A Maletto, Sicilia, la Lega Nord sfonda. Salvini: “Stessi voti presi a Milano”

di REDAZIONE

La Lega Nord ottiene una vittoria anche al Sud. A Maletto, paesino alle pendici dell’Etna, per le Europee il Carroccio ottiene il 32,61% delle preferenze, risultando così il partito più votato, arrivando prima di Forza Italia (26,47%) e del Partito democratico (26,47%). Alle urne si sono recati il 42,32% dei 4.182 avanti diritto.

A trainare la Lega Nord a Maletto è stato un candidato locale, Antonio Mazzeo, 25 anni, che ha ottenuto 515 delle 526 preferenze andate alla lista. Lo scarto è notevole con gli unici altri due candidati che hanno ottenuto voti: Carmelina Droise, 29, e il leader del movimento, Matteo Salvini, con cinque.

Nell’Isola 14.648 persone hanno votato per il Carroccio. “Sono gli stessi voti che ho preso a Milano – nota il nuovo leader del Carroccio – ed è solo l’inizio. In poche ore ho ricevuto una ventina di inviti da parte da città siciliane e penso proprio che a giugno tornerò lì dove sono stato solo due o tre volte”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

31 Comments

  1. Andrea says:

    Invece Salvini ha ragione: l’indipendentismo riguarda l’intera penisola.
    Anche il Sud starà meglio nel’autodeterminazione.
    Inutile e stupido renderci ridicoli.
    La Verità tante volte perde, nella Storia, pensate ai Curdi.

  2. ingenuo39 says:

    Adesso penso che alle parole seguano i fatti, perchè, credo che gli Italiani siano stufi di politici che parlano di cose che non potranno mai fare. Se il buon Salvini mettera la sua faccia e sopratutto la sua capacità, e la vedo dura, come ha fatto Tosi quando è diventato Sindaco per la prima volta a Verona riuscendo ad eliminare certe situazioni che i predecessori non hanno nemmeno pensato ad eliminare, vu’cumprà, lavavetri ai semafori, imbrattatori di muri, accattoni associati, allora forse avrà in Italia molti piu seguaci di quelli che pensa. Tanti Auguri Lega

  3. Luca says:

    Lega norde per l’indipendenza della Padania. Minghia!!

  4. Trasea Peto says:

    opzione 2:

    Forse i Siciliani di Maletto quando sentono parlare di “nord” pensano al vicino nord africa o forse considerano la Sicila nord del mediterraneo. La Lega Nord è sicuramente un partito nord mediterraneo perché in europa il nord è la scandinavia…

  5. Trasea Peto says:

    La Lega Nord è un partito che difende gli interessi degli italiani e dello Stato italiano. I siciliani che si vedono sorpassare dagli immigrati che arrivano dal nord africa probabilmente vedono nel partito italiano Lega Nord il più deciso difensore dei loro interessi.

  6. Annibale says:

    Salvini per giustificare le sue alleanze improponibili fino a qualche hanno fa si inventa di essersi alleato con “indipendentisti” salentini, calabresi, siciliani, laziali. In sostanza quell’indipendestisti sta per neonazisti. A meno di non voler considerare Casapound un gruppo indipendentista romano. Dopo la parola federalismo i belleriani sono riusciti a rendere inutilizzabile anche quella di indipendentismo.

  7. Arturo says:

    Non ci trovo molto da gioire per questo risultato.
    1) Avere in Sicilia il numero di voti di Milano, significa che a Milano la Lega non esiste più e che, forse è il caso di ricostruirla su altre basi.
    2) Quanto dovranno dare Salvini e il candidato votato ai siciliani in cambio dei voti avuti? In Sicilia funziona così da sempre e lo sanno bene sia Berlusconi che il PD.
    3) All’indipendenza della Padania cosa serve avere dei voti da chi ci tiene soggiogati?

    • Gianfrancesco says:

      giusto, più che gioire per la Sicilia c’è da preoccuparsi per Milano!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      • Veritas says:

        A Milano, quando appare evidente che vi regni la sinistra perfino nel centro storico, è ben difficile che la Lega sfondi poiché la sinistra mai sarà indipendentista o autonomista ma sempre e solo nazionalista.

    • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

      Milano èm malano … là ci stanno i malanesssi … è kiaro noh …

  8. Gianfrancesco says:

    Salvini o stai a casa tua o se vai in Sicilia restaci!

  9. Marco says:

    Caro Direttore dell’Indipendenza, sempre convinto che questa Lega possa portare avanti l’Indipendentismo del Nord con queste buffonate?

    • gianluca says:

      carissimo, io non ho né la verità né il sapere in tasca. Semplicemente osservo e alcuni segnali dei mesi scorsi non mi erano dispiaciuti. L’evoluzione delle ultime settimane, tra l’altro molto destrorsa, mi lascia alquanto perplesso

      • Annibale says:

        L’evoluzione a cui fa riferimento (meglio sarebbe chiamarla involuzione) era in atto da almeno due anni e ha avuto nel disgustoso congresso del Lingotto la sua apoteosi. Bozzi finchè era in salute aveva tanti difetti, ma teneva terroni e nazi fuori dal movimento, o comunque non li metteva in posti chiave.

        • Franco says:

          Dimentichi i rapporti di Bozzi con Zhirinovsky, Haider e Milosevic. L’evoluzione di cui parli è iniziata ben prima, anzi ce n’erano le premesse fin dalle origini, quindi non c’è stata nessuna evoluzione.

          • Annibale says:

            Sì, ma con gruppi apertamente nazifascisti itagliani ed europei con Bozzi non ci si era mai messi. Lo stesso Haider fu messo fuori dal FPO (oggi alleato dell’allega) perchè accusato di troppa moderazione. L’obbiettivo dei belleriani è sopravvivevere stagione per stagione: alla prossima si alleeranno con i mullah di viale Jenner pur di avere il voto islamico. Nessuna persona sana di mente può nutrire una qualche stima verso questi mendicanti di voti.

  10. ale says:

    Bea roba,

    la’ decidono i capi cosca chi votare, quindi è implicito che noi dei voti dei mafiosi non sappiamo che farne. Anzi un giorno ci ritorceranno contro come colpa.
    Ma i xe matti, non è accettabile da un vero leghista, il comportamento di Salvini…
    Solo per le careghe: I LEGHISTI LUMBARD NON SONO AFFIDABILI PIU’ DI QUALSIASI POLITICO ITAGLIANO!!!!

    VI RICORDATE MARONI: LA MACROREGIONE, IL 75% delle tasse restano al nord, governiamo le tre regioni più ricche dovranno ascoltarci….Poi preso la carega, nessuna lotta, lotta vera, ora: campagna elettorale, marea di slogan che parlano alla pancia!!!

    Ma come si fa a credergli ancora??? Se avessero dimostrato di lottare contro Roma dalle posizioni di forza, altro che cercare i voti al sud, avrebbero recuperato molto di più al nord….

    Quindi per me indipendentista (ex militante leghista), hanno perso qualunque credibilità i lumbard, i leghisti veneti sono ancora accettabili, tranne ovviamente la banda di mafiosi di Tosi….

    Che disastro ragazzi….
    Ma noi lotteremo sempre per un Veneto libero!!!

    VENETO LIBERO!!!!!!

  11. Crapa de legn says:

    Meraviglioso, eccezionale, sono commosso !

    Resta solo da sapere quando i cittadini di Maletto cominceranno a restituirci, in pur comode rate, i capitali ingiustamente sottratticI in più di un secolo e mezzo !

    Vittoria al Sud ?

    Minchia ! La lega non era in guerra “contro” il Sud ? Minchia !
    Chi sta sotto ? E’ il Sud che inchiappetta Salvini o è Salvini che inchiappetta i padani ? Minchia !

    Manuela, Manuela, i segretari leghisti finiscono sempre nel MARRONE !!!

    • lucano says:

      un secolo e mezzo??? leggi un po di piu crapa de legn

      • Crapa de legn says:

        Gnurànt ! Metti gli accenti oppure usa il tam tam !
        Quel che hanno rubato prima dell’unità i banditi morti di fame tuoi conterranei ve l’abbuoniamo: siamo signori, non trogloditi
        Noi i “sassi” li maciniamo, non li abitiamo !
        Zìful !

  12. niki says:

    c’è un bel fermento indipendentista anche in Sicilia e io conosco tanti siciliani seri che non ne possono più di essere stritolati dai nullafacenti/politici/burocrati di turno. Una signora (medico, che ha lavorato molti anni all’estero) è arrivata a dirmi che la mafia è, a questo punto, il minore dei mali che la Sicilia sta tollerando…

    • Annibale says:

      La signora a cui fai riferimento è proprio il tipico elettore medio dell’allega 2014, in Sicilia come nella Padania meridionalizzata.

  13. marco svel says:

    Brava lecca nodde, anzi sempre meno nodde e sempre più sudde!! E POI VOI LEGHISTI MI FATE LA PREDICA SE AD OGNI OCCASIONE ESPRIMO IL MIO ODIO PER LA LECCA NODDE?? Valà…ormai i nostri connnazzzionali borbonici si sentono al loro agio tra i leghisti sempre meno celtici e longobardi e sempre più MAGNA greci… Leghisti fatevi un esame di coscienza e chiedetevi: è questo il movimento che voglio? Da parte mia è di gran lunga meglio astenersi che legittimare un partito di cialtroni e traditori e già che siamo in tema.. di infami

  14. Riccardo Pozzi says:

    Ho la pelle d’oca.

  15. Berghemadler says:

    Mi piacerebbe vederli in faccia questi siciliani (marziani ?) che dovrebbere essere contro pensioni di invalidità, a favore di licenziamenti di dipendenti regionali, di forestali. CHIÙ PPILO PETTUTTI

  16. Veritas says:

    Come spiegarlo? Il fenomeno una spiegazione ce l’ha: significa che Salvini non è solamente il segretario della Lega, l’europarlamentare e il politico ma che lui, la sua persona, si è trasformata in un simbolo: quello della libertà.

    • Crapa de legn says:

      Qualcosa di più gradevole non potevate trovarlo ?

      El me par un stròlech !

      • Veritas says:

        Guarda che io ci ho studiato un po’ sopra, è una questione psicologica. Se Salvini viene cercato da tante parti d’Italia, con telefonate e messaggi, qualcosa vorrà significare.

  17. alberto andretta says:

    considerando il passato e gli intrallazzi storici in calabria della lega non vedo nulla di strano,ovvio che in sicilia tendano nel tutelare futuri interessi,d’altronde e’ notizia di ieri che salvini sta aprendo di nuovo il cuore a silvio gia’ ben noto a siciliani di dubbia moralita’,visto l’exploit sorrido immaginando salvini con bossi nel u ferry boat alla conquista della restante quota di astensionisti al grido uora uora sicillania libera e roma suka sta minkkkkkia (dura, gia ex duro), sono scurrile e per questo chiedo venia,lascio a voi punirmi ed impormi quanti chilogrammi di carrube devo ingoiare,alberto andretta,cogollo del cengio,vicenza

Leave a Comment