A processo i Comuni francesi anti burkini

burkini2

Quattro città francesi che hanno mantenuto in vigore il divieto del “burkini” sulle loro spiagge, nonostante il Consiglio di Stato lo abbia giudicato legale, compariranno oggi e mercoledì in tribunale. Lo si è appreso da una fonte giudiziaria. Il comitato contro l’islamofobia (Ccif) ha denunciato le città di Nizza, Roquebrune-Cap-Martin, Menton e Fréjus per ottenere la sospensione delle ordinanze anti-burkini, ha dichiarato l’avvocato dell’associazione Sefen Guez Guez. L’udienza si terrà domani per Fréjus e mercoledì per le altre tre città, ha precisato. Una trentina di città del litorale mediterraneo francese, in particolare della Costa Azzurra, hanno vietato il costume da bagno femminile ‘islamico’, alcune vedendovi una provocazione dopo l’attentato islamista del 14 luglio a Nizza che ha provocato 86 morti. Venerdì scorso il Consiglio di Stato francese, il più alto organo di giustizia amministrativa, ha deliberato di annullare le misure di legge che prevedevano il divieto del burkini. (Askanews con fonte Afp)

Print Friendly

Articoli Recenti

1 Commento

  1. luigi bandiera says:

    Vale sempre questa mia:
    un RE non si fara’ mai e poi mai una legge contro..!
    Se ha leggi contro e’ un suddito o uno schiavo.
    Amen

Lascia un Commento