscono un’altra parte della popolazione perché non si è deciso di chiudere l’ufficio per le Pari Opportunità, indirettamente considerato dalla sua stessa responsabile discriminatorio, e modificare la legislazione a riguardo?

Basterebbe infatti tutelare le persone come individui indipentemente dal loro sesso. Ma forse questo è troppo complicato da capire nel 21esimo secolo.

*Libertarianation.org

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. Domenico says:

    Beh, con tutti gli apallici e gli omosessuali in effetti i maschi sono rimasti in pochi, una specie in via di estinzione…

Leave a Comment